Home CRONACA Fuggito da La Storta, Marco sarebbe a Santa Marinella

Fuggito da La Storta, Marco sarebbe a Santa Marinella

marco piovani

Sono passati già quattro giorni e di lui non si ha ancora nessuna notizia certa. E’ la mattina di martedì 12 luglio quando Marco Piovani, un ragazzo di 15 anni residente nel quartiere de La Storta, sulla Cassia, si è allontanato da casa senza dare più notizie di sé.

Immediata la denuncia ai Carabinieri da parte della famiglia; “abbiamo subito notato che Marco si era portato via il cellulare, due magliette, lo spazzolino e 230 euro circa; ci è immediatamente stato chiaro che si fosse allontanato volontariamente“.

Poco dopo l’avviso viene dato anche dal sito di Chi l’ha Visto nel quale si spiega che Marco indossava un giacchetto blu con maniche lunghe bianche, jeans, scarpe Nike bianche, occhiali da sole marca Adidas con lenti nere e uno zainetto della Roma.

Oggi ne parliamo con Romeo, il fratello maggiore, che intervistato dalla nostra redazione ha voluto fare ordine tra le diverse segnalazioni e articoli di questi giorni, a volte non rispondenti a verità.

Con noi ha voluto ripercorrere le tappe dell’allontanamento di suo fratello cercando una motivazione che possa aver causato questo gesto.
Era stato bocciato, è vero, ma a parte un lieve rimprovero, Marco non ha avuto nessuna punizione vista la sua promessa di studiare di più.”

Nell’immaginabile stato d’ansia della famiglia passa così la giornata di martedì, con l’unica notizia improvvisa che il cellulare di Marco ha agganciato una cella telefonica nei pressi di Santa Marinella. Ma da quel momento il telefono non da più segni di vita, risulta spento o staccato.

In un primo momento si pensa che sia diretto in treno a Genova dove vive una coetanea alla quale è legato da affetto. Ma dalla polizia della città ligure arriva subito la smentita, la ragazza dichiara agli agenti di non aver nessun appuntamento con Marco né che sia da lei.

Siamo a mercoledì e abbandonata l’ipotesi della fuga amorosa le ricerche si allargano ad altre città. Da alcuni amici di Marco nel frattempo arrivano notizie che fanno preoccupare ancora di più la famiglia. Romeo infatti ci dice di aver saputo che nella notte tra lunedì e martedì, quindi la sera precedente all’allontanamento, Marco ha mandato quattro messaggi su whatsapp a quattro suoi amici per salutarli ma ad ognuno ha scritto cose diverse: “parto per le vacanze, vado al mare, andrò via, non scordatevi di me”.

Messaggi che hanno messo in allarme l’intera famiglia che non riesce a capire per quali ragioni Marco possa aver scritto frasi di questo tipo.

In questo scenario di incertezze trascorre la giornata di giovedì. Ma è nelle prime ore di venerdì che sembra accendersi un barlume di speranza.

Romeo viene infatti contattato da un ragazzo che sostiene aver visto Marco a Santa Marinella, nei pressi del Gigi Bar, in compagnia di altri adolescenti. Dice di aver riconosciuto Marco grazie alla foto postata dai familiari su facebook, foto condivisa da centinaia di utenti. Pare, sempre stando alle dichiarazioni di questo ragazzo, che Marco si sia rasato i capelli.

gigi-barL’avvistamento è avvenuto alle 5.30 del mattino, orario in cui lo storico Bar di Santa Marinella sforna i primi cornetti caldi.

Convocato dai Carabinieri di Santa Marinella, Romeo si reca con loro sul posto e viene a sapere che anche il proprietario del bar ha visto Marco, è certo che sia lui.
Per esser lì alle 5.30 del mattino pare dunque plausibile che abbia passato la notte insieme agli altri ragazzi sulla cosidetta “spiaggia centrale“, proprio sotto il Gigi Bar, magari dormendo su uno delle centinaia di lettini degli stabilimenti.

Ma gli altri ragazzi sono suoi amici? E se sì, perchè nessuno di loro sente il dovere di avvertire i genitori di Marco? E perchè rifugiarsi proprio a Santa Marinella, chi o cosa l’ha spinto a venire qui?

Romeo si organizza, stampa centinaia di volantini con la foto di Marco e li distribuisce nei locali più importanti della cittadina marina.

Nel frattempo, come ha appurato la nostra redazione, pattuglie di Carabinieri in borghese stanno setacciando Santa Marinella. Anche oggi, sabato, sono continuate le ricerche ma di Marco però ancora nessuna altra traccia.

C’è chi ha scritto che sia finito vittima di qualche cattiva compagnia – ci dice Romeo – ma non lo possiamo sapere. Certo, i miei genitori temono il peggio perché preoccupati ma che Marco sia finito in un brutto giro mi sento di escluderlo perché non sarebbe da lui”.

E mentre le forze dell’ordine continuano le ricerche, non sono da meno parenti e amici attivissimi sui social dove fanno girare la foto di Marco e la richiesta di aiuto per ritrovarlo.
Aiutate la nostra famiglia, ogni giorno pubblicheremo foto per far sì che qualcuno possa riconoscerlo; condividete questo post, dobbiamo riportare Marco a casa. Anche un piccolo dettaglio o una informazione potrebbe essere utile.

Chiunque possa dare un minimo contributo avverta subito il 112 e subito dopo dia un colpo di telefono a Romeo, il fratello (3931021253) oppure al papà (3938926961), è da quattro giorni che la famiglia è disperata.

Valentina Ciaccio

Aggiornamento 18 luglio, Marco è stato trovato: leggi qui


marco-piovani

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome