Home TOMBA DI NERONE Cassia, puliscono la scuola gratis ma devono pagare l’AMA

Cassia, puliscono la scuola gratis ma devono pagare l’AMA

sacchi-neri-rifiuti
immagine di repertorio

Un gruppo di genitori si presta a pulire gratuitamente i giardini della scuola. Raccolgono ben venti sacchi di foglie e sporcizia e in buona fede chiamano l’AMA per farli portare via. Ma hanno fatto i conti senza l’oste, perchè l’azienda municipalizzata chiede loro 200 euro. Intanto  i sacchi sono lì da venti giorni.

La vicenda si svolge a Tomba di Nerone, in via al Sesto Miglio dove si trovano le classi della primaria e della secondaria dell’Istituto Comprensivo “Publio Vibio Mariano”.

A raccontarla a VignaClaraBlog.it è Patrizia Parrucci, componente del comitato “Mamme x la scuola” che da anni si adopera a supporto dell’Istituto.

“L’8 aprile – spiega Patrizia – abbiamo organizzato la pulizia dei giardini del Plesso. Eravamo in quattordici, non tanti rispetto al bacino di utenza della scuola frequentata da circa 700 alunni, ma siamo stati comunque felici di fare questo servizio al termine del quale abbiamo raccolto 20 sacchi grandi di foglie.”

“Pensavamo che avremmo potuto tranquillamente chiamare AMA per farli portare via e invece dopo venti giorni i sacchi sono lì lungo il viale. Sapete perchè? Perché l’AMA vuole 38 euro ogni 5 sacchi e quindi per ritirarli tutti il nostro comitato dovrebbe spendere quasi 200 euro. E chi ce li dà, se a malapena ne abbiamo raccolti 300 per fare il mercatino di Natale finanziato e gestito dai genitori?”

“E la stessa risposta – sottolinea Patrizia – è stata data alla Scuola e da quanto abbiamo appreso pare che questa richiesta nasca dal fatto che l’AMA si avvale di una ditta in subappalto che deve quindi essere pagata.”

E’ mai possibile che il volontariato venga così mortificato?  “Tutto questo mi sembra davvero assurdo” conclude Patrizia mentre assieme al comitato è alla ricerca di una soluzione alternativa che chissà che non possa arrivare dal Municipio XV.

AGGIORNAMENTI del 28 aprile
L’AMA porta via i 20 sacchi, leggi qui
L’Assessore del XV spiega la vicenda, leggi qui

 

10 COMMENTI

  1. Vi ringrazio spero che tutto questo possa essere di aiuto per altre scuole non sanno a cosa vanno incontro quando prendono iniziative come abbiamo fatto noi per il bene del nostro istituto.

    • Assurda veramente la richiesta di Ama che ha considerato i sacchi di rifiuti a mò di “ingombranti”. E il Municipio XV non ha ancora provveduto a far prelevare da AMA i 20 sacchi? E tutto questo è il risultato di appalti e subappalti e ancora sub-subappalti…..Ma AMA ROMA?

  2. Uno o due sacchi alla volta si conferiscono nei cassonetti dell’organico o dell’indifferenziato come se ognuno si fosse ripulito il giardino di casa ed ecco risolto il problema.

  3. Ma siamo proprio alla follia totale! Il cittadino ha come unico punto di riferimento l’AMA, poi se la municipalizzata sub appalta, è affar suo. Sarebbero da premiare i genitori che, con tutta la buona volontà e i loro sforzi, si sono sostituiti ad una azienda incapace. Sarebbe interessante sapere come la pensa, in questo caso, l’assessore capitolino ai rifiuti Pinuccia Montanari.

  4. Facciamo un po’ di chiarezza e sfatiamo le cose non esatte che sono state scritte.
    Il preventivo fatto per la scuola riguardava una richiesta di asporto e smaltimento mobilio ad esito di specifica richiesta della scuola
    Per quanto riguarda il prelievo dei 30 sacchi di fogliame in oggetto Ama non ha chiesto soldi e l’asporto, appena saputo, cioè oggi, è già stato organizzato per domani mattina.
    Di queste iniziative ne facciamo spesso, perchè crediamo fermamente nella partecipazione attiva dei cittadini. Però, vi invito a farcelo sapere in tempo, almeno una settimana prima.
    Se ci viene richiesto organizziamo sempre un intervento con la squadra decoro dell’AMA fornendo, quando possibile, anche attrezzi per la pulizia, sacconi ed assistenza.
    Ad esempio, ci è stato richiesto da alcuni genitori dell’istituto comprensorio di VIA Cassia 1694, sabato prossimo 29 che puliranno gli spazi esterni dei plessi Buozzi,Tomassetti e Scalette di far venire a prendere dalľ AMA, fuori dalla scuola, il materiale di risulta che verrà raccolto.
    Ci siamo, come al solito, subito attivati per un intervento di collaborazione con Ama.
    Leggere queste inesattezze e discriminatorie verso l’AMA sinceramente da fastidio.
    C’è invece un grosso problema che riguarda la grande quantità di materiale ingombrante presente in molte scuole che sono li da anni e non vengono rimossi, anche perchè il contratto di servizio Ama non lo prevede. Per risolvere questo problema con l’assessorato capitalino ed AMA abbiamo avviato un cemsimento degli ingombranti presenti nelle scuole per sottoscrivere un protocollo che ci consentirà di svuotare una volta per tutti questi ingombranti (armadi, banchi, sedie rotte)

    Pasquale Annunziata
    Assessore all’Ambiente Municipio Roma XV

  5. Rispondo al commento del Sig Pasquale Annunziata come può dire che non abbiamo telefonato quando in questa settimana mi hanno risposto tre operatori diversi al centralino e l’ultimo mi ha detto con tutto che gli avevo spiegato quale era la situazione della. Scuola in più Statale e che il lavoro era stato fatto dai genitori mi ha detto che dovevamo pagare 38.50 a bolllettino per 5 sacchi alla volta non mi invento nulla queste sono le risposte che mi hanno dato altrimenti mi dovevo rivolgere all’olgiata rimediare un furgoncino e farlo privatamente queste è quanto mi è stato detto . Comunque la ringrazio se intervenite noi siamo genitori e non esperii di tutto ciò che riguarda le varie cose burocratiche che abbiamo reso un servizio alla nostra scuola .

  6. In più le comunico anche il numero dell’operatore AMA che ha risposto s mia madre perché anche lei ha contribuito per risolvere il problema ed addirittura a lei hanno risposto che serviva il codice utent della scuola che non esiste naturalmente. Le invio il momento dell’operatore 3098. Grazie

  7. Ripeto, una cosa è il ritiro di ingombranti nella scuola, è una cosa diversa. Diciamo che non cì è stata chiarezza o incomprensione.
    Comunque adesso è andata così, va bene, tutto è bene quel che finisce bene, ma vi invito, veramente senza polemiche, a seguire una corretta procedura se volete che possiamo darvi assistenza.

  8. RETAKE ROMA collabora tutti i fine settimana con Ama ad aprile con 42 interventi. Non ci hanno mai chiesto una lira!!! Certo bisogna preavvertirli perché possano inserire “nel giro” una raccolta straordinaria. Correggete l’articolo sul CORRIERE DELLA SERA che incita a non collaborare!!! Avete ottenuto il risultato opposto trasmettendo un messaggio, completamente sbagliato. La prossima volta con un pochino di umiltà e organizzazione contattate i comitati di zona che si occupano di pulizia, decoro e impegno civico!!!!

  9. Scusate, penso che queste notizie se non veritiere sono alquanto dannose per chi organizza queste iniziative.
    Vorrei solo testimoniare che oggi, noi del Comitato Genitori delľ Istituito Comprensivo VIA Cassia 1694, abbiamo pulito gli spazi esterni dei plessi Buozzi e Tomassetti, ed avendo informato, qualche giorno prima, ľ assessore all’ ambiente Pasquale Annunziata e ľ assessore alla scuola Pasquale Russo, ľ AMA è passata ben tre volte portandosi via tutti i sacchi, come già successo a Settembre scorso.

    Vincenzo Cocchiarale
    Presidente Comitato Genitori

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome