Home TEMPO LIBERO L’importanza di chiamarsi Ernesto a Labaro

L’importanza di chiamarsi Ernesto a Labaro

teatro le sedie

Questo fine settimana al Teatro Le Sedie di Labaro ultime tre repliche de “L’importanza di chiamarsi Ernesto” di Oscar Wilde, una commedia degli equivoci ambientata alla fine dell’Ottocento. Fondata su una duplice simulazione d’identità adottata dai due protagonisti maschili, Jack e Algernon: due amici, appartenenti a famiglie altolocate, che hanno scelto la menzogna come sistema di vita.

Wilde si avvale di uno scoppiettante mulinello di malintesi, di geniali fraintendimenti, di taglienti battute con cui sarcasticamente mette alla berlina il ceto aristocratico britannico dell’età vittoriana, arrivista, mendace e proteso futilmente verso gli aspetti più frivoli e fatui dell’esistenza, sempre però celati dietro la maschera della rispettabilità e dell’assennatezza.

Sul palco Edoardo Ciufoletti, Andrea Iarlori, Roberta Tenuti, Elena Lodola, Paola Russo, Stefano Sarra, Davide Bracale, Andrea Ceravolo. Regia Andrea Pergolari; scene e costumi; Erika Cellini; assistente alla regia Roberta Russo; consulenza coreografica Carlotta Guido.
Teatro Le Sedie, Vicolo del Labaro 7. Info & Prenotazioni: info@teatrolesedie.it – 320.1949821

Visita la nostra pagina di Facebook

Vicolo del Labaro, Roma, RM, Italia

2 COMMENTI

  1. A LABARO UN PICCOLO GIOIELLO , IL TEATRO LE SEDIE , CHE CI REGALA SPETTACOLI EMOZIONANTI ALLEGRI E GRANDE FELICITA’ .

  2. Sono andato a vedere questo spettacolo domenica pomeriggio ed è stata un’ottima scelta: un testo dalla vis comica strepitosa che non risente minimamente dei 120 anni che ha sul “groppone”, attori bravissimi e perfettamente calati nella parte grazie ad una sapiente regia.
    Spero di riuscire a tornare al Teatro Le Sedie sabato per “appartamento al Plaza” di Neil Simon; intanto grazie ad Andrea Pergolari e al Teatro Le Sedie.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome