Home CRONACA Incrocio Cassia-via Cortina d’Ampezzo: se ne (ri)discute in XV

Incrocio Cassia-via Cortina d’Ampezzo: se ne (ri)discute in XV

incrocio-cassia-cortina-d'ampezzo

Mercoledì 10 aprile torna a riunirsi il Consiglio del Municipio XV con inizio lavori alle 10 e fine prevista per le 14. Come di consueto la seduta è pubblica e i cittadini presenti potranno prendere la parola all’apertura della seduta. Chi invece vorrà seguire i lavori d’aula tramite la diretta web potrà farlo cliccando qui.

L’ordine del giorno prevede che si cominci con tre espressioni di parere su proposte provenienti dal Campidoglio (approvazione del nuovo Regolamento Generale delle Entrate; modifica del Regolamento sul Contributo di Soggiorno nella città di Roma; linee di indirizzo finalizzate ad una celere risoluzione della vicenda inerente i Punti Verdi Qualità).

Al termine, verranno dibattuti due temi caldi inerenti il territorio di cui il primo riguarda la gestione degli immobili del Centro Sportivo Punto Verde Qualità “Olgiata 2012”.

Il secondo è invece un tema annoso, dibattuto già numerose volte senza mai trovare una soluzione nonostante sia sempre d’attualità in ottica sicurezza stradale: l’incrocio tra via Cassia, viale Cortina d’Ampezzo e via dell’Acqua Traversa con quegli stop anacronistici, figli di una vecchia pianificazione stradale risalente al 2000 quando lo scenario non prevedeva il doppio senso su quel tratto di Cassia e l’ingresso ad un centro commerciale molto frequentato.

Per l’ennesima volta l’argomento torna in aula  e  si auspica che questa volta venga affrontato senza pregiudizi da parte della maggioranza come avvenne l’ultima volta, ma con lungimiranza, tenendo bene a mente una domanda: “cosa sarà di quell’incrocio fra un anno, quando sarà stato costruito il centro residenziale con diverse palazzine il cui ingresso insiste proprio al centro dello stesso incrocio?”

Una rotatoria, come evidenziato nella diretta del TGR Lazio del 5 dicembre 2017, appare l’unica soluzione ipotizzabile e per dare corpo all’idea è urgente aprire un tavolo progettuale istituzionale coinvolgendo gli attori privati (costruttore e attività commerciali con ingresso su via Cassia) e pubblici (Consorzio via Cortina d’Ampezzo e Municipio/Comune) i cui interessi convergono su quell’incrocio.

E in tal senso vale la pena ricordare che da parte del consorzio di via Cortina d’Ampezzo non ci sono motivi ostativi a mettere mano alla viabilità eliminando gli stop. Più volte Carlo di Paola, presidente del Consorzio, ha ribadito: “Sono pienamente disponibile  ad un incontro con le parti per trovare la giusta soluzione a questo problema garantendo la sicurezza a tutti senza privilegiare nessuno. Anni fa il Consorzio pagò uno studio di fattibilità di una rotatoria dichiarandosi disponibile a realizzarla (ndr: leggi qui). Non fui preso in considerazione. Oggi ribadisco questa mia disponibilità all’attuale amministrazione. Incontriamoci e parliamone“. Quale sarà la risposta del Consiglio?

Ultimo argomento all’ordine del giorno della seduta di mercoledì, una mozione contraria alla Proposta di legge nazionale “Norme in merito di affido condiviso, mantenimento diretto e garanzia di bigenitorialità” meglio nota all’opinione pubblica come “Decreto Pillon“.

Appuntamento in via Flaminia 872, mercoledì 10 aprile alle 10.00

4 COMMENTI

  1. Rileggendo gli articoli passati sul pericoloso incrocio Via Cassia, Via Cortina D’Ampezzo, considerando però i tempi di crisi, l’istallazione di semafori può consistere in una soluzione nuova e a basso costo.

  2. vi prego VCB proponete la rotatoria anche a Via di Grottarossa incrocio via Cassia , visti gli ottimi risultati della nuova rotatoria alla Giustiniana ora il grande fardello è quell’incrocio , chiunque percorre la Cassia sa di cosa parlo. Ps. lo spazio tra l’altro c’è ed è davvero fattibile .

    grazie

  3. Speriamo che venga finalmente realizzata la rotatoria!!! io sono anni che spero venga realizzata anche in corrispondenza dell’ingresso della marymount in modo da permettere la svolta da via pareto verso piazza dei giuochi delfici sgravando così la sola e intasata via di vigna stelluti.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome