Home CRONACA Euronics acquista gli ex negozi Trony di Ponte Milvio e Vigna Clara

Euronics acquista gli ex negozi Trony di Ponte Milvio e Vigna Clara

trony-vigna-clara

Siamo orgogliosi di aver finalizzato questa strategica acquisizione che ci consente di ampliare la nostra presenza e presidiare capillarmente il territorio romano. Questa operazione ci consentirà di incrementare il fatturato del Gruppo e raggiungere un numero ancora più consistente di consumatori, anche a grazie a nuove aperture previste entro l’anno nel Lazio“.

Così Stefano Caporicci, numero 1 del Gruppo Nova-Euronics, ha commentato l’acquisto da parte del suo gruppo di quattro importanti punti vendita ex Trony-Edom della capitale, fra i quali quello di Ponte Milvio e quello di Vigna Clara.

Gli altri due sono in via Tiburtina e all’interno del centro commerciale di Cinecittà.

La notizia era nell’aria da un paio di mesi ma l’ufficialità è arrivata nelle ultime 24 ore con la conferma, sempre da parte di Stefano Caporicci, che  “i quattro negozi saranno oggetto di un importante piano di rilancio“.

Le serrande, per tutti i negozi romani Trony, si abbassarono definitivamente alla fine dello scorso febbraio a causa del fallimento del Gruppo Edom, società titolare della catena di negozi Trony.

Fallimento che circa un mese dopo fece scattare le manette ai polsi di tre persone accusate di bancarotta fraudolenta aggravata per aver distratto ingenti somme di denaro dal patrimonio della Edom causandone il fallimento.

Complessivamente, a seguito della vicenda, a restare senza lavoro furono circa centosessanta persone delle quali una cinquantina impiegate nel punto vendita di Ponte Milvio.

Cosa sarà di loro e dei colleghi degli altri tre punti vendita acquisti da Nova-Euronics non è ancora chiaro ma l’auspicio è che possano riprendere il loro lavoro negli stessi punti vendita anche se con un badge diverso.

Visita la nostra pagina di Facebook

1 commento

  1. “Cosa sarà di loro e dei colleghi degli altri tre punti vendita acquisti da Nova-Euronics”
    E cosa ne sarà dei 100 dipendenti “Nova-Euronics” mandati a casa tra maggio e giungo, di cui nessuno ha mai sentito parlare?!
    Immagino si aprirà una selezione in stile fight club?!

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome