Home VIGNA CLARA Vigna Clara, mamme e Retake riqualificano un parco

Vigna Clara, mamme e Retake riqualificano un parco

Retake parco atleti azzurri d'italia

Nel quartiere di Vigna Clara, oltre a piccolo parco Belloni, quello intitolato agli Atleti Azzurri d’Italia, in via della Maratona, è l’unico parco giochi presente. Undicimila metri quadri pianeggianti a cavallo fra via Orti della Farnesina e via della Farnesina, dovrebbe essere un luogo dove poter lasciare i piccoli gattonare sull’erba e i più grandi scorazzare e correre liberi sui vialetti.

E invece no. Prati incolti, tronchi di alberi abbattuti e abbandonati, panchine sbilenche, giochi e altalene rotte, un enorme castello di plastica inutilizzabile perchè dichiarato pericoloso hanno fatto in modo che negli anni il Parco Atleti Azzurri d’Italia sia diventato sempre più a rischio.

E non è da ieri che ne denunciamo lo stato. Si sono succedute almeno tre amministrazioni capitoline e tre municipali, ultime comprese, da quando nel lontano 2010 l’allora assessore all’Ambiente del Comune ai nostri microfoni dichiarò di avere a disposizione 180mila euro per bonificare il parco.

Mai visto un euro. L’unica novità negli anni fu un cartello del Comune nel quale si declina ogni responsabilità dall’uso dei giochi. Come a dire, “genitori, arrangiatevi”.

Mamme e Retake connubio vincente

E i genitori si sono arrangiati. Anzi, per dovere di cronaca, le mamme. E’ successo infatti che Vicky, al secolo Virginia, giovane mamma frequentatrice quotidiana del parco, stanca di dover portare la sua bimba in un luogo così triste e abbandonato, abbia deciso di rimboccarsi le maniche dando il via ad un’operazione di pulizia e restauro coinvolgendo giorno dopo giorno decine di altre mamme.

In corso d’opera, l’intuizione vincente di coinvolgere Retake. E Paola Carra, deus ex machina dell’ala di Roma Nord della nota associazione, non se l’è fatto chiedere due volte.

Acquistati i materiali e distribuiti i compiti, sabato 24 marzo è scattato il retake al Parco Atleti Azzurri d’Italia.

Muri ridipinti, panchine riparate, verniciate e tornate fruibili, erba tagliata, vialetti puliti, cestini svuotati.

Ma non solo, giochi riparati, altalene rimesse in funzione, cancelli ridipinti e fontanella finalmente riportata agli antichi splendori. E funziona pure.

E’ stata una giornata di aggregazione nella quale a respirare aria di senso civico e amore per il territorio non c’erano solo le mamme e i volontari di Retake ma anche nonni, bimbi e passanti.

Peccato che a respirare la stessa aria non ci fosse nessun rappresentante delle istituzioni locali e che le vicine scuole, il liceo Farnesina e le medie dell’IC Petrassi, abbiano declinato l’invito a partecipare.

Prossimo obiettivo

Questo è solo l’inizio, c’è ancora tanto da fare, ma come avete visto insieme si può e si deve, per i nostri adorati figli. Passata Pasqua, ci metteremo al lavoro per gli ulteriori interventi necessari” ci dichiara Vicky spiegandoci che il prossimo obiettivo è sostituire i giochi del parco e soprattutto rimuovere quell’orrendo castello di plastica.

Un “regalo” avvenuto a fine 2009 da parte del Dipartimento capitolino all’Ambiente che aveva così a cuore l’ambiente da posizionare una quintalata di plastica in un’area verde.

Oggi è pure fatiscente e quindi, dichiarato inagibile, è stato (male, molto male) transennato.

Perchè tutto questo fervore? “Perchè i nostri bambini – sostiene Vicky – sono i futuri cittadini di questa splendida città, mamme, papà e nonni hanno il futuro nelle loro mani: insegniamogli da subito che prendersi cura dei beni comuni è importante e divertente e lasciamogli in eredità una città decorosa“.

Claudio Cafasso

Visita la nostra pagina di Facebook

Via della Maratona, Roma, RM, Italia

2 COMMENTI

  1. Ha partecipato a questa iniziativa anche RID 96.8. Sarebbe importante farlo sapere.
    Grazie di cuore,
    Stefania

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome