Home ATTUALITÀ Protocollo XV-Ways per inserimento lavorativo ragazzi disabili

Protocollo XV-Ways per inserimento lavorativo ragazzi disabili

XV Municipio

Questa mattina il Municipio XV ha firmato un Protocollo d’Intesa con la W.a.y.s. Cooperativa Sociale Onlus, da sempre impegnata nell’integrazione di ragazzi diversamente abili nel tessuto sociale del territorio, al fine di avviare ufficialmente una collaborazione per la promozione di una serie di attività finalizzate all’inserimento lavorativo di ragazzi assistiti.

In particolare, i ragazzi verranno coinvolti nella raccolta di tappi di plastica e di vecchi cellulari: il progetto è mirato infatti alla promozione di una maggiore sensibilizzazione alla raccolta differenziata e al recupero delle “risorse” dai rifiuti. La raccolta avverrà attraverso il posizionamento di appositi contenitori all’interno delle sedi istituzionali di competenza del Municipio XV.

“Dopo il successo del progetto ‘Ehi dammi un tappo‘, tenutosi lo scorso anno presso gli Uffici anagrafici del Municipio Roma XV e che ha coinvolto anche allora i ragazzi della W.a.y.s., abbiamo deciso con il nuovo Protocollo di estendere l’iniziativa a tutte le sedi istituzionali del Municipio – dichiarano Michela Ottavi, Assessore alle Politiche Sociali, e Agnese Rollo, Presidente della Commissione Politiche Sociali, del Municipio Roma XV – La plastica e il materiale proveniente dai vecchi cellulari verranno non solo raccolti, ma anche trasformati in nuovi oggetti, come sedie, tavoli e giochi per i parchi”.

“In qualità di Presidente di W.a.y.s. Onlus, e madre di un ragazzo diversamente abile, ho testato in questi anni quanto sia importante porre questi ragazzi nella condizione di acquisire un ruolo nella società – ha dichiarato Lynda Johnson Presidente della W.a.y.s. Onlus – Lavorare li aiuta ad incrementare la propria autostima e ad acquisire senso di responsabilità e consapevolezza delle proprie capacità.
La nostra piccola Cooperativa si occupa autonomamente di coinvolgere i ragazzi in una serie di attività utili per la comunità e la tutela dell’ambiente, al fine di inserirli nel tessuto sociale: non solo raccolta di tappi, cellulari e vecchio materiale elettronico da destinare al riciclo, ma organizziamo anche GAS (Gruppi di Acquisto Solidale) per la diffusione del concetto di consumo critico.
Ringrazio quindi il Municipio per la bella sinergia che si è venuta a creare, ma soprattutto per la grande attenzione e sensibilità dimostrata nei confronti della disabilità, condizione che deve essere considerata come una risorsa per la società e valorizzata attraverso progetti di questo tipo”.
Per saperne di più sulla Ways clicca qui

Visita la nostra pagina di Facebook

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome