Home CRONACA Vigna Clara, un bagno chimico come cantiere, lavori mai iniziati

Vigna Clara, un bagno chimico come cantiere, lavori mai iniziati

parco-atleti-azzurri-via-della-maratona
Esposizione al sole

Data inizio lavori 7 luglio, durata 180 giorni. Così recita il cartello apposto nel parco Atleti Azzurri d’Italia di via della Maratona, a Vigna Clara. Peccato che dopo quasi 150 giorni non una zolla di terra sia stata smossa.

Dopo anni di scarsa cura da parte dell’amministrazione capitolina – negli ultimi cinque i soli interventi rilevanti sono stati quelli delle mamme Retake nel 2018 e dell’Associazione Sorte nel 2019 – dal 7 luglio di quest’anno sarebbe dovuto partire un importante progetto di riqualificazione che trae origine da una proposta presentata dai cittadini nell’ambito del Bilancio Partecipato.

Con la Determinazione Dirigenziale n. QL/653/2021 il Campidoglio ne ha affidato i lavori alla società “Parchi e Giardini srl” alla quale spetterebbero 186mila euro per la riqualificazione e implementazione delle due aree gioco, del verde e dell’arredo urbano e per la realizzazione di un percorso ludico-sportivo-didattico e di una zona relax per le persone più anziane.

Ma non solo, previsti anche deceppamenti, potature e nuove piantagioni di alberi e siepi, nuove panchine, restauro della gradinata, pulitura della base del monumento, verniciatura di recinzioni e cancellate, un nuovo impianto di recupero dell’acqua della fontanella per l’irrigazione.

Ma dal 7 luglio è tutto fermo

Eppure lo scorso 21 settembre l’allora assessore capitolino all’ambiente, Laura Fiorini, sul suo profilo facebook scriveva: “i lavori hanno subito una sospensione in attesa dei materiali necessari alla riqualificazione delle aree ludiche. A giorni è in programma la ripresa del cantiere…”.

Concetto rafforzato da una nota apparsa sul sito web del Campidoglio in data 24 settembre nella quale si ribadiva: “è stato allestito il cantiere per la riqualificazione del Parco di via Maratona a Vigna Clara”.

Ma non è ancora tutto. In data 29 ottobre, il Comando del XV Gruppo della Polizia Locale emetteva la determinazione dirigenziale VU/817/2021  su richiesta del dipartimento capitolino all’ambiente che deve “eseguire lavori di manutenzione straordinaria nel Parco Atleti Azzurri d’Italia”.
A tale scopo viene adottato il divieto di sosta H24 sui due lati della strada di accesso al Parco ubicata di fronte al civico 269 di via della Farnesina. Divieto che scatta lo stesso 29 ottobre e che resterà in vigore fino al 26 aprile 2022.

Ma a tutt’oggi, martedì 30 novembre, non un mezzo né leggero né pesante è entrato nel parco per dare il via ai lavori mentre il famoso cantiere più volte citato nelle dichiarazioni pubbliche altro non è che un bagno chimico installato e malamente recintato all’interno del giardino.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome