Home TEMPO LIBERO Domenica alla scoperta del bosco e del borgo medievale di Sacrofano

Domenica alla scoperta del bosco e del borgo medievale di Sacrofano

sacrofano
ArsBiomedica

A una ventina di chilometri da Roma Nord, sulle pendici del Monte Musino e sulla cinta della caldera di un antico vulcano, sorge Sacrofano. La ricchezza di aree verdi e la bassa densità abitativa rendono il suo territorio unico dal punto di vista naturalistico.

Tra le zone più interessanti un’ampia area a bosco vergine, chiamata Macchia di Sacrofano che include il colle di Monte Musino, alla cui sommità si trovano i resti di una fortificazione medioevale e tracce di un precedente luogo di culto, Sacrum fanum, dalla quale si dipartono acquedotti in cunicolo etruschi che alimentavano l’antica città di Veio presso Isola Farnese.

Continua a leggere sotto l‘annuncio

E domenica 16 aprile una visita organizzata consentirà ai partecipanti di scoprire questo territorio incontaminato e ricco di memoria storica.

Il programma in sintesi

Si parte la mattina con una facile escursione condotta da una Guida Ambientale Escursionistica. La macchia di Monte musino, le valli create dall’azione del vulcano, la “pratarina tonna” (un’altura erbosa dalla quale, con un po’ di fortuna, si può vedere anche il mare) sono le tappe dell’escursione sulla cui strada del ritorno ci sarà l’opportunità di visitare anche i resti di quella che poteva essere una tomba semaforica e si vedrà una tomba di datazione etrusca o romana.

Dopo il pranzo con menù composto da prodotti locali, è il turno del centro storico di Sacrofano, ad accompagnare i partecipanti sarà l’archeologa Donatina Olivieri.

La Chiesa di San Giovanni Battista col suo campanile romanico del XIII secolo e i  mirabili dipinti murali realizzati tra il XVI e il XVIII secolo, il quartiere ebraico, uno dei più antichi d’Italia, il Palazzo Placidi Serraggi in stile barocco, la Chiesa di San Biagio realizzata nel XV secolo, sono solo alcune delle tappe  di questo interessante pomeriggio.

Info e prenotazioni

Prenotazione obbligatoria entro giovedì 13 aprile al numero: 3497393983.
il costo a persona è di 30 euro e comprende l’escursione con guida ambientale, il pranzo in ristorante (menù fisso), visita guidata del borgo condotta da archeologa.

L’appuntamento è in via Matiera alle ore 9,30.
Escursione dalle 9.30 alle 13, pranzo dalle 13 alle 14.30, visita guidata dalle 15 alle 16.30

Equipaggiamento necessario per l’escursione: scarpe da trekking, abbigliamento sportivo, 1,5 litri d’acqua.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome