Home VIGNA CLARA Record a Vigna Stelluti: terza voragine nello stesso punto

Record a Vigna Stelluti: terza voragine nello stesso punto

via-vigna-stelluti-record

21 dicembre 2018: dalle prime ore del mattino caos traffico a Vigna Clara a causa della rottura di un tombino in via Belloni e della contestuale apertura di una voragine in via di Vigna Stelluti. Mentre nella prima strada i lavori dureranno un paio di giorni, nella seconda la voragine viene chiusa nel pomeriggio dello stesso giorno.

3 gennaio 2019: nella mattina del 3 gennaio, all’altezza del civico 19, un grosso cedimento del manto stradale mette a rischio la vita degli scooteristi e le sospensioni e i fondi delle auto.

Il cedimento si è creato proprio nello stesso punto dove il 21 dicembre era intervenuta l’Acea per riparare il guasto che aveva creato la voragine. Ma l’asfalto, probabilmente troppo frettolosamente steso nel richiuderla, si è rapidamente sgretolato fino al formarsi di un avvallamento profondo circa dieci centimetri.

Poche ore dopo interviene una ditta – inviata dal Municipio XV – a metterci una toppa stendendo una spalmata di asfalto in tutta fretta. Sarà poi la ditta di Acea a tornare sul posto e a risistemare l’intero tratto.

Arriviamo così al 20 aprile 2019: dopo due mesi e mezzo, sempre nello stesso punto, ecco che nuovamente sprofonda la strada. Non un avvallamento, non cedimento, ma una vera a propria voragine: un bel buco nero largo e profondo al centro del tratto che era stato interamente rifatto.

record-via-vigna-stelluti

Arrivano le solite transenne, i cartelli ad avvertire gli automobilisti, ma non arriva nessuno a richiuderla perchè dopo dieci giorni quella voragine è ancora lì mentre i residenti si chiedono come siano stati fatti i precedenti lavori e cosa accada nel sottosuolo di quel tratto di via di Vigna Stelluti.

Gaia Azzali

4 COMMENTI

  1. Il beffardo cartello di “Lavori in corso” è un’ulteriore offesa ai cittadini, visto che la voragine è priva di una qualsiasi attività di riparazione. Sarebbe anche il caso che qualcuno al XV Municipio si dia una svegliata e si ponga la domanda sul perché alcune strade del quartiere: Vigna Stelluti, Nemea, Mengotti (per dirne qualcuna) siano così soggette a questi fenomeni di “bradisismo” di stile flegreo…
    Anche se la storia (bruttissima per tanti versi) della palazzina crollata in via delle Farnesina 5 non lascia ben sperare per il futuro…

  2. La voragine a Vigna Clara è solo un esempio di come sono mantenute le strade della capitale.
    La beneamata Sindaca e relativi amministratori hanno dimostrato, da diversi anni, che non sono assolutamente in grado di amministrare la città. Dovrebbero dare le dimissione, ma le loro sedie sonno attaccate là dove non batte il sole. ed i problemi dei cittadini non sono di loro competenza.
    In particolare, le strisce pedonali sulla via Cassia sono invisibili con grave rischio dei pedoni, specie quando è buio. e non pensano di doverle ripristinare, l’integrità dei cittadini non è compito loro.

  3. Lavoro fatto ad arte, ripristinata anche la segnaletica orizzontale…. solo in quel tratto che sprofonda. Poi strisce pedonali fantasia per tutto il quartiere ….

  4. Acea che ha”provveduto” ( parola del tutto inadeguata !!!!!) al ripristino non ha nulla da dire ? Roma è piena di voragini riaperte perchè malrichiuse dopo lavori relativi a reti varie ( elettriche, idrauliche, informatiche ……). D’altra parte, se non si fanno i controlli perchè manca il personale ….!!!!!

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome