Home ATTUALITÀ Lunedì 27 novembre nuovo sciopero dei trasporti

Lunedì 27 novembre nuovo sciopero dei trasporti

bus-sciopero
Galvanica Bruni

Lunedì 27 novembre nuovo sciopero dei trasporti a livello nazionale indetto dalle sigle sindacali Usb, Orsa, Cobas, Adl, Sgb e Cub Trasporti. La protesta sarà di 24 ore, con le consuete fasce di garanzia.

A Roma l’agitazione interesserà l’intera rete di Atac, quindi bus, tram, metro, e le oltre cento linee bus periferiche gestite da Roma Tpl; a livello regionale lo sciopero interesserà anche l’azienda Cotral, quindi fermi i pullman extraurbani e fermi i treni della Roma-Lido e della Roma Nord. Per tutti il servizio sarà assicurato dall’inizio delle corse diurne e sino alle 8,29 e poi dalle 17 alle 19,59. Possibili stop, invece, al di fuori di questi orari.

Continua a leggere sotto l‘annuncio

Le motivazioni

Alla base dello sciopero USB c’è il libero esercizio del diritto di sciopero nei servizi pubblici essenziali; il superamento dei penalizzanti salari d’ingresso garantendo l’applicazione contrattuale di primo e secondo livello ai neo assunti; la sicurezza dei lavoratori e del servizio, introduzione del reato di omicidio sul lavoro; il salario minimo per legge a 10 euro l’ora contro la pratica dei contratti atipici e precariato; una legge sulla rappresentanza che superi il monopolio costruito sulle complicità tra le organizzazioni sindacali e le associazioni datoriali di categoria; il blocco delle spese militari e dell’invio di armi in Ucraina, nonché investimenti economici per tutti i servizi pubblici essenziali.

Le motivazioni principali poste alla base dello sciopero Cobas, Adl, Sgb e Cub Trasporti sono: aumento salariale di 300 euro; riduzione dell’orario di lavoro da 39 a 35 ore settimanali, a parità di salario e riduzione del periodo di guida e del nastro lavorativo per gli autisti; adeguamento delle tutele sulla sicurezza e salute nei luoghi di lavoro, nonché per gli utenti del servizio di TPL; blocco delle privatizzazioni e delle relative gare di appalto per il Tpl.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

1 commento

  1. Possibile che nessuno lo dica e glielo faccia capire ai grandi “soloni” dei Sindacati : LO SCIOPERO NEI TRASPORTI DANNEGGIA SOLO I CITTADINI UTENTI DEI MEZZI PUBBLICI e cioè studenti , pendolari e lavoratori vincolati al mezzo pubblico !!!
    E BASTA !!!…..nessuna altra categoria di esseri umani viene coinvolta.
    E allo Stato , al Governo , al Ministro dei Trasporti ed a tutti i politici di ogni ordine e grado , nulla importa di questa situazione e soprattutto nessuno di questi subisce alcun danno.
    I VERI UNICI DANNI A SEGUITO DI QUESTI SCIOPERI RICADONO ESCLUSIVAMENTE SUI LAVORATORI E STUDENTI CHE PRENDONO I MEZZI PUBBLICI !!!
    Questa è la sola ed unica verità ma……ci fosse qualcuno che la capisse : Non c’è peggior sordo di chi non vuole sentire !!!

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome