Home POLITICA Incidentalità sulla Cassia  e discarica Tor di Quinto, se ne discute in...

Incidentalità sulla Cassia  e discarica Tor di Quinto, se ne discute in XV

municipio-xv-flaminia-872
Beauty journal

Martedì 25 gennaio, in XV Municipio, nuova seduta di Consiglio in videoconferenza con inizio alle 10 e con all’ordine del giorno argomenti rilevanti.

Come primo punto, il Consiglio dovrà esprimere un parere su una delibera presentata in Consiglio comunale in materia di “Nuovo regolamento della Consulta Cittadina Permanente per i diritti delle Persone con Disabilità, e Linee Guida per la predisposizione dei Regolamenti delle Consulte Municipali Permanente per i diritti delle Persone con Disabilità”.

A seguire, si discuterà di interventi di prima assistenza alloggiativa a sostegno di donne vittime di violenza nel XV Municipio. Si tratta di una proposta di risoluzione con la quale, partendo dal fatto che quasi quotidianamente arrivano richieste di aiuto di donne residenti nel Municipio XV che, fuggendo dalla propria abitazione, chiedono di essere ospitate in un posto sicuro, i proponenti invitano il Presidente e I’Assessora al Sociale ad attivarsi per individuare soluzioni di prima assistenza alloggiativa per donne del territorio vittime di violenza.

Sempre in tema di sociale, la successiva proposta di risoluzione tratta l’Istituzione della “Consulta delle Associazioni di Volontariato e di Promozione Sociale”. Firmata dai capigruppo della maggioranza, con essa si chiede al Presidente e all’Assessora al Sociale di modificare l’art. 4 del Regolamento delI’AIbo delle Associazioni, Movimenti e Organizzazioni di Volontariato, al fine di favorire un aumento della partecipazione degli organismi territoriali; di riaprire le iscrizioni aII’AIbo a seguito della modifica dell’art. 4 del Regolamento e, infine, di istituire la Consulta delle Associazioni di Volontariato, di Promozione Sociale e O.N.L.U.S., che per la loro organizzazione siano rispondenti ai requisiti previsti dalle leggi 266/1991 e 383/2000 e operino nel territorio del Municipio Roma XV.

A seguire, sarà il tema della cultura e dei nuovi percorsi culturali per il Municipio a tenere banco. I proponenti ritengono necessario creare una rete territoriale per costruire percorsi partecipati che creando forme di co-progettazione tra soggetti pubblici e privati consentano di avviare politiche culturali idonee ad intervenire in vari ambiti del territorio municipale.
In tal senso,  visto che il protocollo di intesa tra il Municipio XV e Biblioteca di Roma scade il prossimo aprile, chiedono al Presidente e all’Assessora alla Cultura di non rinnovarlo “facendo riappropriare al Municipio la centralità nella progettazione e nella ricerca delle politiche culturali migliori per il nostro territorio”.

In conclusione di giornata due temi veramente caldi. Il primo riguarda gli interventi urgenti per la sicurezza e la viabilità di via Cassia Nuova, nel tratto fra l’incrocio con via Oriolo Romano e quello con via Fabbroni, il cosiddetto discesone, ovvero, come chiamato dai residenti, la valle dei pinguini.
1.200 metri dove tutti corrono e dove fra il 2006 e il 2020 (dati del Comune di Roma) ci sono stati 363 incidenti stradali  con 257 feriti e 3 morti.
In tal senso i proponenti impegnano il Presidente del Municipio a chiedere all’Agenzia per la Mobilità di effettuare uno studio mirato a trovare soluzioni per ovviare all’incidentalità di questo tratto della Cassia. Chiedono inoltre che venga messa in atto una campagna di prevenzione  della velocità eccessiva con l’installazione di autovelox.

Dulcis in fundo, ultimo ma non per questo meno importante, è il tema della discarica abusiva di via del Baiardo, a Tor di Quinto, che nel 2022 festeggia il suo nono compleanno.
Si tratta di un’area di sei ettari sulla sponda del Tevere, a soli 1700 metri da Ponte Milvio, dove giacciono, ormai anche seminterrate, centinaia di tonnellate di rifiuti di ogni tipo, anche inquinanti e tossici come amianto e vernici.

In questi nove anni, oltre alla nostra testata che ne ha fatto una battaglia di civiltà pubblicando sul tema decine di articoli, ne hanno parlato altri quotidiani locali e nazionali, TV private e TV pubbliche come il TG3, è stata oggetto anche di un’interrogazione parlamentare.

La situazione a oggi è congelata: per il Comune la bonifica spetta alla Regione (trattandosi di area golenale); alla Pisana dicono che è compito del Campidoglio.

Il documento che verrà discusso, impegna quindi il Presidente del Municipio e la Giunta a far convocare d’urgenza l’Osservatorio deIl’Ordine e della Sicurezza Pubblica perché si arrivi alla bonifica della discarica mantenendo nel contempo lo stato d’interdizione dell’area, affinché non si verifichi la ripresa delle attività di illecito sversamento.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 COMMENTI

  1. La discarica abusiva di via del Baiardo non celebra nel 2022 9 anni, ma era già preesistente al 1999 quando, rientrato a Roma nel 1998, andavo ad esercitarmi nel gioco del Golf alla Tevere Golf ( credo si chiamasse così).

    • Ci spiace contraddirla gentile Franco, ma fino al 2012 in quell’area c’era il campo nomadi Tor di Quinto, sgomberato nel luglio dello stesso anno. La bonifica dell’area avvenne in ottobre. Da inizio del 2013 l’area, diventata terra di nessuno, è entrata nel mirino di “sversatori seriali” di ogni risma fino a diventare oggi, a inizio del suo nono anno di vita, quel che è: la più grande discarica abusiva di Roma.
      Cordialmente,
      La Redazione

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome