Home ATTUALITÀ “Nella tana del serpente”, nuovo romanzo di Michele Navarra

    “Nella tana del serpente”, nuovo romanzo di Michele Navarra

    michele-navarra-serpentone

    Un giallo avvincente in una città dura e smarrita”, scrive Walter Veltroni sulla fascetta che accompagna “Nella tana del serpente”, l’ultimo libro di Michele Navarra, in uscita giovedì 17 giugno nella collana Darkside di Fazi Editore.

    Legal thriller ambientato a Corviale, periferia sud-ovest della capitale, “Nella tana del serpente” segna il ritorno dell’avvocato Alessandro Gordiani, che non solo dovrà difendere dall’accusa d’omicidio un piccolo commerciante sull’orlo del fallimento, ma tenterà anche di convincere gli inquirenti ad ampliare lo spettro delle indagini.

    Suddiviso in quaranta capitoli e distribuito su trecento pagine, il romanzo presenta un intreccio principale accattivante, ricco di tensione e di colpi di scena, e una serie di sotto-storie che mettono in risalto le caratteristiche umane del protagonista e dei comprimari con i quali interagisce.

    Con la sua indubbia fascinazione, che suggerisce più illusioni che speranze, e con la sua forte carica simbolica, che racconta come la violenza e la crisi economica possano soffocare anche le migliori intenzioni (ma non sempre!), lo stesso “Serpentone”, luogo in cui la diversità è percepita come una minaccia, assume nel libro le caratteristiche di un personaggio, un personaggio gigantesco e incombente, emblema di esistenze che hanno lo stesso colore della cenere e che tentano di inseguire un po’ di verde.

    Dovendosi destreggiare fra dubbi, bande criminali, procuratori inflessibili e amori mai sopiti, e sempre in circolazione sulla sua Vespa bianca, sporca e ammaccata, l’avvocato Gordiani si dannerà l’anima alla ricerca della verità, una verità che si nasconde fra le pieghe di un quartiere difficile, “fotografato” nella complessità della propria natura e in tutte le sue contraddizioni.

    Michele Navarra: “il Serpentone, un luogo unico in bilico fra paura e fascino”

    Nato a Roma nel 1968, cresciuto in viale Cortina d’Ampezzo, sposato con Maria, con la quale ha due figlie – Giorgia e Valentina -, Michele Navarra è un avvocato penalista di lunga e consolidata esperienza e un apprezzato scrittore di gialli giudiziari, e ha voluto raccontare ai lettori di VignaClarablog.it la genesi del suo settimo romanzo con protagonista Alessandro Gordiani.

    L’idea di ambientare il libro a Corviale è nata dal fatto che il Serpentone rappresenta un unicum nel panorama architettonico capitolino, cioè un palazzo-quartiere all’interno del quale sono racchiusi, o avrebbero dovuto essere racchiusi, almeno nelle intenzioni del suo progettista Mario Fiorentino, tutti i servizi essenziali”.

    È un luogo incredibile, si tratta di un palazzo di dimensioni enormi, che da un certo punto di vista spaventa e schiaccia, ma da un altro attrae e affascina! Essendo uno scrittore di gialli giudiziari, Corviale era lo sfondo ideale per la storia che avevo in mente: una periferia romana non abusata nelle serie tv o al cinema.”

    Poi, un servizio televisivo sullo spaccio di droga nei ballatoi e nelle cantine del Serpentone, dove la legalità e l’illegalità sono spesso a stretto contatto e separate da un semplice tramezzo, ha fornito lo spunto per l’incipit del romanzo, che presenta un Gordiani più riflessivo del solito, soprattutto sul versante della sua vita privata e sentimentale”.

    Segnaliamo infine che giovedì 24 giugno il libro verrà presentato da Koob nei locali del Temporary Bar Satyrus (Scalinata Bruno Zevi di fronte Galleria Nazionale di Arte Moderna), via delle Belle Arti 131.

    Giovanni Berti

    I sette romanzi con protagonista l’avvocato Gordiani

    (fra parentesi l’anno della prima pubblicazione e l’attuale editore)
    Lultima occasione (2007, Novecento)
    Per non aver commesso il fatto (2010, Giuffrè)
    Una questione di principio (2013, Giuffrè)
    Solo la verità (2015, Novecento)
    A Dio piacendo (2018, Novecento)
    Solo Dio è innocente (2020, Fazi)
    Nella tana del serpente (17 giugno 2021, Fazi)

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    LASCIA UN COMMENTO

    inserisci il tuo commento
    inserisci il tuo nome