Home ATTUALITÀ Prima Porta, Cimitero Flaminio: domenica di pulizie nel riquadro ebraico

Prima Porta, Cimitero Flaminio: domenica di pulizie nel riquadro ebraico

Domenica 25 settembre, nel riquadro ebraico del Cimitero Flaminio d Prima Porta si è svolta una mattinata di pulizie straordinarie, alla presenza del presidente di Ama, Piergiorgio Benvenuti, del presidente della Comunità Ebraica di Roma, Riccardo Pacifici, e del presidente del XX Municipio, Gianni Giacomini. Ama ha fornito supporto tecnico, operativo e logistico mentre dipendenti dei Servizi Cimiteriali e della Multiservizi hanno collaborato con i cittadini di religione ebraica nella pulizia del riquadro privato che ospita le tombe dei propri defunti.

Lo comunica una nota di AMA spiegando che, ai cittadini coinvolti nell’iniziativa, l’Azienda ha fornito tutti gli strumenti e le attrezzature necessarie per lavorare in sicurezza: rastrelli, pale, sacchi, scope, decespugliatori e furgoni. La visita ha consentito inoltre di individuare alcune ipotesi di soluzioni per alcune criticità, come la manutenzione dell’area esterna al Tempio ebraico, che risale al 1995, una più accurata e costante manutenzione degli spazi comuni “a verde” intorno alle tombe a terra, la manutenzione delle fontane per l’erogazione dell’acqua corrente e il posizionamento di un maggior numero di cassonetti per il conferimento dei fiori.

Il presidente Pacifici, anche a nome dei volontari coinvolti, ha ringraziato Benvenuti per questa rinnovata collaborazione fra Ama e la Comunità Ebraica. Infine, il presidente Benvenuti e il presidente del XX Municipio Giacomini hanno ravvisato la necessità di un piano di manutenzione più vasto dell’ intera area cimiteriale del Flaminio, verificando anche l’efficacia di alcune misure messe in campo dall’Azienda per risolvere il problema della presenza dei piccioni: un fenomeno che crea disagi agli utenti e danni alle tombe, come peraltro già denunciato dalla stampa mesi addietro (leggi qui).

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome