Home POLITICA Oasi Estive, Rollo (PD): “Gli anziani del Municipio XV rimangono a casa”

Oasi Estive, Rollo (PD): “Gli anziani del Municipio XV rimangono a casa”

ribera comunicato-stampa

“Siamo oramai a fine luglio verso quello che sarebbe dovuto essere il secondo mese delle oasi estive per gli anziani residenti nella capitale, eppure nessuna indicazione o comunicazione ufficiale di inizio attività è stata data dal Comune di Roma”.

Così in una nota Agnese Rollo, consigliera PD e vice-presidente della Commissione Politiche Sociali del Municipio Roma XV.

“A denunciare l’assenza di questo servizio sono proprio i nostri cittadini della seconda e terza età che come ogni anno aspettavano di conoscere la data di avvio delle varie iniziative, e quindi delle iscrizioni alle medesime, normalmente comunicata dal municipio ai vari centri anziani territoriali ogni giugno” sostiene Agnese Rollo ricordando che “Negli scorsi anni, infatti, si poteva partecipare gratuitamente a due settimane di attività all’interno delle oasi cittadine o oasi marittime tra luglio e agosto, con l’offerta anche del trasporto per le trasferte al mare”.

“Nel Municipio XV le attività estive del 2015 hanno avuto più di 180 iscritti, mentre quelle del 2016 quasi 130 partecipanti. I centri anziani invece quest’anno sono stati avvisati con una comunicazione dall’amministrazione municipale che il Dipartimento Politiche Sociali del Comune di Roma, a differenza degli anni precedenti, non ha messo a disposizione fondi destinati alle iniziative per gli anziani durante il periodo estivo. Quindi mentre ad aprile 2016, come per le stagioni estive degli anni scorsi, il dipartimento in questione aveva destinato un totale di 400mila euro per attivare e potenziare iniziative in tutti i territori capitolini, per il 2017 improvvisamente non c’è più nulla in cassa”.

“Non si può fare economia su attività dal profondo impatto sociale. Dove sono finiti quei soldi? E se sono stati spostati, per quali altri iniziative? Non è lecito saperlo” esclama la consigliera PD sottolineando che “sul sito istituzionale non compare nulla sulle oasi per gli anziani se non i manifesti affissi per la capitale con i ‘consigli spassionati per gli ex-giovani’. Si sa solo che qualche municipio, come il IX Municipio, stranamente ha ricevuto questi fondi, mentre altri, come il I Municipio, si sono organizzati in autonomia con soldi messi appositamente da parte”.

“Mancano progettazione e comunicazione – conclude Agnese Rollo – e quel che resta è solo l’amarezza di quegli anziani, in una situazione economica non spesso facile, che da sempre considerano le oasi estive l’unica alternativa ai mesi più caldi dell’anno e alla solitudine dentro le mura domestiche”.

 

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome