Home ATTUALITÀ Ponte Milvio, flop dell’ordinanza anti alcol

Ponte Milvio, flop dell’ordinanza anti alcol

movida.jpgA ruota, dopo la prima segnalazione di VignaClaraBlog.it, sono arrivati altri quotidiani a sottolineare le macroscopiche incongruenze contenute nell’ordinanza anti alcol entrata in vigore lo scorso venerdì: per quanto riguarda la zona di Ponte Milvio e dintorni alle rigide disposizioni è stato infatti offerto un escape non da poco.

Nel corso del week-end, Il Messaggero e La Repubblica, solo per citarne due, hanno infatti messo in luce quanto evidenziato da VignaClaraBlog.it lo scorso venerdì: a Ponte Milvio l’ordinanza anti alcol rischia un grosso flop se non vengono apportate subito delle correzioni.

Dove sono le incongruenze? E’ presto detto.

Il primo errore evidentissimo sta nell’aver omesso via Cassia dall’elenco delle strade sotto embargo. E’ noto che nei primi 50-70 metri di questa strada insistono locali di somministrazione, basta quindi girare l’angolo della piazza e si esce dal coprifuoco a qualsiasi ora della notte senza nemmeno dover pagare il mitico “fiorino”, tanto per ricordare l’indimenticabile gag di Massimo Troisi e Roberto Benigni in “Non ci resta che piangere”.

Il secondo errore sta nell’aver limitato l’applicabilità dell’ordinanza in viale Tor di Quinto fino a via Civita Castellana, altezza viadotto di Corso Francia, dimenticando che poco più giù è in corso l’annuale manifestazione Mondofitness dove, nelle aree di intrattenimento, si può consumare liberamente fino all’ora di chiusura. Ecco quindi una “valida” alternativa agli aficionados della movida. Un po’ come per via Cassia, solo con qualche metro in più.

In compenso però, mistero nel mistero, nell’ordinanza sono state inserite strade come via della Farnesina e via Orti della Farnesina dove chi le conosce sa che il massimo della movida è rappresentato da qualche anziano a spasso col cagnolino e dove la consumazione in strada è possibile solo grazie all’unica fontanella presente.

Claudio Cafasso

Visita la nostra pagina di Facebook

9 COMMENTI

  1. La scelta del “proibizionismo” è una scelta fallimentare, comunque. Dove non si arriva con l’educazione ed il senso civico si deve arrivare con una durissima ed intransigente repressione. In danno di molesti ed incivili, senza per questo danneggiare un esercizio commerciale ed un consumatore responsabile.

  2. ….LE 3 “I” DI CHI CI AMMINISTRA : INSIPIENZA, INCOMPETENZA E INSOLENZA….
    MARINO, DOPO IL “GAY PRIDE” E IL “ROM PRIDE” PUO ORGANIZZARE L'”ALCOOL PRIDE”….

  3. @ Sor… e chi ha detto questo???
    Ma perché invece di affannarvi sugli errori (parecchi…!) di Alemanno di 2 anni fa, non vi preoccupate di fare qualcosa di buono e concreto (al netto di Gay Pride e Rom Pride…) ???
    Il mio era un commento relativo all’articolo, l’ordinanza è sbagliata ed inefficace… come di evince anche dal titolo….un FLOP…. (l’ennesimo !!!)

  4. Penso che anche la migliore delle ordinanzenon possa essere efficace in tal senso, anzi rischia di scatenare quell’irrefrenabile desiderio di trasgredire dei giovani.

    che fare?

    Controllo: controlli fittissimi dei vigili e sanzioni pesanti su chi sporca (bottiglie in strada), su chi guida ubriaco

    Incentivi: sgravi fiscali per gli esercizi che riducono la vendita (e il relativo acquisto quindi) di alcolici, o simili….

    Educazione: un’ora di lezione nelle scuole da parte di personale medico sui danni provocati dall’alcool, fumo , droghe, con testimonianze di chi se ne è ammalato.

    non pensate che alla lunga sia piu’ efficace?

  5. Vi assicuro che alcuni dei locali(quelli di via Cassia) anche se non sottoposti all’ordinanza, stanno comunque rispettando tali restrizioni. Ciò non toglie comunque ce l’ordinanza, così come è, sia assolutamente un fallimento. È fin troppo semplice farla franca.

  6. E cosa ne dite del (riproposto) DIVIETO per gli automobilisti che RISIEDONO in via Farnesina Alta a potere tornare A CASA la sera attraverso Piazzale di Ponte Mivio e quindi per Via della Farnesina ?
    L’ unica alternativa è quella di proseguire per : Lungotevere Tor di Quinto – Corso Fancia – Via di Vigna stelluti – Largo Vigna stelluti – Piazza Giuochi delfici – Via Nemea e …poi arrivo !!!!! Tempo e benzina saprecati: Il divertimento degli uni non dovrebbe comportare un enorme disagio per gli ALTRI !

  7. Torquati 1 anno fa….
    ZTL – “Ho subito abolito la ZTL “casareccia” di vecchia memoria perché per la Polizia Municipale si traduceva in un enorme dispendio di energie e di denaro per straordinari che non possiamo permetterci. Basta transenne mosse a mano, niente ZTL alla buona ma libera circolazione sulla Piazza presidiata però dalle forze dell’ordine.
    Al posto della ZTL ho adottato la pedonalizzazione di un tratto di via Flaminia. Gli esiti sono stati buoni, per cui, a seguito di una consultazione con cittadini, commercianti e comitati, si ripeterà anche questo anno nel periodo primaverile/estivo”….
    COSA E’ STATO FATTO…???? NULLA !!!!!

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome