Home ATTUALITÀ Chiara Civello incanta e canta al Castello di Santa Severa

Chiara Civello incanta e canta al Castello di Santa Severa

Chiara Civello
ph© Luigi Angelucci
Ottica Artigiana Carli

Romana, cantautrice e poli-strumentista, sognatrice e ragazza che si sente a casa sua tanto a Rio de Janeiro quanto a New York, Chiara Civello si esibirà sabato 20 agosto al Castello di Santa Severa in un concerto in cui presenterà il suo ultimo lavoro, Chansons – International French Standards, una raccolta di brani classici di autori francesi, scritti fra il 1945 e il 1975 e conosciuti in tutto il mondo, spesso senza alcun riferimento alle proprie origini transalpine.

Più che famosi gli autori dei 12 brani rielaborati da Chiara: da Michel Legrand a Charles Aznavour, da Charles Trénet a Édith Piaf, da Jacques Brel a Gilbert Bécaud. Nomi conosciuti dagli amanti della musica francese, ma non necessariamente dal pubblico internazionale.

Chi potrebbe immaginare che Feelings, The Good Life o My Way siano stati tutti scritti da autori francesi? E che Frank Sinatra, Julio Inglesias, Elvis Presley, Madonna, Lady Gaga, Luciano Pavarotti, Céline Dion o Caetano Veloso abbiamo inciso questi capolavori, facendoli diventare a livello internazionale la colonna sonora della nostra vita?

«Una bella melodia – ha scritto pochi mesi fa Chiara Civello – è un’ambasciatrice in grado di valicare ogni confine, attraversare e unire culture diverse. Una canzone come My Way, ad esempio, nasce in Francia (l’originale si intitola Comme d’Habitude, ndr) e ha attraversato il mondo intero, passando per tante voci, tanti cuori, tante storie».

E fra questi brani che hanno attraversato il mondo intero e che la cantautrice proporrà a Santa Severa troviamo ad esempio Hier Encore di Charles Aznavour che, oltreoceano, in tante interpretazioni è diventato Yesterday when I was young. Per non parlare, poi, de La belle vie, la canzone popolare di Sacha Distel, che fu portata al successo internazionale da Tony Bennett con il titolo di The Goodlife.
Menzione a parte merita, inoltre, Pour Toi, che fu tradotta liberamente e cantata in inglese (Feelings) dal cantautore brasiliano Morris Albert, il quale, però, la spacciò per una sua composizione originale e fu successivamente condannato a risarcire, anche economicamente, il suo autore, Loulou Gasté, che lo aveva denunciato per plagio.

Chiara Civello possiede una voce ammaliante e vellutata, e quando mette mano ai pezzi degli altri lo fa con un approccio così intenso e originale che quei pezzi diventano creature sue al 100%, oltre ad acquistare una profondità ragguardevole e un’ampiezza squisita e prima impensata. Chiara ha una voce intimista, che mette spesso a nudo la sua anima. Non la si può ascoltare senza restare rapiti.

Ragazza con la valigia e cittadina del mondo

Chiara Civello è una donna con gli occhi spalancati sulla realtà e sul sogno, un’artista raffinata e sensibile che tiene le porte spalancate e il bagaglio sempre pronto. Stati Uniti, Brasile, Italia: nel suo cammino artistico senza frontiere la contaminazione fra i generi è la regola, l’ascolto del respiro della Terra un’ineludibile curiosità, l’incontro con i colleghi un’esigenza esistenziale.

Nata e cresciuta a Roma, ha lasciato l’Italia all’età di 18 anni per frequentare il Berklee College of Music di Boston, con ogni probabilità il più importante istituto universitario privato dedicato alla musica contemporanea, allo studio del jazz e della musica moderna.

Prima artista italiana ad incidere per la Verve Records, la prestigiosa etichetta discografica USA specializzata in  dischi jazz, nel 2005 ha pubblicato il suo primo album “Last Quarter Moon“, dando così inizio ad un viaggio che la porterà successivamente ad esplorare anche i ricchissimi territori e gli spazi aperti della musica brasiliana e latina.

Chiara scrive e canta in quattro lingue, suona la chitarra e il piano, è un’affascinante ragazza dotata di una voce calda ed empatica, una cittadina del mondo che da anni vive a New York e che la musica la va ad annusare laddove nasce, respira e si diffonde. Non sta mai ferma un attimo, è sempre in cerca di ispirazione, di un suono da afferrare e di una nuova strada da percorrere.

Save the date

Castello di Santa Severa, Spianata dei Signori
sabato 20 luglio, ore 21
Chiara Civello in Chansons – International French Standards
Acquisto biglietti (costo unico 17 euro) su ticketone.it

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome