Home ATTUALITÀ “Segni molto particolari”, primo ciak a Ponte Milvio

“Segni molto particolari”, primo ciak a Ponte Milvio

polizia-ponte-milvio
ArsBiomedica

Continua per il secondo anno la collaborazione tra la rassegna Cortinametraggio e la polizia di Stato, che patrocina la manifestazione: sono cominciate oggi a Ponte Milvio e dureranno quattro giorni le riprese di “Segni molto particolari”, film breve diretto e interpretato da Alessandro Parrello e prodotto dalla West 46TH Films insieme alla presidente di Cortinametraggio Maddalena Mayneri e all’attore Roberto Ciufoli.

L’opera, realizzata in collaborazione con la Polizia e scritta a quattro mani da Parrello e Ciufoli, sarà proiettata ufficialmente in anteprima a marzo durante la 18esima edizione di Cortinametraggio, prima di essere presentata nei festival nazionali e internazionali e approdare sulle più importanti piattaforme italiane di streaming.

Continua a leggere sotto l‘annuncio

Le riprese dureranno quattro giorni e saranno realizzate nel Commissariato XV Distretto Ponte Milvio e nella piscina olimpionica delle Fiamme Oro – il gruppo sportivo della Polizia di Stato – nel Centro sportivo polizia di Stato Tor di Quinto, anche con alcune riprese subacquee.
Protagonista, Federica De Benedittis, che interpreta un’atleta non vedente delle Fiamme Oro: nel cast – oltre alla partecipazione straordinaria di Massimo Wertmüller e Lidia VitaleDaniela Morozzi, Roberto Ciufoli, Niccolò Gentili e Simone Colombari.

“Tutto è nato da una telefonata con Maddalena e fin da subito non ho avuto dubbi – ha raccontato Parrello – sono entusiasta di lavorare a questo progetto. Abbiamo scelto di raccontare in chiave auto-ironica la disabilità attraverso la storia di un’atleta non vedente che, inclusa nelle forze dell’ordine come agente tecnico, risolve un caso dimostrando che ognuno di noi può raggiungere i propri sogni e realizzare, in base alle proprie attitudini e capacità, delle grandi cose”.

Per la polizia di Stato questo cortometraggio rappresenta una ulteriore possibilità di comunicare, attraverso il cinema, i valori che ispirano l’agire quotidiano dei poliziotti. Con “Segni molto particolari” la vicinanza ai più fragili e l’inclusione vengono raccontati con delicatezza in una chiave ironica e profonda.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome