Home CRONACA Atti vandalici sulla lapide di via Fani, indagato un 47enne

Atti vandalici sulla lapide di via Fani, indagato un 47enne

sfregio-via-fani

A scoprire l’atto vandalico  furono i Carabinieri della stazione di Monte Mario mentre la notte dello scorso 22 marzo erano di pattuglia: una mano ignota armata di bomboletta spray di colore rosso aveva  vergato le lettere BR sulla nuova lapide posta in via Fani, sulla Camilluccia, in occasione del quarantennale della strage. Ma quella mano sembra non essere più ignota.

E’ un 47enne romano, incensurato, autista Ncc, che non sembra avere al momento alcun collegamento con ambienti di area eversiva, l’uomo che vandalizzò la lapide. Nella mattinata odierna, i Carabinieri del Nucleo Investigativo di Roma hanno infatti eseguito il decreto di perquisizione personale e locale, con contestuale informazione di garanzia, emesso dalla Procura di Roma, nei confronti dell’uomo ritenuto responsabile del reato di ”Deturpamento e imbrattamento di cose altrui”.

A quanto si apprende, nel corso della perquisizione sono stati trovati i vestiti e la bomboletta di vernice spray utilizzati in quell’occasione oltre ad un proiettile calibro 9×21 e una decina di bossoli di vario calibro.

I Carabinieri, coordinati dalla Procura di Roma, sono arrivati ad individuare l’autore del delitto grazie ad una complessa attività investigativa che si è sviluppata attraverso la visione delle telecamere posizionate lungo le vie di accesso/fuga a Via Fani, accertamenti di natura informatica, analisi di dati di traffico telefonico e di diversi profili presenti su vari social network.

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome