Home ATTUALITÀ A settembre regolarizzata la raccolta dei rifiuti, parola di Gualteri

A settembre regolarizzata la raccolta dei rifiuti, parola di Gualteri

via-gallese
Galvanica Bruni

I social straripano di foto di cassonetti che a loro volta straripano di rifiuti; i miasmi salgono da terra e si fermano a mezz’aria, altezza naso dei passanti.

Abbondano gli ingombranti abbandonati, come i due frigoriferi scoperti in queste ore a Collina Fleming, uno dei quali ancora del cibo dentro andato a male. In queste torride giornate la fotografia di una città preda della sporcizia è impietosa.

Continua a leggere sotto l‘annuncio

Ma con l’arrivo del nuovo Direttore Generale dell’AMA Alessandro Filippi la situazione potrebbe riprendersi nel giro di due mesi.

Ne è convinto il sindaco Roberto Gualtieri che, intervistato dal vicedirettore del Corriere della Sera Fiorenza Sarzanini alla Festa dell’Unità, ha dichiarato: Forse ho sbagliato a dire che avremmo fatto la pulizia straordinaria della città perché non intendevo che avremmo risolto tutti i problemi. Stiamo andando verso una città più pulita, ma serve un lavoro di consiliatura. Roma ora è più sporca di quattro mesi fa perché è precipitato un grumo di criticità dell’Ama di problemi irrisolti,  il nostro auspicio è che per settembre, con la riapertura delle scuole, possiamo aver rimesso in moto il meccanismo della raccolta”.

“Filippi è una persona seria, ha molto polso, ha chiamato subito i dirigenti e rimesso in moto il pachiderma Ama” – ha aggiunto il sindaco – “Ora arriveranno nuovi mezzi, ci sono i soldi e il contratto di servizio. Abbiamo chiesto a Filippi di uscire subito dall’emergenza, ma seriamente, rimettendo in piedi il sistema della raccolta. la nostra sfida è far diventare Ama un’azienda normale”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

7 COMMENTI

    • “è precipitato un grumo di criticità dell’Ama, consiliatura, rimesso in moto il pachiderma Ama”…a crepapelle

  1. Questa mattina raggiunto il massimo: da venerdì sera non è stata raccolta la differenziata (plastica). Il ritiro di tale materiale avviene sabato mattina, ove non accada nel pomeriggio o, in rari casi la domenica mattina. Fino a poco fa non è accaduto niente. Chiamato il numero reclami dell’AMA non rispondeva nessuno e dopo molti squilli si interrompeva la chiamata. Chiamo lo 060606: l’operatore, gentilissimo come lo sono sempre, dopo avermi ascoltato, “aspetti, le chiamo l’AMA”. Questa volta non parte nemmeno la chiamata e dopo un po cade la linea. Fortuna che “plastica non olet”.

    • Si, suonata alla chitarra in televisione…
      Quindi:
      niente taxi; mezzi che non funzionano; metropolitana più ferma che funzionante, circolazione stradale caotica, immondizia sappiamo tutti come, Una domanda: usque tandem?
      Non sarebbe la prima volta che una giunta si dimette e si torna alle elezioni…

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome