Home ATTUALITÀ Regione Lazio, “Negozi chiusi a Pasqua e Pasquetta”

Regione Lazio, “Negozi chiusi a Pasqua e Pasquetta”

chiuso-closed

Ok a medicine, giornali, tabacchi e benzina. No a qualsiasi altro acquisto, tanto più se di genere alimentare. A Roma e nell’intero Lazio, a Pasqua e Pasquetta i negozi alimentari, dagli ipermercati ai piccoli esercizi di quartiere, dovranno restare chiusi.

Lo ha deciso il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti con un’ordinanza che sarà pubblicata nella mattina di giovedì 9 aprile sul sito web istituzionale.

E’ quanto si apprende in queste ore dall’Ufficio Stampa della Regione che spiega in una nota che “il provvedimento, frutto anche del contributo dei sindaci in una riunione con l’Anci Lazio, disporrà la chiusura degli esercizi commerciali, di qualsiasi dimensione, per la vendita di generi alimentari, compresi quelli all’interno dei centri commerciali, nei giorni di domenica 12 e lunedì 13 aprile, ossia Pasqua e Pasquetta. Resteranno esenti dall’obbligo di chiusura gli esercizi la cui apertura è autorizzata da precedenti ordinanze, ossia farmacie, parafarmacie, edicole, tabaccai e aree di servizio”.

C’è però una piccola novità che interessa migliaia di studenti. Il testo dell’ordinanza prevede ora che possano essere venduti al dettaglio articoli di cartoleria e forniture per ufficio (quindi quaderni, carta, blocchi, matite ed altro rientrante nel codice ATECO 47.62.20), purché ciò avvenga all’interno di attività di vendita di generi alimentari (come, a titolo di esempio, nei supermercati) e di altri esercizi commerciali non soggetti a chiusura (ad esempio nelle tabaccherie). Infine, anche attività tenute a rimanere chiuse (come le librerie o le cartolerie ecc.) potranno vendere questo tipo di articoli purché via internet, televisione, corrispondenza, radio o telefono.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome