Home AMBIENTE Profumo di camomilla nei prati di Grottarossa

Profumo di camomilla nei prati di Grottarossa

camomilla
Beauty journal

Poco distante dall’Ospedale S.Andrea, in direzione della via Flaminia, subito dopo una rotonda c’è via Quarto Peperino che scende verso la statale o, prendendo a sinistra, verso Labaro.

In questa zona, dove è stata recentemente aperta una pista ciclabile e dove da anni si aspetta l’apertura di un parco pubblico, ci sono grandi e verdi prati che scendono verso il basso. L’estensione del terreno, ideale per una passeggiata o per portare a correre i cani, è notevole; si può entrare tranquillamente e dividere gli spazi con un gregge di pecore.

Da qualche giorno i prati sono ricoperti da grandi macchie bianche provocate dalla presenza di Camomilla, una piccola pianta con fiori bellissimi che emana un forte e caratteristico odore.

Alta circa 30-50 centimetri, fiorisce a inizio primavera e i fiori rimangono sulla pianta per tutta l’estate; nonostante le tantissime specie quella che cresce sui prati e negli incolti in genere è  la Camomilla comune o la Camomilla romana (detta Camomilla nobile). Le differenze sono minime ed entrambe hanno le stesse proprietà terapeutiche; quella nei prati di Quarto Peperino quasi sicuramente è la comune.

La Camomilla cresce in Europa ed Asia ed è una pianta estremamente robusta e adattiva; spontanea o coltivata le sue proprietà, come calmante e rilassante sono conosciute fin dall’antichità. Ma al di là delle sue numerose proprietà (può essere usata per calmare il mal di testa, gli spasmi gastrointestinali, le ferite, le ulcere, le dermatiti, la congiuntivite, le gengiviti, le afte e anche l’insonnia…) quello che più colpisce di questa pianta è la sua bellezza accompagnata dal forte odore.

I colori della Camomilla sono vivi e brillanti, i fiori sprigionano forza e delicatezza e indubbiamente mettono addosso una sorta di allegria; sarà perché annunciano la primavera e le belle giornate o forse perché alle “margherite” sono legati i ricordi di quando giovanissimi, impelagati nei primi amori, si sfogliavano al monotono ritmo del “m’ama…non m’ama”. In realtà anche tra Camomilla e margherite ci sono poche differenze ed entrambe producono grani di polline di colore giallo o arancione.

I prati di Quarto Peperino sono, con le loro macchie di camomilla, decisamente belli e ariosi; qui possiamo raccogliere delicatamente qualche piantina facendo attenzione a non danneggiare l’apparato radicale e poi trapiantarla in giardino o anche solo in un vaso. Bagnate e successivamente messe al sole si riprenderanno immediatamente e nel giro di poco tempo torneranno a sfolgorare in tutta la loro bellezza e intenso profumo.

Francesco Gargaglia

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome