Home POLITICA Cesano, Mocci (Lega): “L’impianto Gualtieri quasi il doppio di quello Raggi”

Cesano, Mocci (Lega): “L’impianto Gualtieri quasi il doppio di quello Raggi”

biodigestore
Impianto BTS-biogas, South Milford, UK
Beauty journal

“In questi giorni abbiamo avuto modo di verificare le proposte di Ama, approvate dalla giunta Gualtieri, sugli impianti di trattamento rifiuti. La scelta dell’area di Cesano è stata assunta solo perché di proprietà di Roma Capitale e già nelle disponibilità dell’Ama, senza però considerare l’impatto che un impianto del genere avrebbe su un territorio già fortemente compromesso dalla presenza di infrastrutture tecnologiche”.

E’ quanto dichiara il capogruppo Lega in XV Municipio, Giuseppe Mocci, sostenendo che “l’impianto proposto dalla giunta Gualtieri risulta essere molto più impattante rispetto a quello approvato dalla Raggi: l’impianto di compostaggio dell’ex amministrazione avrebbe previsto il trattamento di 60.000 tonnellate annue di rifiuti organici; quello di Gualtieri invece si stima possa trattare 100.000 tonnellate annue”.

Si tratta indiscutibilmente, secondo Mocci, “di un impianto che avrebbe pesanti ricadute ambientali e sanitarie sul territorio” anche perché “la viabilità del quadrante non è idonea ad un transito così elevato di mezzi pesanti carichi di rifiuti. Basti pensare che per arrivare nell’area individuata, saranno interessate principalmente la Cassia-Braccianense e la Cassia bis con impatto su popolosi quartieri come La Giustiniana, La Storta, Olgiata, Cesano e Osteria Nuova”.

“Il sindaco Gualtieri e l’assessora capitolina Sabrina Alfonsi facciano subito retromarcia” esclama Mocci per il quale “un tema così importante non può essere calato dall’alto senza ascoltare la voce dei cittadini e, ancor di più, senza considerare il contesto urbanistico in cui andrebbe a insistere la nuova realizzazione”.

“Alla luce della proroga dei bandi PNRR di 30 giorni, si riveda questa scelta sbagliata – conclude – e si provveda a cercare aree più idonee e con minori criticità”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome