Home CRONACA Sharengo sospende di nuovo il servizio a Saxa Rubra

Sharengo sospende di nuovo il servizio a Saxa Rubra

sharengo saxa rubra

“Per i  troppi atti vandalici inflitti alle auto (tetti bucati con un trapano, vetri sfondati e gomme bucate) l’azienda ha deciso di chiudere l’area operativa di Saxa Rubra“.

Così ad inizio di maggio annunciava sui social e sul sito aziendale Chicco Tagliaferri, Town manager Roma di Sharengo, la società che nel campo del car sharing rappresenta la mobilità urbana a quattro ruote elettrica e che ha richiesto solo a Roma un investimento di oltre 7 milioni di euro. 

Roma Nord restava così orfana di un servizio utile alla collettività e all’ambiente in quanto l’utilizzo dell’auto elettrica contribuisce al miglioramento dell’aria che respiriamo eliminando molte emissioni inquinanti.

A luglio poi arrivava la novità: Sharengo torna Saxa Rubra. Da luglio, infatti, era di nuovo possibile aprire e chiudere le corse a Saxa Rubra ma non più davanti la stazione della Ferrovia Roma Nord bensì nel comprensorio RAI.

Fu la stessa azienda a comunicarlo ai suoi iscritti tramite la periodica news letter spiegando che il ritorno a Saxa Rubra era stato reso possibile “grazie all’interesse del Municipio XV e alla RAI che ha messo a disposizione 10 stalli all’interno del proprio parcheggio aziendale, accessibili a tutti i clienti Sharengo“. Ma è durata poco…

Sharengo: “Di nuovo sospeso il servizio a Saxa Rubra”

E’ questo l’oggetto di una mail inviata in queste ore a tutti gli iscritti al servizio. Nella stessa si legge che “ancora una volta” volta Sharengo è costretta a sospendere il servizio a Saxa Rubra.

Il motivo?L’impossibilità di ricaricare le macchine e le oggettive difficoltà burocratiche hanno avuto come risultato un affollamento di auto nel parcheggio della sede Rai che non ci consente di gestire il servizio bene come vorremmo e ci costringe ad usare il soccorso stradale per recuperare le troppe auto andate fuori servizio per la lunga sosta. Il grande numero di veicoli fermi rende quindi il servizio a Saxa Rubra ingestibile” dichiara la società sottolineando che è stato deciso “di sospenderlo temporaneamente, in attesa della realizzazione a completo nostro carico di due stazioni di ricarica nell’area“.

Ci vorrà tempo, visto che dobbiamo fare tutto da soli e che i tempi burocratici del ‘Bel Paese’ non sono efficientissimi e brevi” chiosa il mittente della mail scusandosi con gli utenti e chiedendo loro “di pazientare per qualche settimana” perchè, come emerge dalle scelte aziendali, “Sharengo ha sempre cercato di andare incontro ai bisogni dei cittadini e risolvere i loro problemi di mobilità a Roma“. E poi conclude: “Da soli sarà più difficile, ma ce la faremo“.

Gaia Azzali

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome