Home CRONACA Cassia, incendio Villa San Pietro: si cercano le cause

Cassia, incendio Villa San Pietro: si cercano le cause

incendio-san-pietro

Sono ancora in corso all’ospedale Villa San Pietro le operazioni dei Vigili del Fuoco che stanno conducendo ispezioni e bonifiche dei locali dopo l’incendio scoppiato intorno alle 4 di questa mattina a seguito di un cortocircuito al generatore del blocco operatorio posto in un locale al piano meno due del seminterrato.

L’odore acre di fumo si avverte ancora all’esterno dei padiglioni dell’ospedale  e anche a fiamme spente l’intervento non è ancora terminato: “Stiamo effettuando ispezioni di bonifica delle aree interessate dalla combustione”, spiegano i Vigili del Fuoco sottolineando che le cause sono ancora tutte da accertare.

Quando sono arrivata alle 6 la puzza di fumo nel piazzale era fortissima. Si vedeva fumo nero uscire dalle finestre. Una scena terribile” racconta una  dipendente del bar dell’ospedale San Pietro. Le fa eco un ragazzo: “Dentro è tutto annerito, la chiesa è la cosa ridotta peggio“.

Nel frattempo continua l’evacuazione dei degenti disposta dall’Assessorato alla Sanità della Regione Lazio visto che l’incendio ha gravemente danneggiato l’impianto elettrico e quello di emergenza mettendo fuori uso tutte le strutture e i macchinari dell’ospedale.

L’Ares 118 ha attivato il piano per la massiccia affluenza degli ospedali (Peimaf) dei singoli nosocomi della Capitale nei quali è in corso il trasferimento dei degenti del San Pietro. Si tratta dello stesso piano che si utilizza per le maxi emergenze.

Alle operazioni stanno partecipando anche ambulanze della Questura di Roma, della Protezione Civile e dei Carabinieri.
Inutile per gli interessati cercare notizie sul sito web dell’ospedale, è off line da questa mattina.

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome