Home CRONACA La Ferrovia Roma Nord arriva a Strasburgo

La Ferrovia Roma Nord arriva a Strasburgo

ricorso-strasburgo

“Come avevamo promesso a luglio scorso, questa mattina abbiamo spedito il nostro corposo ricorso alla Corte Europea per i Diritti dell’Uomo, per denunciare con dovizia di particolari le scandalose e disumane condizioni in cui spesso viaggiamo e per far sapere a chi di dovere che i pendolari della Roma-Civita Castellana-Viterbo meritano attenzione. Ci abbiamo messo un po’ di tempo per via della traduzione in francese di tutto il materiale da spedire, ma vi assicuriamo che ne è valsa la pena”.

Così scrive il Comitato Pendolari Ferrovia Roma Nord spiegando che ora cercano in Europa “quella considerazione e quel rispetto negati in Italia da tutte le istituzioni, non da ultima l’Autorità di Garanzia dei Trasporti che ha archiviato la nostra ultima segnalazione. Loro almeno ci hanno risposto, gli altri tacciono. Quello che hanno capito tutti i pendolari, in questi nostri primi 5 anni di attività come Comitato, è che solo in prossimità delle elezioni amministrative i vari politicanti vengono a far finta di interessarsi del nostro problema, poi una volta eletti spariscono tutti”.

Ma loro non demordono, vanno avanti da soli testardi come muli pienamente convinti della bontà del loro operato a difesa delle migliaia di pendolari della Roma Nord che si riconoscono sotto la sigla del Comitato.

“Adesso attendiamo una risposta da Strasburgo, che speriamo sia positiva per noi.  Se anche non lo fosse – concludono – almeno anche in Francia sapranno che a Roma si viaggia da schifo, pagando. Il nostro prossimo passo magari sarà il ricorso all’ONU, chi può dirlo?”

Per leggere il corposo materiale inviato alla Corte Europea per i Diritti dell’Uomo è sufficiente cliccare qui.

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome