Home AMBIENTE Lavori fermi e promesse non mantenute: a quando il Parco Volusia?

Lavori fermi e promesse non mantenute: a quando il Parco Volusia?

parco-volusia.jpgI residenti della Cassia da tempo si chiedono quand’è che il Parco Volusia vedrà la luce visto che doveva essere pronto per ottobre 2001 e visto che i lavori all’interno della grande area sono iniziati da tempo, sono stati realizzati vialetti, aree di sosta e quant’altro e poi sono stati interrotti. E si chiedono anche quando sarà realizzato il parcheggio di via Casalattico, senza il quale sarebbe impossibile fruire del parco.

Avevamo tentato di dare delle risposte con il nostro servizio di novembre 2011 e con il successivo di febbraio 2012 col quale si faceva il punto sui parchi del territorio, Volusia compreso, visto che già allora si temeva un’interruzione dei lavori, cosa poi avvenuta. Ed è per questo che lunedì 28 maggio il Comitato Cittadino XX Municipio ha effettuato un nuovo sopralluogo, proprio per controllare se i lavori fossero ripresi.

Ce ne dà notizia Grazia Salvatore, vice presidente del comitato, spiegando che durante l’incontro ha avuto la fortuna di incontrare l’ing. Anzalone, responsabile dei lavori.

“L’ingegnere – scrive la signora Salvatore – ci ha comunicato che nel corso dei lavori sono stati riscontrati scarichi e condotte fognarie abusivi, per cui si è chiesto l’intervento dell’assessorato ai lavori pubblici del Comune; inoltre l’esecuzione del ponticello che dovrebbe collegare le due parti del parco, ha richiesto una modifica del progetto a causa del suolo estremamente franoso. Altro ostacolo fondamentale al completamento dei lavori è la mancata realizzazione del parcheggio di via Casalattico, necessario all’accesso al parco.”

“Ricordiamo in proposito – sottolinea – che nell’incontro di martedì 6 marzo con l’assessore al lavori pubblici del XX Municipio, Stefano Erbaggi, presenti il presidente e il vice presidente del nostro Comitato e molti aderenti, abbiamo domandato, fra le altre cose, perché non fosse stato ancora realizzato il parcheggio in via Casalattico, nonostante i fondi fossero stati già stanziati. Ci venne risposto che i lavori sarebbero iniziati prima di Pasqua!

“Ma non solo – incalza Grazia Salvatore – avevamo inoltre, in precedenza, contattato più volte l’assessorato all’ambiente del Comune e addirittura accompagnato il dott. Marco Visconti junior, addetto ai rapporti con il pubblico, in via Casalattico; dopo la visita ci era stato assicurato che il parco sarebbe stato inaugurato a giugno!”

“Cosa dobbiamo pensare – conclude – delle promesse di queste istituzioni?”

Visita la nostra pagina di Facebook

6 COMMENTI

  1. I lavori per la realizzazione del parcheggio di via Casalattico sono stati appaltati dal Municipio XX. Tuttavia, in virtù del Patto di Stabilità, al momento non è possibile consegnare i lavori alla ditta che dovrebbe eseguire l’opera. L’Assessore ai Lavori Pubblici del Municipio XX, Stefano Erbaggi, tiene a precisare che l’approvazione del bilancio di Roma Capitale dovrebbe sbloccare questo ed altri interventi, più volte sollecitati ed indicati come necessari per il territorio e per i cittadini. Non ci sono promesse non mantenute! Il Patto di Stabilità sta di fatto condizionando l’operato di tutti i comuni italiani e dei relativi distretti.

    Assessorato ai Lavori Pubblici del Municipio XX
    Ufficio stampa
    Marco Ottaviani

  2. Signor Ottaviani, le chiedo due chiarimenti: ricordando che il patto di stabilità esiste da tempo, per favore mi spiega che senso ha appaltare dei lavori sapendo di non potrli fare eseguire ? Seconda cosa : il patto di stabilità a marzo scorso già esisteva quindi l’assessore sapeva bene che non poteva fare iniziare i lavori, e allora perchè ha detto che sarebbero iniziati a Pasqua ?
    La ringrazio e resto in attesa delle sue risposte.

  3. Gentilissimo Bruno, l’Assessorato ai Lavori Pubblici del Municipio XX ha fatto tutto il necessario per velocizzare le pratiche e l’iter previsto per l’assegnazione dei lavori, tanto è vero che l’appalto era stato addirittura assegnato in tempi ridotti. Non era prevedibile che proprio a ridosso dell’assegnazione dei lavori, il Patto di Stabilità sarebbe intervenuto a decretare lo “stop” dell’opera che, le ricordo, non è l’unica ad attendere una risoluzione. I fondi per la sua realizzazione provengono, come previsto dall’opera, da Roma Capitale; come detto, è auspicabile che l’ormai prossima approvazione del bilancio possa “sbloccare” questa ed altre situazioni.

    Assessorato ai Lavori Pubblici del Municipio XX
    Ufficio stampa
    Marco Ottaviani

  4. Dott. Ottaviani, cosa vuole che siano SOLO 160.000 emendamenti dell’opposizione… questa si chiama democrazia, non becero ostruzionismo…

  5. Comprendo l’importanza del parcheggio di via Casattico, e alla gravitò delle mancate promesse sell’assessore Erbaggi, ma non credo che la questione sia strettamente collegata all’apertura al pubblico del Parco Volusia,
    Mi sbaglio? forse non ci sono migliaia di famiglie che abitano nelle vicinanze e potrebbero accedere senza ricorrerrere alla macchina?

  6. Rispondendo a Rosanna sul parcheggio per il Parco Volusia, riprecisiamo che il Direttore dei Lavori ing. Anzalone ha dichiarato che senza il parcheggio di via Casalattico non è in grado di definire e completare l’accesso al Parco che graviterà su questa via, né di completare i sentieri ciclo-pedonali, perché non può far accedere i mezzi necessari. Quindi, senza il parcheggio, non vi sarà il Parco. Inoltre, poiché il Parco Volusia sarà la sola zona verde che avrà un accesso pubblico partendo da Corso Francia fino a La Storta, non è pensabile che i cittadini lo raggiungano a piedi, magari percorrendo la Cassia all’altezza del Raccordo Anulare, dove, nonostante le molteplici nostre sollecitazioni, non esiste un marciapiedi.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome