Home SAXA RUBRA Anche l’Usigrai contro il trasbordo rifiuti a Saxa Rubra

Anche l’Usigrai contro il trasbordo rifiuti a Saxa Rubra

Centro RAI Saxa Rubra
Promuovi la tua attività commerciale a Roma Nord

Anche l’USIGRai, Unione sindacale dei giornalisti RAI, scende in campo contro la realizzazione annunciata da AMA di un centro di trasbordo di 300 tonnellate di rifiuti al giorno a Saxa Rubra, nell’area ex Gran Teatro destinata invece a parcheggio a favore dei pendolari della Ferrovia Roma Nord e degli utenti delle linee Cotral che lì fanno capolinea.

Una decisione che non piace a nessuno, nemmeno alla Giunta del Municipio XV che l’ha respinta al mittente essendo inoltre stata presa ad insaputa di tutti. Una decisione che non piace ai residenti, ai comitati – è di ieri la pungente nota del Comitato Abitare Ponte Milvio – alle forze politiche locali. E da oggi non piace nemmeno ai giornalisti Rai.

“Nell’insediamento Rai – scrive in una nota l’esecutivo Usigrai – lavorano migliaia di persone, già esposte all’inquinamento elettromagnetico: non si può accettare un ulteriore peggioramento delle condizioni ambientali. Ricordiamo che nelle scorse settimane è stato necessario un intervento urgente per disinfestare l’area da topi entrati addirittura nelle redazioni. Inoltre il luogo scelto dal Comune di Roma e dall’Ama è un cruciale parcheggio di interscambio per migliaia di pendolari che ogni giorno vanno a lavorare”.

“Non è possibile che decisioni di questo tipo, che incidono fortemente sulla qualità della vita e della salute delle persone, non prevedano un percorso di confronto fra l’amministrazione e i diretti interessati, residenti e lavoratori della zona. Chiediamo un confronto urgente con il Comune di Roma e chiediamo alla Rai di attivarsi con urgenza a tutela della salute dei propri dipendenti”.

“Se non dovesse esserci un ripensamento – conclude la nota – valuteremo azioni di protesta d’intesa con le altre sigle sindacali”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome