Home ATTUALITÀ La Storta, scoperta discarica abusiva con tonnellate di rifiuti speciali

La Storta, scoperta discarica abusiva con tonnellate di rifiuti speciali

discarica-la-storta
Promuovi la tua attività commerciale a Roma Nord

Una montagna di lamiere, scarti di cantiere, materiale edile e calcinacci a due passi dal nuovo quartiere residenziale di La Storta.

E’ la discarica abusiva alta oltre tre metri scoperta dalla Polizia Locale di Roma Capitale in un’area di cantiere edile a due passi da Via Braccianese e Casale San Nicola, rifiuti speciali di ogni genere pronti per essere interrati.

La discarica, in parte già ricoperta da terriccio e vegetazione, si trovava in un’area di cantiere di oltre 20.000 metri quadri, ora sotto sequestro in attesa del campionamento richiesto all’Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale per stabilire la portata dello sversamento illegale e il danno ambientale prodotto.

Tra i rifiuti, ben visibili nelle riprese effettuate dall’alto dagli agenti della Polizia Locale, gli agenti  del Nucleo Ambiente Decoro hanno trovato di tutto: batterie, scarti elettrici, liquidi inquinanti, sacchi neri di tipo condominiali contenenti rifiuti domestici e addirittura vecchie biciclette.

Due le persone deferite dall’Autorità Giudiziaria che al momento sta indagando sul proprietario del terreno e sull’amministratore della ditta di costruzioni, le indagini però sono tuttora in corso per risalire ad altre responsabilità su presunti sversamenti illegali di rifiuti già interrati.

Questo cumulo di rifiuti era pronto per essere interrato a danno della salute dei cittadini e dell’ambiente, uno scempioha scritto la Sindaca Virginia Raggi sulla sua pagina facebookNessuna tolleranza per chi avvelena il territorio di Roma.”

Polemica la Lega del XV

Secca la risposta arrivata dalla Lega del XV Municipio che dopo i fatti di oggi, giovedì 6 maggio, rimprovera la Sindaca di non occuparsi del decoro delle aree pubbliche di Roma Nord.

“La sindaca Raggi dovrebbe dimostrare medesima sensibilità e lavorare al ripristino del decoro nelle aree pubbliche del quadrante nord di Roma – ha commentato con una nota il consigliere Giuseppe Mocci invitando la prima cittadina “a ripristinare il giusto decoro nei nostri borghi storici. Troppo spesso serve l’intervento dei cittadini per ridare dignità ai nostri quartieri” . Il riferimento è all’iniziativa di pulizia del Borgo di Cesano organizzata pochi giorni fa dal gruppo scout Agesci Roma 7 e che ha coinvolto anche la pro loco e cittadini.

Bene La Storta ma a Roma Nord c’è di peggio

Bene la scoperta e bene le parole della sindaca “Nessuna tolleranza per chi avvelena il territorio di Roma”. Resta però il fatto che lo scempio ambientale scoperto a La Storta con i suoi due ettari di rifiuti speciali è solo un terzo della più grande discarica abusiva di Roma ancora non bonificata benché la sua esistenza sia nota a tutti i livelli, dal Municipio XV alla Regione Lazio e finanche in Parlamento essendo stata oggetto di un’interrogazione parlamentare.

Si tratta della discarica di via del Baiardo, zona Tor di Quinto, a soli millecinquecento metri da Ponte Milvio. Una discarica su sei ettari di area golenale dove da otto anni giacciono centinaia e centinaia di tonnellate di rifiuti speciali ora coperti dalle erbacce e quindi poco visibili dall’alto. Per quanto non ci sia bisogno di droni per scoprirla, bastano le decine di articoli della stampa locale e romana, i numerosi video di tv private e pubbliche (come quello del TG3) degli ultimi otto anni.

Eppure è sempre lì, a tutti nota e da tutti ignorata mentre il terreno che la ospita è ormai irreversibilmente inquinato.

Il video della Polizia Locale

Nel breve video girato dai tecnici della Polizia Locale tutta la grave situazione scoperta.

Ludovica Panzerotto

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome