Home ATTUALITÀ XX Municipio – Torquati (PD): quanto costa ai contribuenti il numero verde...

XX Municipio – Torquati (PD): quanto costa ai contribuenti il numero verde 800636800?

In una nota odierna, Daniele Torquati, consigliere PD del XX Municipio, dichiara: “Dopo la trasmissione di Venerdì 7 su Roma Uno TV, dove mi sono confrontato con il Presidente Giacomini sulle questioni della sicurezza nel XX Municipio, mi sono sorte ancora più domande su come il Municipio Roma XX sta gestendo la questione della sicurezza e in particolare ho avuto ancora più dubbi sull’efficienza e sull’operato del numero verde messo a disposizione dei cittadini.”

“Il numero verde è una parte del cosiddetto progetto Quadrilatero Roma XX, progetto finanziato dalla Regione – ricorda Torquati –  che ha l’obiettivo esercitare una continua e capillare azione di controllo e prevenzione sul territorio attraverso la quale si cerca di debellare sul nascere la creazione di nuove baraccopoli e di fenomeni di degrado e inciviltà urbana. Per questo proprio oggi ho protocollato un’interrogazione nella quale chiedo la spesa effettiva del progetto e soprattutto i tabulati di tutte le telefonate, in entrata e in uscita, del famoso numero verde. Vogliamo avere maggiore sicurezza nei nostri quartieri, – conclude – ma soprattutto vogliamo la certezza che i soldi dei cittadini siano spesi bene e non sperperati.”

NdR: A tal proposito ricordiamo che a Gennaio 2010, a cento giorni dall’attivazione, VignaClaraBlog.it ha già fatto il punto del progetto con il Presidente Giacomini quantificando numero e tipologia delle chiamate ricevute in quel lasso di tempo (leggi qui): “Sono state circa 200 le chiamate, – ci disse – aggregabili in tre macro-aree: automobili e motorini abbandonati, alberi pericolanti e buche e strade dissestate” . La stessa domanda gliela abbiamo posta qualche giorno fa nel corso di un veloce colloquio. “Il trend è lo stesso – ci ha risposto il Presidente – ma l’importante è dare risposte concrete ad ogni segnalazione e noi le diamo”.  Sarà ora interessante conoscere tutti i dettagli che saranno dati in risposta all’interrogazione di Torquati.

Visita la nostra pagina di Facebook

6 COMMENTI

  1. Torquati parla senza cognizione di causa. Il Quadrilatero Roma XX, è un progetto finanziato dalla Regione Lazio, grazie al quale sono state realizzate molte cose e non soltanto il numero verde. Grazie a questo progetto, nei prossimi giorni verranno bonificate alcune aree, ( si è iniziato con il chiosco abusivo presente sulla via Cassia, angolo Via Due Ponti ). Grazie a questo progetto sono stati installati alcuni impianti di video sorveglianza ( Piazzele Ponte Milvio e Piazza Saxa Rubra ). Grazie a questo progetto è stata realizzata una nuova sala operativa presso il Comando della Polizia Municipale del 20° Gruppo, dotata di monitor collegati H 24 con le telecamere. Grazie a questo progetto, 4 associazioni di Protezione Civile, accreditate con il Municipio, controllano quotidianamente le aree verdi del nostro territorio. Grazie a questo progetto, i cittadini dalle ore 9.00 alle ore 16.00 possono usufrire di un numero verde che consente di raccogliere le loro segnalazioni. Forse questo progetto non risolverà tutti i problemi del nostro territorio, ma sicuramente si rivelerà utile. Detto questo, Torquati dovrebbe fare due cose: 1) Lagnarsi con la Giunta Marrazzo che ha finanziato il progetto del Quadrilatero Roma XX; 2) Domandarsi cosa ha fatto Veltroni o l’Assessore Tuadì per migliorare la sicurezza della nostra città. Cons. Giuseppe Calendino

  2. Ma per raccogliere segnalazioni non basterebbe un numero di fax o un indirizzo email? Ogni tanto scrivo al presidente Giacomini sulla email del sito municipale, ma nessuno ha mai risposto. il problema non è come segnalare il degrado, ma è cosa accade delle segnalazioni… di motorini abbandonati è piena la Cassia, ma restano lì, a via Gradoli si sono viste solo le telecamere ma non i controlli, del chiosco sono stati rimossi i teloni, ma le strutture arruginite sono ancora lì, della pubblicità abusiva dei partiti politici nessuno se ne occupa, i parchi sono mal tenuti perchè secondo il cons. Calendino non ci sono i soldi per acquistare le zappe, si smontano giochi dai giardini pubblici e dopo cinque mesi nessuno li sostituisce, la metropolitana si allontana e la vedranno i miei nipoti, forse… Ma siamo sicuri che questo sia governo del territorio?

  3. Calendino, ci dica anche i costi, perchè tutto ha un costo e come dice il proverbio l’impresa deve valere la spesa. Quanto costa tenere in piedi questo benedetto numero verde, quanto date alle 4 associazioni, quanto costa tenere una sala occupata in municipio. Insomma ci dica costi diretti ed indiretti sostenuti per ricevere una media di 2 segnalazioni al giorno…. ipse dixit.
    Grazie e resto in attesa di sue risposte.

  4. Oltre ai costi sarebbe forse opportuno capire esattamente cosa fa (o non fa) questo servizio. Porto un piccolo esempio:
    dall’inizio di aprile (ma forse anche prima) una vettura è stata abbandonata in via del Nuoto, l’assicurazione scaduta da mesi e d il lunotto posteriore in frantumi come da foto.
    Visto che la Polizia Municipale non ha una email e non si preoccupa di rispondere alle segnalazioni dei cittadini ho pensato di provare questa nuova opportunità.
    Ecco come sono andate le cose:

    chiamo il 16.4.2010 alle 13:20 occupato
    chiamo il 16.4.2010 alle 13:23 risponde:

    Sor Chisciotte – “Vorrei segnalare un’auto abbandonata”

    Quadrilatero – “È una Ford rossa?”

    Sor Chisciotte – “Prego?”

    Quadrilatero – “È una Ford rossa?”

    Sor Chisciotte – “…(?)… No”

    Quadrilatero – “Ah, dica…” (quasi stupita…)

    Sor Chisciotte – “Si tratta di una FIAT…” e comunico modello e targa.

    Quadrilatero – “Mi da i suoi dati?”

    Comunico i miei dati e la signora ringrazia e saluta…

    Sor Chisciotte – “Ma – scusi – dov’è l’auto non vi interessa?”

    Quadrilatero – “Ah, già…, mi dica…”

    Ha voluto – nuovamente – i miei dati (senza chiedermene autorizzazione all’uso o trattamento) ed abbiamo chiuso la conversazione.

    Sono passate più di 3 settimane e come dimostra questa foto allegata la machina è ancora là, con i vetri in frantumi e la polizia municipale è certamente passata per la strada a multare auto in divieto di sosta.

    Saluti
    Sor Chisciotte

  5. Mesi fa il gruppo del PD ha presentato al Presidente del Municipio una interrogazione ed un successivo sollecito al fine di avere delle informazioni relativamente al progetto quadrilatero, circa i tabulati e la percentuale di casi risolti.
    Ad oggi non abbiamo avuto risposta.

    Francesco Scoppola
    PD

  6. Chi parla senza cognizione di causa non sono io. Anche perchè non ho mai detto che il Progetto del Quadrilatero Roma XX sia riconducibile solo al numero verde (cit. “Il numero verde è una parte del cosiddetto progetto Quadrilatero Roma XX”).
    Quindi io chiedo solo se questo numero verde sia utile, quanto venga utilizzato dai cittadini e quanto sia costato al XX Municipio.
    Perchè buttarla sempre sulla politica? Perchè dire di lagnarsi con la Regione Lazio che ha finanziato? La Regione Lazio ha finanziato e il Municipio spende, pertanto è compito del Municipio spendere bene. Non servono polemiche strumentali sul passato, non risolvono nulla e non danno alcun contributo alla discussione e alla risoluzione dei problemi.
    Infine perchè sviare il discorso e non dire direttamente: “Torquati il numero verde funziona a pieno regime e ha ricevuto “queste” telefonate, con le quali abbiamo risolto “questi” problemi”?
    Il mio obiettivo è quello di dare un contributo all’amministrazione municipale e cercare di far capire all’amministrazione stessa che se non serve il numero verde si può, anzi si deve, togliere ed utilizzare quei fondi per un’altra iniziativa.

    Daniele Torquati
    Cons. Municipio Roma XX -Gruppo PD-
    danieletorquati@virgilio.it

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome