Home POLITICA Migranti e profughi nel Parco di Veio? Cangemi: “Sia Zingaretti a rispondere”

Migranti e profughi nel Parco di Veio? Cangemi: “Sia Zingaretti a rispondere”

app-parco-veio

Giuseppe Cangemi, consigliere centro-destra in Regione Lazio, non crede a quanto dichiarato recentemente da Daniele Torquati, capogruppo PD in XV Municipio, e da Massimiliano Valeriani, Capogruppo PD alla Pisana, che in una nota avevano riportato la smentita delll’Assessore al Bilancio della Regione Lazio Alessandra Sartore: “la Regione non ha mai concesso la disponibilità al Viminale per l’utilizzo della sede della Protezione Civile di Prato della Corte per un centro di accoglienza migranti e non è nelle intenzioni della Regione neanche pensarlo in futuro“.

A denunciare che nei cinque edifici destinati a Centro polifunzionale della Protezione Civile Regionale di un’area di proprietà della Regione Lazio in via Prato della Corte, ai confini del XV e all’interno del Parco di Veio, stavano per arrivare migliaia di profughi, era stato proprio Cangemi tramite le pagine di un quotidiano nazionale romano.

Secondo il consigliere erano in corso degli accordi tra Ministero degli Interni e Regione Lazio in virtù dei quali al posto di mezzi e uomini della Protezione Civile in quei cinque edifici stavano per arrivare profughi e rifugiati.

La successiva smentita da parte dell’assessore regionale non lo ha però convinto e ora torna alla carica chiedendo che  sia il presidente Nicola Zingaretti a rispondere.

Da settimane – dichiara Cangemi – giace in Consiglio regionale una mia interrogazione sulla vicenda e vogliamo un chiarimento definitivo, prima dell’esame del collegato alla finanziaria regionale in programma in questi giorni. Il PD, come apprendiamo da alcune testate giornalistiche locali, va dicendo in giro che si tratta di una bufala preelettorale: peccato che siamo in possesso di un fitto carteggio tra il ministero degli Interni e funzionari della direzione Gestione beni patrimoniali della Regione Lazio in merito ad allacci fognari, impianto idrico e capacità numerica di accoglienza di via Prato della Corte“.

I veri maestri di bufale sono Zingaretti e compagni che da cinque anni raccontano frottole ai cittadini. La smettano di fare sciacallaggio e dicano chiaramente – conclude Cangemi – se intendono aprire l’ennesimo centro per migranti con tanti saluti alla protezione civile”.

 

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome