Home ATTUALITÀ La Storta, AMA: “Maiale fuggito da allevamento mal custodito”

La Storta, AMA: “Maiale fuggito da allevamento mal custodito”

mmmm1.jpgA seguito della denuncia fotografica di Vincenzo Leli, presidente del circolo Forza Silvio del XV Municipio nonché dipendente Ama, nella quale un maiale è stato ritratto in via de La Sorta nei pressi di un cassonetto, l’Ama ha subito replicato precisando che “Come evidenziato dalle stesse immagini, il cassonetto fotografato ieri pomeriggio è completamente vuoto quindi non erano presenti né all’interno né all’esterno rifiuti o materiali organici che potessero attirare maiali ed altri animali.”

“Il sito – sottolinea Ama – compresa la fermata Atac limitrofa, viene pulito tutti i giorni attraverso il cosiddetto servizio base (con l’impiego di 2 operatori con 1 mezzo a vasca). Gli operatori addetti alla pulizia hanno, infatti, correttamente rimosso i rifiuti attorno al cassonetto segnalando ieri pomeriggio la presenza di un frigorifero alla squadra incaricata del recupero dei rifiuti ingombranti che lo ha già rimosso come da programma”.

L’Ama spiega inoltre di aver “già da tempo messo a punto una speciale mini task-force, composta da 15 uomini e 8 mezzi, che si occupa di rimuovere i rifiuti ingombranti. Gli interventi vengono effettuati quotidianamente su segnalazione delle varie sedi territoriali Ama per rimuovere i rifiuti ingombranti abusivamente abbandonati su suolo pubblico (in particolare attorno ai cassonetti).”

“E’ stato inoltre effettuato recentemente un accurato intervento di diserbo per limitare la vegetazione e consentire ai cittadini di conferire agevolmente i rifiuti e usufruire in condizioni di decoro della fermata bus – continua Ama – Va anche chiarito che l’area in oggetto si trova su un tratto di via de La Storta in aperta campagna, alcuni km fuori dalla cinta del GRA”.

L’Ama conclude la nota facendo sapere che “ha deciso di denunciare alle autorità competenti i proprietari e/o allevatori che hanno l’obbligo di custodire gli animali in maniera corretta, poiché in quest’area ultimamente è stata più volte segnalata la presenza di bestiame che non dovrebbe mai trovarsi in strada”.

Visita la nostra pagina di Facebook

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome