Home ATTUALITÀ XX Municipio – Torquati (PD): presto il collaudo della scala esterna alla...

XX Municipio – Torquati (PD): presto il collaudo della scala esterna alla Mengotti

“Finalmente il Consiglio del XX Municipio di Roma, nella seduta di oggi, ha approvato la Risoluzione che chiede l’immediato collaudo della scala antincendio della scuola Mengotti” Lo dichiara Daniele Torquati, consigliere PD e vice-presidente della commissione scuole, secondo cui questa votazione è un passaggio  tanto importante per quanto la questione sia semplice da realizzare: un banale collaudo di una scala realizzata due estati fa che ad oggi non può essere ancora utilizzata.

“In cima ai problemi riscontrati negli edifici scolastici – ricorda Torquati – c’è l’inadeguatezza delle vie di fuga e la presenza di cornicioni pericolanti e soprattutto appena il 20% delle scuole ha conseguito il certificato di prevenzione antincendio. Ora, dopo le molte lettere di sollecito, il XII Dipartimento, con la votazione della mia proposta, deve assolutamente provvedere all’immediato collaudo in tempi brevi così da permettere agli operatori scolastici di realizzare il piano antincendio con l’utilizzo della scala.”

precedenti articoli correlati:
VignaClaraBlog.it solleva il problema a Novembre 2008
dopo la Mengotti, altre scuole a rischio in tutta Roma
situazione delle 4 scuole del quadrante Farnesina

Visita la nostra pagina di Facebook

13 COMMENTI

  1. Se è stata fatta evidentemente ci voleva, d’altra parte come ho letto nell’articolo il problema era stato denunciato a novembre 2008 ma a quanto pare nessuno in municipio si era mosso. Chi doveva darsi da fare, l’assessore ai lavori pubblici, l’assessore alle scuole ? Non si capisce mai di chi è la responsabilità in questi casi.

  2. Come ho spiegato in aula non è mio costume presentare risoluzioni per degli interventi così specifici, ma in questo caso è stato doveroso. Dopo sette mesi di attesa era un passo che si doveva fare. Le responsabilità e di chi non lo aveva sollevato prima e di chi non lo realizza, ovvero il XII Dipartimento del Comune di Roma, spero che nei prossimi giorni la scala sia collaudata e se così non fosse le responsabilità saranno più chiare di quelle attuali.

    Daniele Torquati -Gruppo PD-
    danieletorquati@virgilio.it

  3. mi sono informato e, come pensavo ma non avevo ancora detto, si tartta della classica risoluzione “politica”, tanto per far credere che grazie a qualcuno si fà qualche cosa….
    Al XII Dipartimento il collaudo era già stato chiesto dall’Ass. Erbaggi fin da gennaio ma il tecnico del Comune poi sembra che sia cambiato (non ho capito se è andato in pensione) e come spesso succede le cose si perdono per strada quando cambia una persona.
    Inoltre mi hanno detto che anche l’ufficio tecnico del Municipio ha fatto richiesta al XII a febbraio e a maggio.
    In sintesi non c’era bisogno di nessuna risoluzione….

    p.s. la scala, nel frattempo, è in sicurezza…
    p.s.2 torquati ma lei lo sa che il XII deve fare il collaudo a prescindere dalla sua risoluzione?

  4. Penso che il consigliere Torquati lo sappia, ma se il Comune non provvede e manca (come mi sembra) una stretta collaborazione tra consiglieri e assessori del XX Municipio, portare in Consiglio una propsta di risoluzione, mi sembra proprio la mossa giusta

  5. Caro sig. Gianni, se lei è lo stesso Gianni di un altro commento nel quale dice che per la prima volta in viata sua vede un”amministrazione di municipio, il nostro, vicina ai cittadini e di essere rimasto addirittura di stucco nell’interfacciarsi con il Presidente Giacomini e con l’assessore Erbaggi per quanto sono risolutori e decisionisti, ecco per cortesia, visto che lei ha un canale preferenziale tanto da riuscire ad ottenere tutte queste informazioni come quelle che ha scritto qui, sempre per cortesia può dire all’Ass.Erbaggi che il suo dovere non è chiedere ma ottenere ? Quante volte è andato al comune a sbraitare perchè facessero questo benedetto collaudo ?
    Troppo facile dire dire “l’ho chiesto a gennaio”. E allora ? E averlo chiesto l’autorizza a dimenticarsi del problema ?
    E se scoppiava un incendio, un incidente da dove sarebbero fuggiti i bambini, da una scala non collaudata che magari gli crollava sotto i piedi ?
    In tal caso secondo lei sarebbe bastato dire “io il collaudo l’avevo chiesto” per mettersi a posto la coscienza ? Oppure sarebbe intervenuto con i suoi poteri stuccanti a reggere la scala ?
    La verità è una sola, che se noi mamme non ci rivolgevamo a questo blog che ha denunciato il caso per conto nostro, oggi saremmo state ancora come eravamo due anni fa, perchè un’altra cosa va detta: questa scala e’ stata finita a metà 2007 e dopo 2 anni stiamo ancora parlando di chi come quando e dove dovrà fare il collaudo !

  6. Sig. Gianni, lei forse deve ancora una volta farsi spiegare bene come sono andate le cose e questa, se non ricordo male, non è la prima volta. Spiego dall’inizio.
    Nel Novembre scorso mi è stata sottoposta la questione da alcuni genitori, dopo due giorni ho richiesto una convocazione della commissione scuola sul posto e personalmente ho contattato l’Ing. Dainotti del XII Dip. il quale si è puntualmente reso disponibile.
    In quell’occasione abbiamo riscontrato delle modifiche da apportare alle stecche della scala in questione. Nel mese successivo la ditta realizzatrice della scala ha apportato le dovute modifiche.
    Subito dopo è stata mia premura protocollare una proposta di risoluzione che chiedeva il collaudo, in quell’occasione mi è stato proposto di ritirare la risoluzione con l’assunzione di responsabilità da parte dell’assesorato ai LLPP del XX Municipio che aveva grarantito di prendersi a cuore la questione e richiedere l’urgente e dovuto collaudo. Io con estrema responsabilità istituzionale decisi di ritirare la risoluzione, perchè non è mio costume redigere atti così specifici e soprattutto così scontati.
    Quindi ho richiesto tramite una lettera all’Assessore ai LLPP e al Presidente del XX Municipio l’immediato collaudo, che fino ad oggi non è stato effettuato.
    Dopo sei mesi di lettere e di solleciti da parte mia ho sentito il dovere di far pronunciare il Consiglio tutto e soprattutto di rendere la richiesta una richiesta formale e tramite una votazione istituzionale.
    Per concludere in mio possesso ho solo una lettera di richiesta di collaudo da parte dell’ufficio tecnico protocollata due giorni prima della votazione in Consiglio, quindi 10 giorni dopo la presentazione del mio atto.
    Per evitare polemiche inutili e quantomeno sterili ho evitato nel mio comunicato, dopo sette mesi di lunga attesa, di esplicitare le evidenti mancanze del Municipio Roma XX e del Comune di Roma, perchè non è mia abitudine polemizzare inutilmente, in quanto a me interessa risolvere il problema, ma a quanto pare non se ne può far a meno.
    Forse siamo abituati troppo spesso alle risse di Porta a Porta piuttosto che alla reale situazione dei fatti. Ma questa è tutta un’altra storia.
    Nonostante ci siano cittadini, imprecisi e polemici, come lei Sig. Gianni, sento il dovere di portare avanti delle battaglie serie e concrete come sono solito fare, evitando polemiche e andando dritto alla risoluzione dei problemi. Per questo sono stato votato e per questo sono in Municipio.
    Rimanendo sempre a disposizione e con la rafforzata consapevolezza che forse qualche volte sarebbe meglio rimanere in silenzio, saluto tutti i lettori di questo blog e anche lei Sig. Gianni.

    PS Lo sa Sig. Gianni che anche se la scala antincendio è in sicurezza non si può utilizzare? E che se non si utilizza è come se non ci fosse?

    PS Lo sa Sig. Gianni che il collaudo lo si deve far a prescindere e il Municipio lo deve richiedere e lo deve ottenere nel caso non ci sia? Lo sa che i collaudi si realizzano nonostante i tecnici vadano in pensione? E lo sa che la pubblica amministrazione non può fermarsi davanti ad un pensionamento?

    Ultimo PS LO SA CHE DOPO LA MIA RISOLUZIONE IL COLLAUDO SI FARA’?

    Daniele Torquati -Gruppo PD-
    danieletorquati@virgilio.it

  7. bene la scala alla Mengotti.
    MA PER LA SCUOLA ANGELINI DI CESANO CHI CI DEVE PENSARE?
    VENITE A VEDERE QUELLO CHE SUCCEDE ALL’INGRESSO E ALL’USCITA DEI SCOLARI, SI BLOCCA TUTTO.
    SONO ANNI CHE PARLANO DI FARE MA TUTTO RIMANE COSI’.
    NON ESISTE UN’ORGANO ISTITUZIONALE PER VERIFICARE SE TUTTO E’ A NORMA IN BASE ALLA LEGGE 626 ED ALTRE NORMATIVE IN MERITO, MA SE C’E’ UN’EMERGENZA?
    A VOLTE E’ PROBLEMATICO USCIRE ANCHE ALL’AMBULANZA DEL “118”

  8. Caro torquati,

    la seguo da tempo e vedo che lei è l’unico dell’opposizione che ha scelto un indirizzo politico preciso che, badi bene, non disapprovo dal suo punto di vista ma che non accetto.
    Lei fa niente di più niente di meno un po’ di paura mediatica: es. nomadi osteria nuova (mai pensato dal comune di metterli lì…), pup vari, scale antincendio, tetti di scuole… tutte cose che come le presenta lei sembrerebbero vicino alla tragedia, fatte con impicci sotto o quant”altro… vabbè ognuno fa politica come vuole… io sono dalla parte dei concreti con poche chiacchere come questa amministrazione.
    Per carità non tutto va bene e non tutti sono bravi e attenti alle problematiche sul territorio. Le dirò subito che ho parlato con l’Ass. Erbaggi il quale mi ha fatto un quadro lusinghiero sulla sua persona (anche questo mi succede per la prima volta tra persone di partiti opposti) ma io con lei spesso non mi trovo d’accordo…
    Le rispondo ai suoi ps:
    1 – lo sa che se per disgrazia dovesse succedere qualcosa la scala antincendio si può utilizzare perchè lei è perfettamente a conoscenza che la scala, pur priva di certificazione, è perfettamente idonea?

    2 – mi perdoni ma è esattamente quello che ho detto io. infatti per questo motivo la risoluzione non serve…

    3 – invece lei lo sa che si farà a priori e che la sua risoluzione non cambia proprio niente? come ha detto lei si deve fare a priori, se non viene fatta qualche tecnico dovrà risponderne… meno demagogia grazie.

  9. Egregio Gianni, visto che lei ha il filo diretto con l’assessore Erbaggi, se non rimane sempre di stucco mentre gli parla gli può ricordare che oltre a qualche tecnico anche lui dovrà risponderne ? Lo sappiano tutti, una scala anche se idonea, ma chi lo dice che è idonea, lei ? e chi è lei ? ma non collaudata non può essere assolutamente usata e se le maestre la facessero usate verrebbero denunciate dal direttore ! Si informi, meno demagogia la chiediamo noi genitori a lei.

  10. Sig. Gianni sono veramente contento che mi segue e che dal mio punto di vista approva il mio modo di fare opposizione. Ma ho come l’impressione che lei sia più di parte di me, che rappresento un partito politico.
    Le risponderò per punti:
    1 Campo Nomadi Osteria Nuova: la zona di Santa Maria di Galeria è stata individuata da una delibera di Giunta del XIX Municipio, su richiesta del Comune di Roma. Quello che contesto io, e continuo a contestare, sono le linee programmatiche del Sindaco, nel merito, ovvero i Campi Nomadi Fuori dal Grande Raccordo Anulare. Fuori dal GRA vuol dire in periferia. Per me questo è inaccettabile perchè vorrebbe dire aumentare le criticità in zone già sature di problemi anche di tipo sociale. Lei dice che il Comune di Roma “non ha mai pensato di mettrli lì”. Falso. Le ricordo che il 3 Marzo scorso, in Consiglio Comunale, l’intera PDL ha respinto la mozione di contrarietà alla localizzazione del Campo Nomadi a S.Maria di Galeria, presentata dagli esponenti del PD.
    2 Tetti scuole: Nella scuola Media di Cesano, nella classe 2A, al secondo piano, c’è una lesione che percorre l’intero pavimento. Lo stabile è degli anni ’30, se ci fosse suo figlio lei sarebbe preoccupato? In più nella stessa classe ogni giorno di pioggia puntualmente ci sono infiltrazioni di acqua. L’ufficio tecnico è intervenuto ben cinque volte. La mia proposta di risoluzione, che giace ancora nelle commissioni, chiede un leggittimo rifacimento di quella parte di tetto. Le sembra troppo? E’ troppo demagogico? Io dico concreto e reale.
    3 PUP vari: Ho semplicemente chiesto alla maggioranza del nostro Municipio di vedere il piano urbano parcheggi nel suo insieme, come d’altronde si fa in tutti i Municipi, senza trattare un PUP alla volta. E ho tenuto a precisare che il tanto contestato Piano Urbano Parcheggi, della Giunta Veltroni, ha avuto il parere favorevole del Consiglio e della Giunta del nostro Municipio nella passata consigliatura, ricordo che l’attuale Giunta è composta dagli stessi assessori di quella precedente (Giacomini, Sacerdote, Perina, Erbaggi (allora consigliere) e Molinari (allora delegato ai PUP). Inoltre appena insediato il Sindaco Alemanno ha confermato tutti i PUP della Giunta Veltroni nel nostro territorio.
    4 La scala antincendio: senza ripetere le parole della Sig.ra Caterina che sottoscrivo in pieno, penso semplicemente quello che ho detto prima: sette mesi di richieste sono troppi. Sarebbe piaciuto anche a me che il collaudo fosse stato fatto prima, ma non è avvenuto. Punto. La risoluzione impegna a fare un collaudo che è di legge e che doveva essere fatto prima. E si farà, perchè si deve fare, soprattutto dopo la risoluzione. Non è demagogia, sono i fatti.

    In ogni caso respingo ogni sua ipotesi del mio “far allarmismo”, perchè penso di non averne mai fatto, e soprattutto non penso che io abbia mai fatto richiami ad impicci. Porto all’attenzione del Consiglio degli atti. Nel momento in cui vengono votati esigo che gli atti in questione vengano rispettati, perchè una volta votati hanno la stessa dignità di quelli proposti da un consigliere di maggioranza.

    Saluti l’Ass. Erbaggi e le dica che circa due mesi fa insieme al suo collega Perina e al Cons. Mocci hanno assicurato la realizzazione della palestra della scuola media di Cesano da parte del XII Dipartimento, e che io studiando il bilancio, quella voce non l’ho trovata. Magari le può chiedere anche quando verranno realizzate le opera finanziate dal CIPE per i siti che ospitano rifiuti nuclari, poi se ha tempo chieda perchè i lavori del parco di Cesano sono bloccati da quando è finita la campagna elettorale e si è insediata la nuova Giunta Alemanno, le avanzassero altri minuti le chieda un parere sulla Metro C, perchè c’è una proposta di risoluzione che chiede di rifinanziare il tratto che interessa il nostro Municipio. In ultimo le chieda quando rientreranno i bambini dell’asilo nido Farnesina e quando verranno realizzati i lavori per mettere in sicurezza la struttura, come viene impegnato dalla mia proposta di risoluzione votata la settimana scorsa.
    Le anticipi che queste sono le prossime interrogazioni che sarà mia premura protocollare appena passata la festa del 2 Giugno. Ci sono molte cose da fare, forse è meglio che non lo tenga tanto occupato al telefono.
    E io questa estate non vado in vacanza.

    Buon 2 Giugno e buona festa della Repubblica a tutti.

    Daniele Torquati -Gruppo PD-
    danieletorquati@virgilio.it

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome