Home AMBIENTE Vigna Stelluti – Largo Belloni – Parcheggio o Giardino?

Vigna Stelluti – Largo Belloni – Parcheggio o Giardino?

Parco BelloniSulla vicenda della ventilata costruzione di un parcheggio sull’attuale Parco Belloni si sta creando un grande fermento.

Tentiamo di fare chiarezza includendo anche le dichiarazioni dell’assessore Stefano Erbaggi rilasciate in data 2 Marzo 2009 durante la seduta di Consiglio del XX Municipio.

COSA E’ PARCO BELLONI

A Maggio del 2007 è stato inaugurato (leggi articolo) dall’allora Capogruppo di AN del XX Municipio Ludovico Todini Parco Belloni, uno spazio attrezzato per il gioco dei bambini, con panchine e recinzione, ed una area cani, separata dagli spazi umani, nonché di vialetti e prato circostanti lo spazio verde.

[GALLERY=300]

I FATTI

Verso il 25 febbraio 2009 a seguito di una Determina Dirigenziale del Febbraio 2009 è stata istituita una disciplina provvisoria traffico in Via Girolamo Belloni (vedi foto cartello) per indagini geognostiche.

[GALLERY=301]

Le indagini geognostiche dovrebbero essere il preambolo alla realizzazione del parcheggio previsto dal nuovo piano parcheggi del Comune di Roma con ordinanza n.129 del 27.11.2008 dove a pagina 12 tra gli interventi prioritari troviamo un parcheggio a Corso Francia/Via di Vigna Stelluti per 200 posti. Leggi articolo sul piani dei parcheggi del comune di Roma o scaricalo direttamente qui .
Un avvisaglia di quanto stava per accadere ci era stata comunicata da una nostra lettrice ci aveva inviato un commento Leggi qui.

UN SOPRALLUOGO IN ZONA

Ci siamo recati sul posto e più precisamente presso il banco di frutta e verdura di Enzo Cirilli in zona da oltre 16 anni che è diventato il punto di aggregazione naturale in quanto si trova proprio di fronte all’ingresso del parco. Nella mezz’ora che abbiamo trascorso sono passati numerosi residenti della zona per portare il loro contributo e firmare la petizione per l’annullamento dei lavori.

[GALLERY=302]

LE RAGIONI DEI CITTADINI

Proprio davanti al chiosco abbiamo incontrato Teo Casani (vedi foto) uno dei promotori del Comitato Civico dei Cittadini che ha indetto una raccolta firme e sta coordinando insieme ad altri componenti del Comitato azioni di protesta e di coinvolgimento dei media. Durante un colloquio informale Teo Casani ci ha spiegato le motivazioni della protesta che vanno dalla mancanza di Comunicazione e di coinvolgimento da parte delle autorità, al ventilato abbattimento dei Pini che sono a dimora da oltre 37 anni, allo spreco del denaro pubblico considerando che il Parco Belloni è stato inaugurato meno di due anni fa con una spesa di 70.000 Euro, all’inutilità del progetto visto che a 20 metri dall’attuale Parco esiste già un parcheggio che non è utilizzato dai cittadini. Infine Teco Casani ci ha ricordato che già nel 2003 si era discusso della  staticità dei palazzi così a ridosso dei lavori, e già lesionati, tanto che si interruppe l’ idea di una viabilità che collegasse Vigna Stelluti con il Fleming e si era optato con un sotto passo a fine Corso Francia che portasse la circolazione verso la Flaminia più velocemente e lasciasse l’uso di Corso Francia ai residenti .

[GALLERY=303]

Le dichiarazioni dell’assessore ERBAGGI

Nel corso della seduta del Consiglio del XX Municipio del 2 Marzo, in risposta ad un intervento di alcuni cittadini l’Assessore ai Lavori Pubblici, Stefano Erbaggi, ha spiegato che l’ipotetico parcheggio di Largo Belloni, pur essendo stato inserito dal Comune di Roma nel Piano dei parcheggi deliberato dalla Giunta Comunale a Novembre 2008  “ non è ancora convenzionato”, cioè non è stata ancora sottoscritta alcuna convenzione fra la ditta costruttrice ed il Comune che impegni quest’ultimo a dare il via ai lavori.

“Le indagini geognostiche in corso non dicono nulla” ha affermato l’Assessore “la loro effettuazione non ha alcun valore di impegno per il Municipio e per il Comune. Peraltro non esiste ancora un progetto e quando questo verrà presentato, per essere approvato, deliberato e sottoscritto dal Comune, dovrà ottenere il preventivo parere positivo del XX Municipio”.  Nel riconoscere dunque la bontà del precedente investimento da parte del XX Municipio che non più tardi di due anni fa bonificò e riqualificò il giardino di Largo Belloni spendendo circa 70mila euro, le confortanti parole dell’Assessore Erbaggi lasciano trasparire un positivo accoglimento delle istanze dei residenti che a centinaia – come dimostra la raccolta di firme in corso – si oppongono alla costruzione di questo nuovo ed inutile parcheggio interrato.
Visita la nostra pagina di Facebook

5 COMMENTI

  1. E ora che si fa?io come faccio?gli altri come fanno? ci venite a togliere uno spazio così prezioso per noi giovani, anziani, bambini…
    io che ogni giorno mi reco qui con mio fratello a giocare,
    io che qui ci sono cresciuta,
    io che qui ho passato i momenti più belli della mia vita…
    invece di sprecare tanti soldi per costruire un parcheggio e smontare del tutto questo parco perchè non investono dei soldi per fare qualcosa di meglio? qualcosa per aiutare la gente, la società…la popolazione.

  2. perchè tutte le cose belle e utili sono destinate a sparire ? per costruire ancora? magari un altro pargheggio. certo più cemento e meno verde e soprattutto meno aria pulita. sarà forse questo il progresso? ma quei solerti amministratori si sono mai fatti un viaggetto all’estero? magari a madrid

  3. abito a via giuochi istmici e porto il mio bimbo a via della maratona. sono però solidale con tutte le mamme di vigna stelluti: no al parcheggio!

  4. Non discuto sulla bellezza del verde vs il cemento.

    Però , santiddio mamme e papà ma come fate a considerare salubre per un bambino, un giardinetto che confina con il secondo sito cittadino più inquinato di Roma e comunque circondato da strade ad alta e continua percorrenza,

    Fatevi due passi in più e portate la prole dove non sia costretta a respirare i miasmi degli scarichi delle macchine.
    Villa Glori , Foro Italico, Insugherata, Inviolatella, Villa Ada , lungo il Tevere … perchè proprio in mezzo al traffico ?

    Certo è , che se poi aprissero il tratto della cassia preferenziale il traffico diminuirebbe e di conseguenza lo smog.
    Poca roba comunque.

  5. Non tutti i giorni si possono portare i bambini a villa ada e ecc., vengono qui durante la settimana con le loro tate e nonne, un’ora, giocano con le giostre conoscono gli altri bambini del quartiere. Difendiamo queso giardino per non avere la zona completamente cementifiata per costruire box privati, dove gli unici che ne avranno un guadagno saranno i costruttori.
    Largo belloni non e il solo pezzo di verde che vogliono togliere, ma anche il metroquadro con 10 pini rimasti a via nitti e a piazza jacini e a corso francia.
    Gli alberi in questo quartiere diventeranno un ricordo del passato.
    Sembrara strano ma il giardino e molto frequentato non solo da bambini, ma anche da anziani da persone con il loro cane e da gruppi di ragazzi. E una zona d’incontro per chi abita in quest’ area.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome