Home ATTUALITÀ Oltre la meta’ dei Vigili Urbani del XX Municipio rifiuta l’arma

Oltre la meta’ dei Vigili Urbani del XX Municipio rifiuta l’arma

vigile urbanoIl 28 Gennaio 2009, al termine di una lunga seduta durata oltre nove ore, il Consiglio del Comune di Roma ha approvato il “Regolamento dell’armamento degli appartenenti al Corpo di Polizia” in base al quale i Vigili Urbani capitolini saranno di nuovo armati, ma su base volontaria. E questa volontarieta’ ha fatto si che nel XX Gruppo di Polizia Municipale solo una minoranza, di molto inferiore al 50%, abbia accettato la pistola.

E la scelta dei vigili del XX Municipio non è difforme da quella dei colleghi del resto della capitale. Su 6mila agenti di Polizia Municipale oltre il 50% ha rifiutato l’arma. I motivi sono essenzialmente due e si rifanno alle disposizioni del nuovo Regolamento.

La custodia dell’arma. Il regolamento prevede che l’arma non debba mai essere abbandonata ed al termine del turno dovrà essere custodita nel proprio domicilio, con le stesse regole di chi detiene un porto d’armi. I Vigili invece chiedono che presso ogni Comando venga istituita un’armeria, un insieme di armadietti blindati nei quali depositare la pistola al termine del servizio. Portarsela a casa, essere obbligati a nasconderla, a tenerla lontana dalle mani curiose di un bambino, custodirla e risponderne durante le assenze appare un onere eccessivo a carico del singolo agente.

L’utilizzo dell’arma. Sempre lo stesso regolamento prevede l’uso della pistola per la sola difesa personale e non a difesa della cittadinanza. Ciò, secondo le rappresentanze sindacali, non equipara la Polizia Municipale alla Polizia di Stato vanificando dunque la figura del Vigile che, quand’anche armato, resterebbe un agente di serie B.

Insomma il potersi difendere da atti criminosi senza poter difendere i cittadini e l’obbligo di custodia dell’arma anche fuori servizio ad oggi rappresentano i due maggiori ostacoli che, se non interverranno modifiche al Regolamento, ci faranno vedere solo un vigile su due  girare armato per le vie del XX Municipio.  (Red.)

Visita la nostra pagina di Facebook

10 COMMENTI

  1. 1 su due sono sempre troppe pistole a gente non usa alle armi da fuoco. Avrei preferito i manganelli, se proprio dovevano difendersi.

  2. Se proprio dovevano difendersi…………! Ma certo, in futuro dovranno fare come i vigili di Tor Bella Monaca, pestati a sangue dai parenti di un quattordicenne fermato a bordo di uno scooter perchè senza casco e documenti di circolazione……………..anzi, vista l’indignazione popolare, perchè le pistole e i manganelli non le diamo invece ai delinquenti così può darsi che nessuno verrà più multato?

  3. E allora diamole anche agli ausiliari del traffico, ai netturbini dell’AMA, agli autisti e ai controllori dell’Atac, della Metro, delle FS e a tutti quelli che possono elevare contravvenzioni! Dovesse capitare anche a loro quello che è successo a Tor Bella Monaca…Ma che ragionamenti sono??
    Sarebbe invece molto più coerente, utile e intelligente che tutti questi paladini della sicurezza si indignanassero e protestassero contro un governo che ha tagliato pesantemente i fondi per le forze di pubblica sicurezza (che sanno come maneggiare un’arma da fuoco) e che proprio ieri ha dato il via libera a quattro idioti con velleità da Giustiziere della notte. Vergogna!

  4. Samo sempre alle solite! Da una parte ci sono gli idioti, i giustizieri della notte, i paladini della sicurezza, gli incoerenti, gli stupidi e gli inutili…..insomma tutti quelli che non ragionano in un certo modo!
    Dall’ altra, ovviamente, chi ha sempre ragione per cui le sue idee sono più giuste delle altre!
    Prima di fare errati paragoni sarebbe bene conoscere i compiti della Polizia Locale “gli Agenti ed Ufficiali appartenenti alla Polizia Municipale svolgono attività di prevenzione e repressione in campo amministrativo e penale……….la Polizia Municipale espleta indagini di Polizia Giudiziaria, rivestendo i suoi appartenenti, a seconda del grado, le qualifiche di Agenti o Ufficiali di Polizia Giudiziaria”.
    Ma che uno che fa l’ Ufficiale o l’ Agente di PG si deve per forza difendere?

  5. Guardi che il paragone l’ho fatto sull’episodio che LEI ha citato (Tor Bella Monaca) e fermare un ragazzo sul motorino perché senza casco, non mi sembra che rientri tra i compiti della Polizia Giudiziaria. Lei è partito da quel fatto per giustificare la dotazione di armi da fuoco ai vigili urbani e, quindi, ribadisco che a mio avviso il suo è un ragionamento che non fila e che il mio paragone non è per niente errato!
    Conosco bene la normativa di riferimento e i compiti della Polizia Locale. Credo che a lei invece sia sfuggito che, per legge, quando ad un vigile viene conferita la qualità di agente di PS, può già portare armi anche senza licenza (art. 5 L. 7 marzo 1986 n.65 come modificato dall’art. 17 comma 134 L. 15 maggio 1997 n.127).
    Su una cosa sono pienamente d’accordo con lei: prima di fare paragoni o affermazioni “sarebbe bene conoscere” e documentarsi. Ecco, lo faccia.

  6. Ho seguito il suo consiglio (espresso in maniera piuttosto acida…..) e mi sono documentato.
    Un agente di Polizia Municipale è un Agente di PG; fermare un 14enne di Tor Bella Monaca perchè gira su uno scooter rubato, senza casco e documenti è una attività di PG!
    Se poi la normativa che Lei conosce così bene e cita prevede che la Polizia Locale possa portare armi anche senza licenza……perchè stiamo a discutere?

  7. ERRATA CORRIGE
    Al fine di chiarire la notizia qui trattata, la D.ssa Rosa Mileto, comandante del XX Gruppo di Polizia Municipale, ci segnala che il personale in forza presso tale Comando che ha optato per l’arma equivale al 72% e non a meno del 50% come da noi erroneamente riportato.
    Ringraziamo la d.ssa Mileto per la cortese precisazione chiarendo il dato da noi citato era stato estrapolato da una prima valutazione di massima.
    La Redazione

  8. Sono residente ad Anguillara Sabazia.
    Faccio presente che proveniendo dalla Braccianese verso Roma si incontra il primo traforo ESTREMAMENTE PERICOLOSO avendo un ingresso in CURVA aggravato dal fatto di mancanza di lampade, le quali ammesso che ci siano resterebbero comunque insufficienti dal momento che si entra con un sole accecante ci si ritrova in un BUCO NERO rischiando di andare diritti contro i muro.
    Vi prego di provvedere con la massima sollecitudine prima che accada l’irreparabile.
    Fiucioso vi ringrazio,
    Luciano Pagano – via Carlo Goldoni, 20 – 00061 Anguillara Sabazia

  9. ricordate tutti il temporale dell’agosto 2002 a seguito del quale Prima Porta rimase allagata producendo danni rileVANTI ad una moltitudine di famiglie .. bene .. CON SENTENZA N. 19413 DEL 2007 IL TRIBUNALE CIVILE DI ROMA CONDANNO’ per mancato funzionamento dell’ Idrovore L’AGENZIA REGIONALE PER LA DIFESA DEL SUOLO (ARDIS) E L’AGENZIA DEL DEMANIO, A RISARCIRE I DANNI TUTTI SUBITI DAI CONIUGI GIANF. – ALF. DI VIA FRASSINETO, QUANTIFICATI IN € 32.421,00 OLTRE LE SPESE DI GIUSTIZIA ,
    FINALMENTE UNA BELLA VITTORIA. avv. Bova, via sulbiate (Prima Porta).

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome