Home ATTUALITÀ Servizi anagrafici porta a porta nel XII Municipio. E nel XX ?

Servizi anagrafici porta a porta nel XII Municipio. E nel XX ?

Dal sito TorrinoNews apprendiamo della rivoluzione in atto nel servizio anagrafico del XII Municipio: ora è possibile richiedere un certificato o fare la carta di identità direttamente sotto casa, grazie a un camper che raggiunge le zone più periferiche del Municipio. Perchè ne parliamo ai nostri lettori di Roma Nord? Un attimo di pazienza.

Prima spieghiamo che dai prossimi giorni, nel XII Municipio, in determinati giorni ed orari le persone anziane, quelle con difficoltà a spostarsi, quelle che non possono prendere permessi dal lavoro per fare un certificato, potranno  rivolgersi agli operatori di un camper attrezzato, fornito di computer collegati con l’anagrafico centrale e che stazionerà a turno nelle zone più periferiche del territorio del XII Municipio, ai quali chiedere qualunque servizio normalmente fornito allo sportello di un ufficio anagrafico municipale.

Come è stato realizzato questo “miracolo”?
Lo spiega il Presidente del Municipio, Pasquale Calzetta, che a TorrinoNews ha dichiarato: “Abbiamo avuto l’autorizzazione del servizio anagrafico centrale che, attraverso i router del Comune, permette l’ingresso da una linea esterna e il camper ci è stato dato dall’autoparco del Comune di Roma. E’ stato inoltre costituito un fondo per la retribuzione del personale grazie anche al sostegno dell’assessore al Personale del Comune di Roma, Enrico Cavallari, …. sono particolarmente orgoglioso perché il nostro è il primo Municipio di Roma a realizzare questo progetto”.

Complimenti al presidente Calzetta (PdL)  e felicitazioni ai nostri concittadini dell’Eur e zone limitrofe che ora possono disporre di un servizio pubblico della massima utilità.  E veniamo a noi, cittadini di Roma Nord.

VignaClaraBlog.it non rivendica meriti nè alcuna paternità. Vogliamo solo ricordare ai nostri amministratori locali il proverbio “volere è potere”.
Bastava volerlo ed un servizio analogo poteva essere in vigore nel XX Municipio da oltre due anni a servizio delle migliaia di cittadini di Ponte Milvio, della Farnesina, del Fleming, di Vigna Clara, di via Cortina D’Ampezzo, della Cassia che da tempo memorabile attendono l’apertura di un ufficio anagrafico decentrato in uno di questi quartieri e che, in assenza dello stesso, debbono recarsi, in orari impraticabili, a Prima Porta, a La Storta ed addirittura a Cesano per fare un certificato od una carta d’identità.

E’ vero, da Marzo 2010 i certificati, ma non tutti, si possono fare anche on-line (leggi qui), ma vi sfidiamo a contare quanti anziani, quante persone sole, quanti non informaticamente alfabetizzati siano in grado di farlo.

Non rivendichiamo meriti nè paternità. Ci teniamo solo a ricordare la nostra campagna ” in20amoci un XX migliore ” (clicca qui)  lanciata nel 2007 alla quale aderirono centinaia di cittadini. Una campagna di cui parlarono diverse agenzie stampa ed addirittura La Repubblica, Il Messaggero ed Il Quotidiano della Sera segnalandola come una buona occasione di democrazia partecipata il cui risultato sarebbe stato utile a stimolare e fornire un contributo all’azione amministrativa dei Consiglieri e della Giunta del XX Municipio.

Nell’ambito della stessa, uno dei tanti suggerimenti proposti dai cittadini ed offerti, purtroppo senza alcun esito, all’attuale Consiglio  del Municipio, subito dopo il suo insediamento, riguardava proprio l’istituzione di un camper attrezzato ad ufficio mobile per portare i servizi a casa dei cittadini con difficoltà a muoversi.

Era, ed è – lo dimostra il XII Municipio -, un’ottima idea a basso costo ma ad alto valore sociale, e quindi la inserimmo nella lettera inviata il 10 giugno 2008  (clicca qui) al Presidente del Consiglio ed ai Capigruppo.
Lettera mai riscontrata, neanche con un “no grazie”, tanto a significare che è bene che i cittadini si astengano dal proporre alcunché in materia di gestione della cosa pubblica. Ma tant’è.

Oggi scopriamo che l’obiettivo del servizio istituito nel XII Municipio è esattamente lo stesso alla base del nostro suggerimento: fornire servizi praticamente “porta a porta” agli anziani, ai non possessori di auto, a chi ha difficoltà a muoversi nel grande territorio del XX Municipio, 187 km quadrati, e scopriamo che per realizzarlo c’è voluto molto poco. E’ bastato volerlo. Perchè volere è potere.

Edoardo Cafasso

© riproduzione riservata – proprietà EdiWebRoma

Visita la nostra pagina di Facebook

3 COMMENTI

  1. Sul basso costo avrei qualche perplessità… non perché non sia possibile, anzi, ma per un’endemica tendenza a svalutare il denaro pubblico in iniziative clientelari e di scarsa utilità sociale.
    Uno sportello nel deserto del “nuovo” mercato coperto di via Riano sarebbe a “costo” persino inferiore…, o no?

  2. No caro Sor Chisciotte, uno sportello costa di più perchè devi pagare un affitto per tutto il mese anche se per assurdo apri l’ufficio solo due volte a settimana. Ed inoltre sono i cittadini a dovercisi recare.
    Un camper, anche se lo compri nuovo, lo ammortizzi, e ti costa solo di assicurazione e di benzina per le sole volte che lo usi. E per di più ti porta i servizi sotto casa.
    Che vuoi di più dalla vita ? Te lo dico io…. andare a vivere nel XII municipio !!

  3. La maggior parte di queste problematiche , verrebbero risolte con l’adozione della carta d’identità elettronica.
    Questa consentirebbe di ricevere via mail a casa , tutti i documenti per i quali invece bisogna “perdere-impiegare” tempo alla circoscrizione.
    In più avrebbe un costo decisamente ridotto rispetto ad un pulmino e consentirebbe altri benecifi e servizi per il cittadino.
    Siamo stati i primi in Europa ( prima carta a Ciampi ) e chiaramente ora siamo gli ultimi.
    “Persino” dalla Romania arrivano con le carte d’identità elettroniche !

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome