Home ATTUALITÀ Venerdì sciopero generale. A rischio trasporti, scuole e altri servizi pubblici

Venerdì sciopero generale. A rischio trasporti, scuole e altri servizi pubblici

sciopero-nazionale
ArsBiomedica

Venerdì 20 ottobre giornata di sciopero generale. A rischio treni e gli altri mezzi di trasporto pubblico locale. A rischio anche la chiusura delle scuole e l’interruzione di altri servizi pubblici, compresi quelli della sanità.

A convocare l’agitazione di 24 ore sono state diverse sigle dei sindacati di base: SGB – Sindacato Generale di Base, CUB – Confederazione Unitaria di Base, Sì COBAS, Adl Cobas, USI – Unione Sindacale Italiana e USI – Educazione.

Continua a leggere sotto l‘annuncio

Mezzi pubblici  

A Roma lo sciopero riguarda l’intera rete Atac e le oltre cento linee bus periferiche gestite da RomaTpl. Sulla rete Atac lo sciopero riguarda anche i collegamenti eseguiti da altri operatori in regime di subaffidamento.

Nella notte tra il 19 e il 20 ottobre non garantito il servizio delle linee bus notturne (linee la cui denominazione inizia per “n”) mentre è garantito il servizio delle linee diurne che hanno corse programmate oltre le ore 24 e le corse notturne delle linee 38-44-61- 86- 170-246-301-451-664-881-916-980

Nella giornata del 20 ottobre, garantite le corse sull’intera rete da inizio servizio diurno alle ore 8.29 e dalle ore 17.01 alle ore 19.59. Non garantite invece dalle ore 8.30 alle ore 17.00 e dalle ore 20.00 al termine del servizio diurno. Non garantite inoltre le corse delle metropolitane previste dopo le ore 24

Durante le sciopero, nelle stazioni della rete metroferroviaria che resteranno aperte, non sarà garantito il servizio di scale mobili, ascensori e montascale. Non garantito nemmeno il servizio delle biglietterie; i parcheggi di interscambio restano invece aperti.  

Uffici e scuole del Comune. A rischio forse anche AMA

Sul portale web del Campidoglio è stato pubblicato l’annuncio che avvisa i cittadini di possibili disservizi. I settori più a rischio sono gli uffici comunali e i servizi educativi e scolastici come le attività di nidi e scuole dell’infanzia comunali che già hanno fatto sciopero lo scorso 5 ottobre.
Inoltre, anche l’AMA potrebbe aggiungersi alla lista degli scioperanti.

Lo sciopero della scuola

Apertura delle scuole a rischio, come riportato da una circolare del ministero dell’Istruzione che già lo scorso 12 ottobre annunciava uno sciopero generale “per l’intera giornata del 20 ottobre 2023”.

Lo sciopero dei treni

Il settore ferroviario sarà in agitazione dalle ore 21 di giovedì 19 fino alla stessa ora del giorno successivo. Lo rende noto Rfi (Rete ferroviaria italiana), precisando che lo sciopero riguarda i servizi di alta velocità, lunga percorrenza e i treni regionali.

Possibili ritardi e modifiche agli orari anche nelle fasce orarie prima e dopo gli orari ufficiali di inizio e fine dello sciopero. Rimangono le fasce orarie garantite dalle ore 6:00 alle ore 9:00 e dalle ore 18:00 alle ore 21:00, durante le quali viaggeranno i treni compresi nella lista dei servizi minimi garantiti.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome