Home ATTUALITÀ La Befana di Saxa Rubra

La Befana di Saxa Rubra

Rigore e sobrietà. Ed attenzione alle spese. E’ l’ordine impartito da Mario Monti ai suoi ministri ed è modello comportamentale, dettato dal buon senso, già adottato da tante istituzioni pubbliche. Rigore, sobrietà e spese intelligenti perché “lo sforzo di risanamento del bilancio deve essere portato avanti con rigore e con attenzione” ha detto il presidente Napolitano. Ed in tempi di vacche magre, a livello nazionale e locale, come si concilia con il rigore e la sobrietà la festa della befana del XX Municipio?

Dopo il “natale dei nonni” di un paio di settimane fa, sul Gran Teatro di Saxa Rubra il 6 gennaio tornerà a sventolare il vessillo del XX Municipio per una festa della quale, in verità, nessuno sente il bisogno.

Eppure grande pare essere lo spiegamento di forze annunciato dai manifesti. Dalle 11 alle 19 animatori, clown, giocolieri e burattinai sono stati ingaggiati per animare l’incontro e distribuire “la calza omaggio” per prenotare la quale occorre anche chiamare un anonimo cellulare, chissà perché non un fisso.

Buon gusto, senso di opportunità politica, spirito di sobrietà e rigore, ad averli, avrebbero consigliato diversamente. Avrebbero consigliato di soprassedere almeno per quest’anno, visto che non è il primo, ad una kermesse di vecchio stampo che, oltre a non attirare più nemmeno i bambini meno smaliziati, qualche decina di migliaia di euro costerà pure.
Non c’era miglior modo per spendere questo denaro pubblico, se proprio doveva esser speso? Quante aule di scuole attendono una nuova mano di vernice, quanti giardini di ricevere nuovi giochi e panchine, quante strisce pedonali di essere ridipinte, quante buche di essere chiuse?

E se proprio si voleva fare “le beau geste”, lo stesso denaro, anziché spenderlo in calze e clown, visto che c’è poco da ridere poteva essere donato a sostegno della lotta alla fame nel mondo. Per fame, muore nel mondo un bambino ogni sei secondi, senza aver mai visto una calza della befana in vita sua. Già, ma lì è il terzo mondo mentre qui il paese di Pantalone. (red.)

Visita la nostra pagina di Facebook

32 COMMENTI

  1. … beh, per una Circoscrizione che non riesce a spendere 150.000 euro per il sociale, cosa volete che siano una quarantinadimilaeuro per la festicciola della Befana…..????

  2. Quanto è costata la festa pre -elettorale del Presidente e da quale voce di bilancio sono uscite tali risorse ?

    L’uso del cellulare è per realizzarae una lista di potenziali rierimenti elettorali ?

    Un plauso a VCB per il servizio pubblico che realizza nel nostro territorio.

  3. è scandaloso di questi tempi buttare il denaro pubblico in questo modo ! egregi signori del municipio ma credete veramente che basta una calza gratis ad un bambino per fare contenti i cittadini ?

  4. poi si offendono se uno glielo dice, come è già successo altre volte, ma anche questa volta la domanda è: dov’è l’opposizione ??

  5. Forse la Signora Oliva non è “abbastanza vecchia” da ricordare che mentre il deficit di bilancio nell’esercizio 1918-19 raggiunse i 22 miliardi di lire nel 1924-25 si realizzò una eccedenza attiva di 417 milioni!
    Forse i tempi bui sono solo questi.

  6. Suggerisco ai genitori di disertare questo evento, del tutto inutile per il nostro territorio.
    Piuttosto inviterei il Presidente a fare un “regalo” più gradito ai bambini del XX Municipio, ripristinare il Trasporto Scolastico, un DIRITTO !!!

  7. Quando c’è qualcosa che evidentemente sbaglia la maggiorana c’è sempre qualche “politilogo” che, ad orologeria, chiama in causa l’opposizione.
    Lo stesso atteggiamento che a livello nazionale ha permesso al Presidente del Consiglio Berlusconi per un anno di negare una crisi che il Partito Democratico aveva denunciato da tempo, mentre era tacciato da una parte di essere un’opposizione debole e dall’altra di essere demagogica.
    Signor Danilo capisco e comprendo la difficoltà di vedere sperperati soldi pubblici in questo modo, ma il reale problema sono i soldi (circa 7 milioni di euro) che il XX Municipio sta programmando di spendere per i servizi sociali attraverso il Piano Regolatore Sociale (PRS) nel quale il dipartimento del Comune di Roma in una lettera inviata il 16 Dicembre “evidenzia alcune divergenze tra i bisogni della comunità locale e i progetti che il Municipio intende avviare\realizzare”.
    Abbiamo più volte denunciato lo scandalo di un PRS che non risponde ai bisogni dei cittadini e non vorremmo che il problema scoppiasse quando i servizi alla persona, ai disabili, agli anziani iniziano a scarseggiare per una gestione fallimentare di una maggioranza che anche su questi temi, come nel caso della befana, riteniamo sia incompetente e sprecona.
    Non smetterò mai di ringraziare VCB e i tutti i giornalisti che ne fanno parte perchè gli ho sempre riconosciuto di essere stati i primi ad accendere i riflettori sul XX Municipio. Giornalmente danno un’informazione libera da condizionamenti esterni e continuano a dare un servizio d’informazione, come testimonia questo ottimo articolo, con dedizione e professionalità, ma, Danilo, le assicuro che il mondo non inizia e non finisce con VCB.
    Cordiali Saluti

    Daniele Torquati
    Capogruppo PD Municipio Roma XX
    danieletorquati@virgilio.it

  8. Invece di pensare ai bambini tutto l’anno se ne ricordiamo solo in campagna elettorale o durante le feste..quando invece cè da far realmente qualcosa per loro (asili,parchi..) es VIA Sulbiate o Via Di Valle Muricana, nessuno può far nulla .Ancora Complimenti a chi sperpera i nostri soldi.

  9. Signor Torquati, non allarghiamoci troppo, glielo dico simpaticamente…. il presidente Giacomini non è Berlusconi e lei soprattutto non è Bersani. Stiamo ai fatti, non me lo deve certo insegnare lei che il mondo non gira intorno a un giornale, ma se io ho chiesto dov’è l’opposizione è perchè stranamente l’opposizione, che non è solo il PD sbaglio? si fa viva solo quando viene sollecitata, come appunto è accaduto poco fa, sbaglio? Però se non era un giornale a sollevare un problema .. tutti zitti, sbaglio? e non è la prima volta, sbaglio ? Mamma mia quanti errori sto facendo oggi !
    La saluta un cittadino normalissimo, politologo a orologeria lo dica per favore a qualcun altro.

  10. 🙁 🙁 @ Danilo e Torquati….. ma l’opposizione della XX Circoscrizione. ad oggi è rappresentata ancora da: PD – SEL – GRUPPO MISTO (ex IDV ed ex FIAMMA) ???
    Se è così, vorremmo sapere come hanno votato al P.R.S. i Consiglieri che ne fanno ancora parte (o se qualcuno si è “allineato”)….

  11. …Cara Signora Oliva, la pregoooooo…. ma vogliamo mettere…..??? Vogliamo parlare seriamente o, visto che è Natale, confondere la “cioccolata”….. 🙂

  12. Signor Danilo, il mio intento non era quello di paragonare le persone, ma i concetti. Forse sarebbe il caso, per rendere dignità all’esempio, che Lei paragonasse il PRS municipale alla finanziaria e la befana (che rimane uno scandalo) agli anelli d’oro regalati da Berlusconi alle parlamentari, o sbaglio?
    La befana rimane uno scandalo e uno sperpero di denaro pubblico che dimostra il populismo e la demagogia di una classe politica. La befana scomparirà insieme alla demagogia e allo sperpero di denaro pubblico nell’attimo in cui Voi cittadini ci fate la cortesia di non votare più queste persone. Rimarrano invece i problemi di una programmazione di sette milioni di euro che cadranno sulla testa di 158.000 abitanti del XX Municipio. Così calza meglio il paragone?
    L’opposizione non è solo il PD, ha ragione, c’è anche (e solo) SeL, ma rimane il più grande partito rappresentato in XX Municipio, è giusto sentirsi chiamati in causa e sentire la responsabilità di essere chiamati in causa quando si parla di opposizione? O sbaglio?
    Stiamo ai fatti. Il PD è stato sollecitato sui lucchetti? e sugli affidamenti diretti alle associazioni? sul trasporto scolastico? Sul PRS municpale? Su Via Volusia? Sul crollo del Borgo di Cesano? Sulla voragine di Via Comparini? Sui marciapiedi “fai da te” a Ponte Milvio? Continuo…?
    Poco fa non si è trattato di rispondere ad una sollecitazione, ma di dimostrare attenzione ad un semplice, ma importante, commento di un cittadino, è una dimostrazione di presenza non di assenza… Sbaglio?
    Sono sei anni che denunciamo, non solo la festa della befana, ma il solito modo di fare del PDL che organizza feste invece di pensare ai reali problemi della gente nella più alta espressione del “panem et circenses”. Questo per dire che non contestiamo semplicemente la festa della befana ma un modo di fare politica figlio di una cultura non popolare, ma populista.
    Per non incorrere in altri errori la saluto cordialmente, ringraziandola (e non sono ironico) per avermi dato modo di esprimere la mia opinione in maniera più compiuta riguardo al tema.
    Mi scuso nel caso si sentisse offeso del “politologo ad orologeria”, ma ritengo, per quanto mi riguarda, molto più offensivo un suo “stranamente” riferito al nostro presunto silenzio.
    Cordiali Saluti

    Daniele Torquati
    Capogruppo PD Municipio Roma XX
    danieletorquati@virgilio.it

  13. Sono felice di apprendere che il Presidente Napolitano abbia suggerito ai cittadini di fare economia, ed io aspetto di seguire il buon esempio che certamente sarà dato da lui e anche da un governo di gente mai eletta e votata da nessuno ( alla faccia della democrazia) e stò ancora aspettando….
    In quanto alla festa della befana posso assicurare che non è finanziata con i soldi del PRS quindi il paragone del consigliere Torquati tra la festa della befana ed il PRS non ha proprio motivo di esistere. In quanto alla festa in se, io sono contenta del fatto che , anche in un periodo di vacche magre si riesca a fare un iniziativa pubblica e gratuita dedicata ai bambini , festa per la quale si registra grande adesione. In quanto alle elezioni, sono convinta che molte delle persone che scrivono su questo blog non voteranno PDL, ma sono altrettanto certa che molte altre che a questo blog non si rivolgono, al contrario votano PDL . Ad oggi i dati elettorali sono abbastanza chiari. Rispetto la vostra opinione e rispetto anche e sopratutto quella di decine di migliaia di cittadini che votano PDL. Rispetto ancor di più l’opinione di quei cittadini senza condizionamenti ideologici che hanno la capacità di valutare in modo equibrato i fatti dando il giusto peso e significato alle azioni…

  14. Vorrei ritorna regazzino pe vede tutto rose e fiori.
    Purtroppo essenno cresciuto me so accorto che sta scenografia se ripete tutti l’anni .
    Er regazzino se diverte , er genitore magna a sbafo, er politico se fa bello , er giornalista slinguazza con’pezzo da grido per politico e se tira avanti .
    Na giornata da scrocca e 365 da dimentica .
    Dignita Dignita ndo stai perche nun vai a trova sta gente , fatte vede na vorta , fatte senti da sti commercianti da democrazia.
    A me sembrano peggio de truppe d’occupazione .
    Nun ve preoccupate de me so come tanti che fanno Bu Bu e poi gnente.

  15. Veda, Egregia Clarissa, il tempo del credere obbedire e combattere è finito da parecchio e pure quello della “lesa maestà”. Lei da per scontato che chi critica l’operato di un’amministrazione PDL debba essere per forza del PD. Errore molto grossolano il suo, me lo consenta. Si può essere in disaccordo su un fatto specifico pur essendo in accordo sulla linea generale. O lei crede, anzi vorrebbe che gli elettori PDL fossero tutti come le tre scimmiette che non vedono non sentono e non parlano ?
    Ed ora, egregia Clarissa, visto che lei è così bene informata mi spieghi per favore una cosuccia: se i soldi spesi per la befana non sono stati presi dal piano del sociale, da quale altra voce di bilancio sono stati attinti ?
    Veda, vorrei proprio tanto capire come vengono spesi i MIEI soldi.
    Resto in attesa e la saluto distintamente.

  16. Mi associo ad Urbano e resto in attesa anche io.

    Nel frattempo mi permetto di ribadire che i bambini non hanno bisogno di caramelle e cioccolatini.

    E’ bello fare i sorrisini di circostanza mentre viene “donata” loro la calza, sapendo che dal 9 gennaio dovranno riaffrontare il freddo mattutino per recarsi a scuola a PIEDI !!!

  17. Concordo pienamente con Urbano: anche io vorrei sapere da quale voce di bilancio siano stati attinti i soldi per la festa del 6 gennaio.
    In alternativa, come avrebbero potuto essere utilizzati? Rispetto a cosa si è preferito invece spenderli per la “Befana del XX Municipio”?

  18. Ma Clarissa chi? La consigliera Casasanta ‘fida’ delegata del Presidente alle Politiche sociali che ha fatto mandare in economia ben 150mila euro destinati al Sociale del Municipio XX?

  19. Cara Monica, se la “Clarissa” che ha scritto l’intervento del 4 gennaio è davvero la consigliera Casasanta, allora le risposte alle nostre domande le potrà dare! 😉

  20. ERRORE, CLARISSA !!!!! hai detto che “….In quanto alla festa in se, io sono contenta del fatto che , anche in un periodo di vacche magre si riesca a fare un iniziativa pubblica e gratuita dedicata ai bambini , festa per la quale si registra grande adesione…” L’INIZIATIVA NON E’ GRATUITA !!!! (…e spiegaci come fai a sapere che registra “grande adesione” ….) NEL SENSO CHE E’ COSTATA SOLDI PUBBLICI CHE, A MIO MODESTISSIMO PARERE, SI SAREBBERO POTUTI SPENDERE IN MODO PIU’ UTILE….

  21. Per Clarissa:
    io non voto PDL, ma neppure PD.
    Non sono mai andato alle Feste dell’Unità e non vengo nemmeno a questo squallido teatrino. Perchè dovrei prenotare una calza ?
    E che cosa c’è dentro? Caramelle ? cioccolatini ? Torroni ?
    E la famiglia che cosa ha da festeggiare ?
    Io al Presidente Giacomini gli metto solo carbone nella calza !
    comunque col suggerimento di Monica, io ci provo.
    … Clarissa, ci dica, lei è la delegata alle politiche sociali?

  22. clarissa, io convengo con te che molti di coloro che scrivono su questo blog non voteranno PDL, ma osservo che:
    1. non necessariamente essi voteranno PD.
    2. ci sono molti che leggono solamente, ma non scrivono.
    Allora io mi permetto di citarti alcune parole di gianni, un caro amico, che mi ha scritto tempo fa: ” non dimenticatevi che, una volta eletti, avete il dovere di esprimere la volontà popolare e farvi portavoce, anche presso le altre istituzioni, delle esigenze e delle proposte di tutta la cittadinanza e non solo degli elettori che Vi hanno votato”.
    Io condivido queste parole al 100% e dunque eviterei d’ora in poi sempre ogni riferimento ai partiti, quando si giudicano gli effetti di un’iniziativa, altrimenti potrebbe passare l’idea che tali iniziative sono fatte in funzione meramente elettorale.
    Un piccolo appunto però anche alla Redazione…
    “lo sforzo di risanamento del bilancio deve essere portato avanti con rigore e con attenzione” ha detto il presidente Napolitano … non si può sentire …
    Risulta da una nota del Quirinale che il personale complessivo è di 2181 dipendenti. Di questi, gli addetti di ruolo alla Presidenza ammontano a 1095 unità. Tra loro ci sono 108 dipendenti in diretta collaborazione con i vertici della Presidenza: e poi 1086 militari – tra loro i 297 corazzieri – e addetti alla polizia e alla sicurezza. Un organico superiore di 587 unità a quello del 1998.
    Difficile che Napolitano possa essere preso in esempio da Giacomini…
    Se il XX Municipio è Famiglia in Festa, il Quirinale è tante Famiglie in Festa … e sempre …

  23. Il Presidente più volte parlando agli italiani ha chiesto sacrifici. Ora un “capo” che si rispetti, qualunque sia il grado o la posizione che occupa, dovrebbe improntare la sua azione di comando al rigore, efficienza, sobrietà e giustizia. Un “capo” dovrebbe essere soprattutto d’esempio per i suoi sottoposti.
    Potrebbe pertanto cominciare con il tagliarsi lo stipendio del 50%……..

  24. Mo me so proprio stufato.
    A me da befana e da carza portata a quarcunio magari sempre i stessi nun pe frega de meno .
    Abito a Valle Muricana e nun abito ni quartieri arti VOJO ESSE rispetato come quelli der FLEMIG, de Vigna Stelluti , de Ponte Mollo , dell’Olgiata .
    A sto Signore Je ricordo che; nun c’avemo manco na panchina pe mettese a sede,
    hanno fatto quattro strade eresto e’KABUL, i regazzini giocano pe strada , l’anziani nun sanno do na strutture chiuse mai aperte che dovemo fa , dovemo fa casino pe facce rispetta , oppure c’e quarcuno che Je rimasto n’po de cervello?
    Ma che me frega der colore , ma quarcuno vole che me fodero l’occhi cor prosciutto pe nun vede magari che se buyttano 25000,00 Euri pe n’arbero finto vedi er comune de Roma.
    Oppure posso di che a me da Ricciarelli nun me po frega de meno rispetto ai problemi che vivemo tutti i giporni .
    Oppure me devo fodera l’occhi cor prosciutto se vedo l’inciuci che fanno sti politicanti co e parrocchie locali .,
    Cristiani vordi potesse guarda’ n faccia co na certa dignita’ .
    E chiacchere stanno a zero

  25. Boh , il presidente …le parole in determinati momenti possono essere dei fatti ma come diceva un Tale , le mie parole vengano dopo i fatti.

    Una cosa era la BF , questa è solo una “carzata”.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome