Home ATTUALITÀ Destinati a fini pubblici gli immobili abusivi di via Cassia 1081

Destinati a fini pubblici gli immobili abusivi di via Cassia 1081

via cassia 1081

Nella seduta di mercoledì 20 aprile, il Consiglio del Municipio XV ha approvato una delibera che destina a fini pubblici l’utilizzo delle opere edilizie abusive realizzate in via Cassia 1081.

L’atto arriva dopo la la rimozione del cancello abusivo che sbarrava l’accesso dalla Via Francigena alla Riserva dell’Insugherata, effettuata lo scorso febbraio.

“Le opere in questione – spiega in una nota il presidente del XV Daniele Torquati – realizzate con fini residenziali e commerciali, sono state dichiarate abusive più di dieci anni fa in quanto prive di titolo abilitativo, e, con la delibera di oggi, il Municipio richiede che vengano acquisite a patrimonio dal Comune di Roma e utilizzate per fini istituzionali e sociali. Ringrazio dunque l’Assessore Elisa Paris  per la gestione innovativa dell’urbanistica che ha saputo adottare nel nostro Municipio: grazie al suo impegno, il territorio è stato valorizzato dal punto di vista urbanistico come mai era stato fatto prima. La rimozione del cancello abusivo è stata la prima grande vittoria ottenuta, preché ci ha permesso finalmente, dopo anni di inerzia del passato, di restituire ai cittadini e ai viandanti che entrano a Roma un percorso unico che dalla Via Francigena entra nella Riserva dell’Insugherata. Ora, con l’approvazione della delibera, per la prima volta il nostro Municipio potrà destinare opere abusive a finalità pubbliche, creando servizi di qualità per il territorio.”

“L’approvazione della delibera ci riempie di soddisfazione. – sottolinea Elisa Paris, Assessore municipale all’Urbanistica – Ringrazio gli esponenti della maggioranza del Consiglio del Municipio XV per aver espresso parere favorevole alla possibilità di destinare le aree in questione a finalità pubbliche. Le idee in cantiere su come riutilizzare le strutture sono tante e tutte orientate alla valorizzazione dell’area urbanistica da un punto di vista sociale, culturale e turistico, senza intaccarne il valore naturalistico.”

“È  stato un grande risultato con un’unica nota dolente – chiosa a margine della seduta Marco Paccione, capogruppo PD – : il comportamento di alcuni esponenti dell’ex maggioranza con incarichi di governo nella precedente amministrazione che non hanno partecipato al voto, o i restanti membri dell’opposizione che non si sono neanche presentati in consiglio, ad eccezione della consigliera Teresa Zotta, che ha votato a favore. Nonostante l’assenteismo, i voti a favore sono stati comunque 13 della maggioranza, a testimonianza della coesione e della capacità amministrativa, più il quattordicesimo della Consigliera Zotta.”

Visita la nostra pagina di Facebook

SR2, 1071-1073, 00189 Roma, Italia

2 COMMENTI

  1. Perché non ci trasferiscono immediatamente la sede del municipio XV invece di continuare a pagare 600.000 euro di affitto all’anno per la palazzina di via Flaminia 872 all’indagato Bonifaci?

  2. Dopo la rimozione INGIUSTIFICATA E VIOLENTA del cancello di via Cassia 1081 , il Comune continua a PROFANARE una proprieta’ privata !!!!
    Coloro che vivono all’interno della proprieta’ stanno subendo innumerevoli disagi il cui costo dovra’ essere quantificato in sede legale

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome