Home FLEMING Le “Uova della solidarietà”, diamo una mano a don Coluccia

Le “Uova della solidarietà”, diamo una mano a don Coluccia

uova-solidarieta

Quest’anno a Pasqua, a Roma Nord si potrà gustare del buon cioccolato prodotto artigianalmente e fare anche del bene. Come?

Sostenendo l’iniziativa di raccolta fondi delle “Uova della solidarietà” a favore dei progetti dell’Opera Don Giustino onlus, fondata da don Antonio Coluccia, l’irrefrenabile e infaticabile sacerdote della parrocchia di San Filippo Apostolo a Grottarossa.

L’Opera Don Giustino Onlus si muove nell’ambito dell’emarginazione sociale e nasce come risposta concreta a un fenomeno preoccupante: sempre più alto è il numero delle persone che nella capitale vivono in condizioni di povertà perché hanno perso il lavoro, la famiglia, i punti di riferimento della loro vita.

A via della Giustiniana c’è una villa sequestrata alla mafia, mille metri quadri su tre piani con tre ettari di giardino, e lì c’è chi lotta per riscattarsi, per ricostruirsi una vita degna.

Ragazzi giovani e uomini adulti vivono insieme come una vera famiglia, con storie tristi alle spalle, con delle viti difficili, tutti accomunati dal desiderio di ricominciare a vivere.

E’ grazie alla Legge 109/96 sul riutilizzo sociale dei beni confiscati alla criminalità organizzata che don Antonio Coluccia è riuscito ad aprire la casa accoglienza di cui abbiamo parlato tempo fa e nella quale i suoi ospiti trovano vitto e alloggio gratuito e una “carità –progetto” che permette loro non solo di sentirsi di nuovo persone amate ed accolte, ma anche di iniziare un percorso che li porti ad essere reintegrati nella società civile.

La Casa Accoglienza vive grazie alla carità altrui: c’è chi regala cibo, chi denaro, chi aiuta a fare lavori di manutenzione.

Per raccogliere un po’ di fondi, in occasione della prossima Pasqua l’Opera Don Giustino Onlus ha dato il via all’iniziativa “le uova della solidarietà”, prodotte artigianalmente in Italia in una confezione personalizzata per la Onlus.

Sostenere l’iniziativa vuol dire dare una mano concreta a don Antonio Coluccia nella sua missione.

A tal fine, le volontarie dell’Opera e le uova della solidarietà saranno a Collina Fleming venerdì 31 marzo, dalle 10 alle 13.30, in piazza Monteleone da Spoleto.

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome