Home AMBIENTE Caldaie e Bollino Blu, sappiatene di più

Caldaie e Bollino Blu, sappiatene di più

bollino blu

In Italia sono installate circa 19 milioni di caldaie per impianti autonomi e condominiali. Nell’ambito delle politiche europee per favorire l’efficienza energetica il “bollino blu caldaia” è un obbligo di legge. Ma a cosa serve? Chi lo deve apporre? Quanto costa e ogni quanto tempo va fatto?

A cosa serve

Il bollino blu serve a favorire il risparmio energetico con minori consumi, a ridurre i l’emissione di gas inquinanti, ad assicurare maggiore efficienza dell’impianto termico e a garantire la sicurezza degli appartamenti dove sono installate le caldaie.

Chi è obbligato a fare il “tagliando” della caldaia?

Tutti i proprietari e/o inquilini che abbiano una caldaia autonoma per il riscaldamento e/o per la produzione di acqua calda sanitaria con potenza superiore a 5 Kw.

Obbligo del ” Libretto di Impianto

Tutte le operazioni di manutenzione e di verifica devono essere registrate sul cosiddetto “Libretto di Impianto” che viene rilasciato all’atto dell’installazione della caldaia, oppure fornito dalla ditta di manutenzione in caso d’impianto già esistente.
La tenuta del Libretto di Impianto, per caldaie con potenza inferiore a 35 Kw, è a carico dell’occupante dell’abitazione (proprietario o inquilino) e deve essere aggiornato dal tecnico della ditta incaricata riportando tutte le operazioni di manutenzione ed i risultati delle verifiche delle prove di combustione.

Quando?

Le caldaie di un impianto autonomo di riscaldamento per appartamenti fino a 200/300 mq. di solito non superano i 35 Kw di potenza termica. Il controllo di efficienza energetica delle caldaie è previsto ogni 4 anni per impianti a gas metano o GPL inferiori a 100 Kw, ogni due anni per impianti termici a combustibile liquido o solido (pellts, legna etc), ogni anno per le caldaie superiori a 100 Kw di potenza termica.

Quanto costa?

Per una caldaia autonoma media il costo della manutenzione periodica annuale è di circa 70-80 euro; circa lo stesso importo per la visita di controllo emissione fumi ed il rilascio del bollino blu ogni 2 – 4 anni.

Si consiglia di chiedere sempre la ricevuta fiscale o fattura per l’intervento, sia per mantenere attiva la garanzia della casa costruttrice (oggi si possono sottoscrivere anche garanzie di 5 anni) sia come ricevuta dell’intervento effettuato.

A chi rivolgersi per il bollino blu?

Di solito le ditte che effettuano la manutenzione autorizzate dalla casa costruttrice della caldaia sono convenzionate con il Comune per effettuare i controlli della emissione dei fumi e gli interventi di manutenzione obbligatoria.

Il tecnico, a seguito dell’esito positivo della verifica fumi, rilascia il bollino blu da apporre sul libretto di manutenzione della caldaia insieme al “rapporto di controllo tecnico” ossia la dichiarazione che attesta l’avvenuta manutenzione ed il corretto funzionamento della caldaia.

Le Ditte e gli artigiani che eseguono le manutenzione delle caldaie devono essere abilitati e quindi iscritti ad un apposito Albo presso la CCIA (Camera di Commercio) in base al D.M. 37/2008 del 22.01.2008 per la loro specializzazione.

Si consigliano gli utenti di chiedere il riferimento dell’iscrizione all’Albo alle Ditte ed agli artigiani interpellati per la manutenzione delle caldaie.

Le Ditte e gli artigiani che non rilasciano i documenti richiesti sono soggetti a sanzioni da 1.000 a 6.000 € come previsto dal DL 192/05 art.15 e con comunicazione alla CCIA (Camera di Commercio) che cura l’albo degli specialisti.

Cosa fare con i documenti ricevuti?

Una copia del rapporto di controllo tecnico sarà inviata direttamente a CON.TE. dal manutentore abilitato se il pagamento è avvenuto suo tramite con l’applicazione del bollino energetico (bollino blu) .
Nel caso di pagamento con versamento postale, sarà il proprietario ad inviare la dichiarazione di avvenuta manutenzione (rapporto controllo tecnico) con la copia del pagamento a CON.TE..

Cosa deve fare il proprietario che ha installato una nuova caldaia?

– conservare il certificato di conformità dell’impianto (legge 37/2008)
– conservare il libretto impianto della nuova caldaia
– alla prima accensione con la prova di efficienza energetica verrà emesso il bollino blu caldaia trascorsi 4 anni dall’installazione bisognerà chiedere di nuovo la visita di manutenzione, la verifica fumi e l’emissione del bollino blu caldaia.

Obbligo installazione valvole termostatiche nel caso di sostituzione della caldaia autonoma e/o di impianti termici nuovi o ristrutturati.

In caso di sostituzione della caldaia autonoma esiste l’obbligo di installare le valvole termostatiche su ogni radiatore; meglio se collegate ad un termostato ambiente per zone dell’abitazione che abbiano una differente esposizione e che ricevono di conseguenza un differente apporto solare.
Lo prescrive il comma 4 lettera C dell’allegato I del Febbraio 2007 al DL 311 del 29.2.2006 ed in particolare:

  • occorre corredare la caldaia di una centralina di termoregolazione collegata ad un termostato ambiente e possibilmente ad una sonda esterna per la regolazione della temperatura;
  • la centralina di termoregolazione deve offrire la programmazione e la regolazione della temperatura ambiente su due livelli nell’arco delle 24 ore.

Peraltro anche il comma 11. dello stesso All. I di cui sopra, prescrive l’obbligo delle valvole termostatiche nel caso di impianti termici nuovi o ristrutturati.

In questo caso CON.TE , se durante la visita di controllo ha verificato l’assenza delle valvole termostatiche, concede all’utente un periodo di 30 giorni per l’installazione; nel caso di omissione verificata con una visita successiva, CON.TE segnala tale omissione al Comune di Roma per provvedimenti sanzionatori.

Controlli a campione

CON.TE. è l’organismo incaricato dal Comune di Roma per i controlli relativi all’efficienza energetica delle caldaie e degli impianti di riscaldamento. CON.TE., nell’ambito di verifiche a campione, comunicherà in anticipo al proprietario/responsabile della caldaia/impianto termico il giorno e l’orario dell’ispezione.

La documentazione che deve essere resa disponibile al momento del controllo è così composta: libretto d’impianto per caldaie di potenza inferiore a 35 Kw; libretto centrale per caldaie di potenza uguale o superiore a 35 Kw; libretti di uso e manutenzione degli apparecchi / caldaie installati; dichiarazione di conformità dell’impianto termico (legge 37/2008); rapporti di controllo tecnico rilasciati dalla Ditta di manutenzione a seguito degli interventi di manutenzione e di controllo effettuati negli ultimi anni.

Controlli a campione – multe

Secondo l’esito delle ispezioni a campione si avranno i seguenti casi.

Controllo caldaia gratuito: quando il proprietario ha effettuato l’auto dichiarazione regolarmente con invio del rapporto controllo termico e l’attestato di pagamento.

Assistenza a pagamento: viene richiesto un rimborso spese di € 24,08 / € 49,97.= a seconda se la caldaia è inferiore o superiore a 35 Kw, nel caso di mancato appuntamento. Nel caso di un impianto che al primo controllo risulti irregolare e per cui il proprietario dopo 30 giorni non abbia provveduto ad inviare i documenti richiesti (rapporto controllo tecnico ed il pagamento) , è prevista una multa di € 90,54 per impianti di potenza inferiore a 35 Kw.

Bollino blu caldaia: multa da un minimo di 500 € fino a 3.000 € , per i proprietari o responsabili d’impianti che non provvedano ad effettuare la manutenzione ordinaria ed i controlli di efficienza energetica,sia per quelli che non provvedano a fornire tutta la documentazione relativa alla caldaia durante le visite di controllo.

Esito negativo del controllo: Nel caso di impianto termico / caldaia riscontrato non conforme alla normativa, il proprietario dell’impianto dovrà provvedere entro 30 giorni alla messa in conformità dell’impianto ed a trasmettere copia della documentazione che attesti l’avvenuta messa in conformità.

Mancato invio auto dichiarazione: multa di € 84,94: Se l’utente si assume l’onere di pagare direttamente il contributo previsto per il rilascio del bollino energetico (bollino blu) e poi non invia l’auto dichiarazione corredata dall’attestato di pagamento e dall’allegato G o F del controllo di efficienza energetica a CON.TE, dovrà pagare una multa di € 84,94.
In alternativa si può pagare il Bollino Blu al manutentore, che si occuperà dell’invio degli allegati G o F e della ricevuta del pagamento.

La rubrica Casa e Condominio è curata dall’Architetto Paolo Cortesi.
Per ulteriori approfondimenti su questo ed altri temi:
ALFAGEST ROMA – Gestione Immobili e Amministrazione Condomini www.alfagestroma.it
Visita la nostra pagina di Facebook

45 COMMENTI

  1. CON.TE. è uno strumento subdolo e disperato di far girare l’economia (leggi: fare spendere soldi ai cittadini) effettuando dei controlli ridondanti che, nel 90% dei casi, si risolvono in una qualche contestazione/multa. Espropriano solo soldi ai cittadini! Basta una veloce ricerca su internet per capire di cosa parlo…..

  2. Tant’è che chiedono evidenza della manutenzione pregressa e non l’ultima esecuzione. Che sezo ha? Neanche in campo di manutenzione aeronautica è così

  3. Scusate non mi è chiara una cosa. La ditta autorizzata della casa costruttrice che chiamo io, mi rilascia solo la documentazione o provvede anche ad inviare i documenti al comune per l’autocertificazione?
    Oppure questa autocertificazione bisogna farla personalmente dopo aver chiamato la ditta autorizzata della casa costruttrice?

    Del nuovo libretto che è uscito fuori quest’anno (o lo scorso) che comprende anche i condizionatori (che non ho) cosa mi dite? Da quel che ho capito è un costo in più anche per il bollino caldaia.

    Grazie

  4. e se uno ha la caldaia per riscaldamento autonomo in una casa che non utilizza e dove non c’è più neppure l’utenza del gas?

  5. Caso di utenza gas staccata

    Direi che si tratta di un caso particolare e per questo ho consultato
    CON.TE. che considera l’impianto termico inesistente in quanto
    non è alimentato dal combustibile .
    Qualora riattiverà l’utenza gas , dovrà chiedere la visita di manutenzione
    ed il Bollino Blu.
    Paolo Cortesi
    Architetto

    ALFAGEST ROMA Gestione Immobili
    Amministrazione
    Condomini

    tel 06 393.66.577 mob 335 611.33.77
    email : info@alfagestroma.it web : http://www.alfagestroma.it

  6. Documentazione e Libretto Impianto ( Gabriele )

    Il capitolo sui documenti è saltato nell’articolo ; domani sarà riaggiornato o
    potete leggerlo sul sito http://www.alfagestroma.it

    Se il bollino blu viene pagato al tecnico che rilascia il ” rapporto di controllo tecnico ”
    sarà lo stesso tecnico ad inviare i documenti a CON.TE.

    Il libretto impianto non rappresenta un maggior costo ; è gratis e può essere
    scaricato dal sito http://www.alfagestroma.it o dal sito del Comitato Termotecnico
    Italiano , http://www.CTI200.it che ha anche una sezione FAQ dedicata al DM 10/03/14
    ” Libretto Impianto “.

    Il libretto impianto per una nuova caldaia va’ compilato dall’installatore ; nel caso
    invece di caldaia esistente va’ compilato dal Responsabile dell’impianto , che di solito è il proprietario dell’abitazione , con l’aiuto del tecnico che effettua la manutenzione periodica.

    Ricordate : Più manutenzione , Più efficienza , Più sicurezza , Meno consumi.

    Paolo Cortesi
    Architetto Socio ANACI 15183

    ALFAGEST ROMA Gestione Immobili
    Amministrazione
    Condomini

    tel 06 393.66.577 mob 335 611.33.77
    email : info@alfagestroma.it web : http://www.alfagestroma.it

  7. Buonasera,
    ho un quesito da porre: abbiamo ricevuto la vista di Con te per il controllo della caldaia, trattasi di caldaia dismessa su un piccolo locale di 40 mq, ma ancora attaccata alla parete. Il controllore ci ha elevato una sanzione in quanto sprovvisti della documentazione della caldia e ci ha invitato a pagare la sanzione e a compilare una dichiarazione. Posso scrivere nella dichiarazione che l’impianto è stato dismesso e che si è provveduto allo smaltimento della caldaia? è sufficiente tale dichiarazione o devo anche disdire l’utenza del gas?
    Resto in attesa di chiarimenti.
    grazie e buona giornata!

  8. Caldaia dismessa : cosa fare ? (caso Cristina)
    La sanzione deve essere comunque pagata ed inviare copia a CON.TE..
    L’utenza gas può essere mantenuta , ma l’erogazione del gas interrotta in modo
    definitivo con un tappo , non con una valvola , chiamando un tecnico.
    La caldaia possibilmente staccata dalla parete e rottamata.
    Inoltre inviare a CON.TE.,via mail o fax, una dichiarazione sostitutiva di atto notorio
    (file scaricabile dal sito,sezione avvisi) barrando la casella DISATTIVAZIONE, ed allegando un documento d’identità.

    Cordiali saluti

    Paolo Cortesi
    Architetto Socio ANACI 15831

    ALFAGEST ROMA Gestione Immobili
    Amministrazione Condomini

    tel 06 393.66.577 mob 335 611.33.77
    email : info@alfagestroma.it web : http://www.alfagestroma.it

  9. Ho ricevuto la raccomandata di CON.TE per un controllo della mia caldaia autonoma a gas esterna.
    La caldaia in questione è stata installata nuova nel 2012 (con regolare rilascio del libretto) ed inoltre nell’appartamento ho cessato TUTTE le utenze da quasi due anni in quanto la casa non è abitata più da nessuno.
    Ho contattato telefonicamente CON.TE per informarli della situazione, ma mi hanno detto che loro devono comunque venire per controllare.
    Il giorno del controllo, cosa controlleranno? Sono comunque tenuta ad esibire e a far controllare il libretto di un “impianto termico inesistente” a fronte dell’utenza gas cessata da quasi due anni?
    Vi ringrazio anticipatamente.
    Saluti.

  10. Utenza Gas staccata ( Adriana )

    CON. TE è libera di procedere a controlli sulle caldaie installate.
    In effetti potrebbero farne a meno visto che l’utenza gas è staccata.
    Comunque questi sono i documenti che deve esibire :
    .libretto impianto , compilato da chi ha installato la caldaia
    .bollino blu e rapporto di controllo tecnico , rilasciato al momento
    della prima accensione
    .dichiarazione di conformità ( legge 37/2008 ) da chi ha eseguito i lavori
    dell’impianto termico.

    Cordiali saluti

    Paolo Cortesi
    Architetto Socio ANACI 15831
    ALFAGEST ROMA Gestione Immobili
    Amministrazione Condomini

    tel 06 393.66.577 mob 335 611.33.77
    email : info@alfagestroma.it web : http://www.alfagestroma.it

  11. Egregio architetto Cortesi, avendomi Con Te richiesto l’installazione del cronotermostato per la mia caldaia autonoma, vorrei gentilmente sapere se necessita la dichiarazione di conformita’

  12. Richiesta cronotermostato ( Sign Innocenti )
    La dichiarazione di conformità ( 37/2008 ) riguarda la realizzazione dell’impianto termico e dell’impianro elettrico.
    Le consiglio di far installare il cronotermostato ad un tecnico certificato ed iscritto alla CCIA , che Le consiglierà quello più adatto alla Sua situazione.
    Nella regolazione dell’orario , imposti due temperature : 20° per i periodi in cui la
    casa è abitata , e di 17° , invece di spengerla , per quando in casa non c’è nessuno ;
    Ulteriori regolazioni si possono avere con valvole termostatiche e termostati ambiente.

    Cordiali saluti

    Paolo Cortesi Architetto Socio ANACI 15831
    ALFAGEST ROMA Gestione Immobili
    Amministrazione Condomini
    tel 06 393.66.577 mob 335 611.33.77
    email : info@alfagestroma.it web : http://www.alfagestroma.it

  13. Dopo controllo della ConTe contestano “certificato di conformita dell impianto” in quanto la caldaia per uso riscaldamento e stata montata un mese fa e prima c era uno scaldino elettrico. Loro dicono che non vale la mia parola e il tecnico doveva “certificare” innqualche modo che era la prima installazione. Mi hanno fatto foglio con multa di 89 euro che io ho rifiutato di firmare. ho fatto uscire di casa il tecnico in malomodo il quale e letteralmente scappato giu per le scale con tutto il foglio del controllo.cnon avendo firmato, credo che a questo punto “mettera nella cassattq postale la multa per mancato appuntamento”. Posso fare qualcosa? Posso fare comunque multa anche senza firma?

  14. Premetto di abitare in un appartamento con riscaldamento autonomo nel quale è stata installata una caldaia nel 2010. Dopo aver subito il controllo da parte della Con.te è stata segnalata la mancanza delle valvole termostatiche. Una domanda semplice (in una marea di leggi confuse): se l’appartamento è dotato di riscaldamento autonomo, esiste attualmente l’obbligo delle valvole termostatiche? Ringrazio anticipatamente l’architetto Cortesi se vorrà darmi il suo parere.

  15. Risposta a Cristiano : Obbligo valvole termostatiche per impianti
    riscaldamento autonomi.
    Come potrà verificare a pag.18 del DL 102/2014 l’obbligo riguarda
    solo gli impianti centralizzati entro il 31.12.1016.
    Quindi se CON.TE desse ancora fastidio chieda di ricevere
    il documento da cui si evince quest’obbligo ( ! ?) e non paghi
    nessuna multa.
    Comunque se fosse interessato a dei risparmi consideri che :
    . l’applicazione delle valvole termostatiche consentono risparmi dal 15
    al 25% ; e può facilmente chiudere il radiatore in una stanza che non
    utilizza.
    . un semplice sistema domotico di controllo wireless, senza fili , collegato al termostato ambiente ed alle testine termostatiche , con cui può controllare ,
    anche da remoto , orari , temperature , calendario giorni , oltre ad assicurarLe
    il comfort desiderato , fa’ risparmiare un ulteriore 15- 30 % secondo l’impianto e l’utilizzo .
    Per esempio lasciando a 17° i radiatori quando esce di casa , con un comando od uno scenario e 30 minuti prima di rientrare da remoto può ordinare di riportare la temperatura a 20° , così da poter trovare una casa ben calda .
    Sul sito http://www.alfagestroma.it potrà trovare uno schema di funzionamento dei sistema domotici wireless .
    Quando avrà bisogno di un Amministratore di Condominio
    ” risparmioso ” e focalizzato a tutelare e valorizzare l’edificio
    condominiale si ricordi di ALFAGEST Roma.

    Cordiali saluti

    Paolo Cortesi Architetto Socio ANACI 15831
    ALFAGEST ROMA Gestione Immobili
    Amministrazione Condomini
    tel 06 393.66.577 mob 335 611.33.77
    email : info@alfagestroma.it web : http://www.alfagestroma.it

  16. Buongiorno, tra poche settimane riceverò il controllo da parte di un tecnico della Con.Te per una caldaia sotto i 35kw installata nel 2012 per un appartamento privato con riscaldamento autonomo. La caldaia viene revisionata ogni anno dall’assistenza autorizzata la quale aggiorna il libretto. Adesso, all’ultimo controllo il tecnico mi ha detto che la Con.Te potrebbe sanzionarmi perchè non c’è il bollino blu che andava rilasciato al momento dell’installazione (2012) e che effettivamente in quel periodo, secondo lui, non era chiaro chi dovesse provvedere al rilascio del bollino, se la ditta installatrice o io come proprietario che dovevo effettuare il pagamento e richiederlo in qualche modo a me non chiaro. Inoltre il tecnico mi ha messo in allarme riguardo ai termosifoni che sono sprovvisti di valvole termostatiche. Ho una centralina elettronica che regola l’operatività della caldaia e sinceramente da quel che so non c’è alcun obbligo di legge per gli appartamenti autonomi di dotarsi di valvole termostatiche e le normative che regolamentano gli impianti centralizzati entreranno in vigore a dicembre 2016. Come mi devo comportare con il tecnico Con.Te ? Sono un po’ preoccupato perchè leggo di molte lamentele di abusi da parte di questa società. Un anno fa mi era stata rilasciata dall’assistenza un’informativa delle Con.Te che mi intimava di installare le valvole secondo quanto definito dalla legge n.412 del 26 Agosto 1993 ( Art. 11 del nuovo allegato I). Mi sembra un abuso bello e buono visto che le recenti normative non parlano di obbligo per i riscaldamenti autonomi. Mi potete cortesemente chiarire tutti questi aspetti ? Grazie.

  17. Problema : Bollino Blu mancante 2012 e valvole termostatiche per impianto autonomo.

    Per il bollino Blu relativo alla prima accensione del 2012 la mancanza è evidente
    e possono sanzionarLa ; però strano che il manutentore che viene ogni anno non se ne sia accorto.

    Per le valvole termostatiche La rimando alla risposta precedente : non esiste alcun obbligo , anche se sarebbe consigliabile per il risparmio energetico.
    Nel caso facciano altre osservazioni chieda a quale Legge si riferiscono ( ?! ).

    Cordiali saluti

    Paolo Cortesi Architetto Socio ANACI 15831
    ALFAGEST ROMA Gestione Immobili
    Amministrazione Condomini
    tel 06 393.66.577 mob 335 611.33.77
    email : info@alfagestroma.it web : http://www.alfagestroma.it

  18. Buongiorno,
    il 16 novembre è venuto il tecnico della società CON TE per verificare se il mio impianto era a norma. Ho consegnato tutta la documentazione richiesta (libretto di impianto a norma, libretto d’uso e manutenzione a norma, i rapporti di controllo tecnico rilasciati dal mio manutentore a norma dal 2012 al 2015 compresi di bollettini pagati regolarmente) e il tecnico ha confermato che sia la mia caldaia che la documentazione presentata erano regolari. L’unica anomalia che ha trovato è un bollettino del 2012 di 5 euro pagato con un ritardo di due mesi. Per questo il tecnico dice che devo pagare una multa di circa 85 euro. Mi potreste dare lumi in riguardo? Se il tagliando della mia caldaia è a norma, perchè dovrei pagare 85 euro per un bollettino del 2012 che ho pagato con un po’ di ritardo? Non è una truffa questa? Barbara

  19. Buongiorno, questa mattina è venuto il tecnico della società CON TE, per verificare il mio impianto, premetto che nel mese di ottobre 2015, ho effettuato il bollino blu. Il tecnico mi ha contestato la mancanza di bollini precedenti, quindi devo pagare la somma di euro 84,94, debbo pagarla oppure posso contestarla, visto che l’impianto rimane sempre spento, nell’appartamento non ci vive nessuno, solo saltuariamente viene occupato da me. Grazie della consulenza, porgo distinti saluti.

  20. Mancato pagamento Bollino Blu anni precedenti ( Pino )
    Visto che ha effettuato il Bollino Blu nel 2015,Le è stata contestato il mancato Bollino Blu per il 2011,perchè per le caldaie a gas sotto 35 Kw va’ fatto ogni 4 anni : quindi
    deve pagare.
    Se invece avesse regolarmente effettuato quello del 2011 e non ancora quello del 2015,avrebbe avuto 30 giorni di tempo dalla visita di controllo per regolarizzare la situazione.
    Come sempre Vi consiglio di dotare i radiatori di valvole termostatiche e di un controllo domotico,anche wireless,per ottenere un risparmio dei consumi del 35-45%.
    Cordiali saluti

    Paolo Cortesi Architetto Socio ANACI 15831
    ALFAGEST ROMA Gestione Immobili
    Amministrazione Condomini
    tel 06 393.66.577 mob 335 611.33.77
    email : info@alfagestroma.it web : http://www.alfagestroma.it

  21. ho letto molti commenti sul vostro blog, molti anche recentissimi (ottobre e novembre) in cui si evince che la società “Con Te” non è seria…
    Nel mio caso nonostante fossi in casa (prendendo ore di permesso al lavoro) nel giorno e nella fascia oraria da loro stabilita, loro non si sono presentati e la mattina seguente ho trovato nella cassetta della posta un bollettino di 24,98 euro e un “verbale” in cui si attestava che il tecnico era passato alle ore 15:40 ma in casa non c’era nessuno… peccato che io a quell’ora fossi effettivamente in casa e il citofono funziona e il mio udito ancora funziona bene. Al numero verde sono totalmente inutili in quanto dicono solo “noi non possiamo fare nulla” e che le verifiche eventuali andrebbero per le lunghe facendo così intendere che il termine di 10gg per il pagamento del bollettino verrebbe ampiamente superato…
    Mi dispiace ma questo è un atteggiamento da truffatori perchè una ditta SERIA e ONESTA non agisce così, e il Comune di Roma non interviene per controllare tutto ciò.
    Vi prego di tenere presente tutte queste lamentele e se qualcuno è in grado di agire incisivamente lo faccia, e potrà contare sull’appoggio di molti utenti truffati.

  22. Problema della visita su appuntamento CON.TE
    Bisognerebbe obbligare comunque i tecnici a telefonare al cliente , oltre che
    a citofonare ; anche perchè altri utenti hanno lamentato lo stesso problema.
    Per intanto chiederò al Presidente del Municipio di chiedere un incontro con
    i rappresentanti di CON.TE per lamentare le continue vessazioni subite dagli
    abitanti della zona Roma Nord.
    Come sempre Vi consiglio di dotare i radiatori di valvole termostatiche e di un controllo domotico,anche wireless,per ottenere un risparmio dei consumi del 35-45%.
    Cordiali saluti

    Paolo Cortesi Architetto Socio ANACI 15831
    ALFAGEST ROMA Gestione Immobili
    Amministrazione Condomini
    tel 06 393.66.577 mob 335 611.33.77
    email : info@alfagestroma.it web : http://www.alfagestroma.it

  23. il decreto a cui ATI SEA CON.TE si riferisce per le valvole termostatiche é:
    ALLEGATO I – DECRETO DEL 29/12/2006 N. 311 – COMMA 4 – LETTERA C ( DI FEBBRAIO 2007).
    QUESTO E’ QUANTO DETTO TELEFONICAMENTE.
    CHI SOSTITUISCE UN GENERATORE DI CALORE O ESEGUE UNA RISTRUTTURAZIONE EDILIZIA CHE COMPRENDA ANCHE L’IMPIANTO TERMICO SI DEVE ADEGUARE.

  24. buonasera,oggi ho ricevuto la visita degli operatori Con.te che mi hanno sanzionato perchè non avevo il bollettino di pagamento del bollino blu del 2013.
    Ora.
    questi simpaticoni,come dice l avviso pubblico hanno l obbligo di controllare l ultima manutenzione effettuata con il rispettivo libretto di manutenzione modificato dal 10/02/2014 e il versamento O bollino.Cosa che ho fatto il 17 novembre e prontamente pagato e conservato.Quelli antecedenti al 2014 non dovrebbero essere sottoposti a controllo di autocertificazione ne pertanto al controllo del pagamento del bollettino postale ma solo alla visura dell avvenuta manutenzione

  25. Non vorrei sbagliarmi ma il comma 4 lettera c citato da Con.te e quindi riportato da Alessandra dovrebbe riferirsi al “generatore di calore” quindi alla caldaia e pertanto impone l’obbligo del c.d. cronotermostato, non anche quello della valvole su ogni termosifone. Almeno questo è quello che intendo io… se possibile sarebbe utile sentire il parere dell’architetto Cortesi (al quale si richiede l’impossibile compito di chiarire una situazione che non ha chiarezza normativa…:-))

  26. Mi sembra di capire che se uno non è perfettamente in regola con i bollini, magari quelli precedenti, conviene di più non aprire ai tecnici e pagare una ventina di euro piuttosto che farli entrare e pagarne 80…

  27. Risposta a Cristiano su obbligo valvole termostatiche:

    Obbligo installazione valvole termostatiche nel caso di sostituzione della caldaia autonoma e/o di impianti termici nuovi o ristrutturati

    Nel caso che venga sostituita la caldaia autonoma siete obbligati ad installare le valvole termostatiche ( citate come “dispositivi modulanti per la regolazione della temperatura ambiente”)su ogni radiatore,meglio anche se collegate ad un termostato ambiente per zone dell’abitazione che abbiano una differente esposizione e quindi ricevano un differente apporto solare.

    Lo prescrive il comma 4 lettera C dell’all.to I del Febbraio 2007 al DL 311 del 29.2.2006 ed in particolare :
    . corredare la caldaia di una centralina di termoregolazione collegata ad un termostato ambiente e possibilmente ad una sonda esterna,per la regolazione della temperatura
    . la centralina di termoregolazione deve offrire la programmazione e la regolazione della temperatura ambiente su due livelli nell’arco delle 24 ore

    Peraltro anche il comma 11. dello stesso All. I di cui sopra,prescrive l’obbligo delle valvole termostatiche nel caso di impianti termici nuovi o ristrutturati.

    In questo caso CON.TE ,se durante la visita di controllo ha verificato l’assenza delle valvole termostatiche , concede all’utente un periodo di 30 giorni per l’installazione ;nel caso di omissione verificata con una visita successiva o per mancata comunicazione dell’installazione,CON.TE segnala tale omissione
    al Comune di Roma per provvedimenti sanzionatori.

    Come sempre Vi consiglio di dotare i radiatori di valvole termostatiche e di un controllo domotico,anche wireless,per ottenere un risparmio dei consumi del 35-45%.
    Cordiali saluti

    Paolo Cortesi Architetto Socio ANACI 15831
    ALFAGEST ROMA Gestione Immobili
    Amministrazione Condomini
    tel 06 393.66.577 mob 335 611.33.77
    email : info@alfagestroma.it web : http://www.alfagestroma.it

  28. Buongiorno, a seguito di controllo della società Con.Te effettuato stamattina, mi è stata elevata una multa di 84,94 euro per non aver comunicato il pagamento del bollino blu nel 2013. Due anni fa, il tecnico caldaista mi aveva detto che il mio unico obbligo era versare 5,54 euro con il bollettino che mi aveva appositamente lasciato. Cosa che ho fatto! Ho anche conservato la ricevuta di tale pagamento e l’ho sottoposta all’ispettore, che però non ha voluto sentire ragioni irrigidendosi su una posizione sanzionatoria evidentemente prevenuta (avevo pagato ed avevo le prove, ma a loro non risultava – guarda caso). Su mia esplicita richiesta di mettere a verbale le mie obiezioni (con tanto di documenti), e di fronte al diniego assoluto da parte del rappresentante di Con.Te, non ho potuto fare altro che fotografare il tesserino dell’ispettore, non firmare il verbale e “invitare” il solerte burocrate a lasciare immediatamente il mio appartamento. Ho eseguito regolarmente la manutenzione ordinaria dell’impianto, pagato il bollino blu e adempiuto a tutti i doveri. Ritengo quanto avvenuto un tentativo di vera e propria estorsione legalizzata, un sopruso il cui unico scopo è quello di “racimolare il possibile” per le disastrate casse del Comune. Cosa posso fare ora? Grazie in anticipo, anche all’arch. Cortesi, per eventuali consigli e suggerimenti.

  29. Risposta a Stefano

    Mi dispiace ma il tecnico professionista , che deve essere iscritto ad un albo presso la CCIA ( Camera di Commercio )per la Legge 37/2008 è per dire poco un asino ed un lavativo ! Purtroppo ha omesso il resto che la normativa prescrive e cioè :
    ” Gli utenti potranno eseguire l’autodichiarazione di avvenuto controllo di efficienza
    energetica ( allegati G od F ) rilasciati dal manutentore abilitato ed allegando la ricevuta di pagamento del contributo previsto per il rilascio del bollino energetico
    ( Bollino Blu ).
    In alternativa si può pagare il Bollino Blu al manutentore , che si occuperà dell’invio degli allegati e dell’avvenuto pagamento.
    Purtroppo Le devo solo consigliare di pagare.
    Sul sito ALFAGEST in coda all’articolo sul Bollino Blu troverà l’opuscolo del Comune di Roma sul Controllo Caldaia – CON.TE. oppure altre informazioni sul sito di CON.Te http://www.controlloimpiantitermici.com

    Come sempre Vi consiglio di dotare i radiatori di valvole termostatiche e di un controllo domotico,anche wireless,per ottenere un risparmio dei consumi del 35-45%.
    Cordiali saluti

    Paolo Cortesi Architetto Socio ANACI 15831
    ALFAGEST ROMA Gestione Immobili
    Amministrazione Condomini
    tel 06 393.66.577 mob 335 611.33.77
    email : info@alfagestroma.it web : http://www.alfagestroma.it

  30. A chi rivolgersi per il bollino blu caldaia ?
    Raccomandiamo agli utenti di verificare scrupolosamente quanto segue :
    . le Ditte e gli artigiani che eseguono le manutenzione delle caldaie devono essere abilitati e quindi iscritti ad un apposito Albo presso la CCIA (Camera di Commercio) in base al D.M. 37/2008 del 22.01.2008 per la loro specializzazione.
    Quindi si consiglia agli utenti di chiedere il riferimento dell’iscrizione all’Albo alle Ditte ed agli artigiani interpellati per la manutenzione delle caldaie.
    Le Ditte e gli artigiani che non rilasciano i documenti richiesti sono soggetti a sanzioni da 1000 a 6.000 € come previsto dal DL 192/05 art.15 e con comunicazione, per le sanzioni , alla CCIA (Camera di Commercio) che cura l’albo degli specialisti.
    Come sempre Vi consiglio di dotare i radiatori di valvole termostatiche e di un controllo domotico,anche wireless,per ottenere un risparmio dei consumi del 35-45%.
    Cordiali saluti

    Paolo Cortesi Architetto Socio ANACI 15831
    ALFAGEST ROMA Gestione Immobili
    Amministrazione Condomini
    tel 06 393.66.577 mob 335 611.33.77
    email : info@alfagestroma.it web : http://www.alfagestroma.it

  31. Aggiornamento per gli utenti con caldaia autonoma

    Obbligo installazione valvole termostatiche nel caso di sostituzione della caldaia autonoma e/o di impianti termici nuovi o ristrutturati

    Nel caso che venga sostituita la caldaia autonoma siete obbligati ad installare le valvole termostatiche su ogni radiatore,meglio anche se collegate ad un termostato ambiente per zone dell’abitazione che abbiano una differente esposizione e quindi ricevano un differente apporto solare.
    Lo prescrive il comma 4 lettera C dell’all.to I del Febbraio 2007 al DL 311 del 29.2.2006
    ed in particolare :
    . corredare la caldaia di una centralina di termoregolazione collegata ad
    un termostat ambiente e possibilmente ad una sonda esterna,per la regolazione
    della temperatura
    . la centralina di termoregolazione deve offrire la programmazione e la
    regolazione della temperatura ambiente su due livelli nell’arco delle 24 ore
    Peraltro anche il comma 11. dello stesso All. I di cui sopra,prescrive l’obbligo delle valvole termostatiche nel caso di impianti termici nuovi o ristrutturati.
    In questo caso CON.TE ,se durante la visita di controllo ha verificato l’assenza delle valvole termostatiche , concede all’utente un periodo di 30 giorni per l’installazione;nel caso di omissione verificata con una visita successiva o per non aver ricevuto la dichiarazione che le valvole termostatiche sono state installate,CON.TE segnala tale omissione al Comune di Roma per provvedimenti sanzionatori.
    Come sempre Vi consiglio di dotare i radiatori di valvole termostatiche e di un controllo domotico,anche wireless,per ottenere un risparmio dei consumi del 35-45%.
    Cordiali saluti

    Paolo Cortesi Architetto Socio ANACI 15831
    ALFAGEST ROMA Gestione Immobili
    Amministrazione Condomini
    tel 06 393.66.577 mob 335 611.33.77
    email : info@alfagestroma.it web : http://www.alfagestroma.it

  32. buona sera.
    volevo chiedere se avete notizie sul rinnovo dell’appalto a Con Te perche sapevo scadesse il 31 dicembre 2015.
    quindi da gennaio non sò a chi si dovra versare il pagamento del bollino.
    Grazie

  33. Buongiorno

    Messaggio per Andrea

    Ad oggi non è stato comunicato nessun nuovo affidamento,quindi
    consiglio di continuare ad eseguire i versamenti a CON.TE.

    Cordiali saluti

    Paolo Cortesi Architetto Socio ANACI 15831
    ALFAGEST ROMA Gestione Immobili
    Amministrazione Condomini
    tel 06 393.66.577 mob 335 611.33.77
    email : info@alfagestroma.it web : http://www.alfagestroma.it

  34. Gentilissimo Arch. , nella buca della posta, il 13 ottobre 2015, ore 12,25 mi e’ stata fatta recapitare una contestazione rapporto di mancata ispezione di 24,28 euro dalla Societa”Con te” Roma Capitale.
    Domanda: devo pagare la multa dal momento che la caldaia per i riscaldamenti e’ centralizzata ” condominiale” in sostituzione dellimpianto a carbone quindi non e’ riscaldamento autonomo ma c’e nell’appartamento una sola caldaia a gas per il consumo domestico dell’acqua calda?
    Auguri

  35. Salve, io ho una caldaia a condensazione che uso esclusivamente per l’acqua calda e la cottura cibo poichè nel mio condominio c’è l’impianto centralizzato. Sono tenuta a fare il controllo fumi e il bollino blu?
    Grazie

  36. Risposta ad Anna del 9 Gennaio.

    Certo è obbligata alle pratiche del Bollino Blu e libretto impianto :
    infatti è sufficiente che la caldaia abbia una potenza superiore a 5 Kw.

    Paolo Cortesi Architetto Socio ANACI 15831
    ALFAGEST ROMA Gestione Immobili
    Amministrazione Condomini
    tel 06 393.66.577 mob 335 611.33.77
    email : alfagest.roma@gmail.com web : http://www.alfagestroma.it

  37. ciao a tutti !
    Come avete risolto ?
    Io non ho pagato il bollettino per mancata ispezione, ho spedito una raccomandata per intimare di non rompere. (questo a giugno 2015)
    Qualche giorno fa mi è arrivato un sollecito di pagamento con importo maggiorato e costituzione in mora.

    Che fare ? Pagare sottomettendosi al ricatto oppure insistere e non pagare ?
    Qualcuno di voi è riuscito a risolvere senza pagare ?
    fatemi sapere aldejes@hotmail.com
    grazie! Aldo

  38. Messaggio per il Sign. Aldo

    Le consiglio di pagare se la mancata ispezione è stata causata da una
    Sua negligenza.
    Ricordo che le visite di ispezione Bollino Blu hanno i seguenti obiettivi :
    . favorire il risparmio energetico con minori consumi , in media del 10%
    . ridurre i l’emissione di gas inquinanti
    . assicurare maggiore efficienza dell’impianto termico
    . garantire la sicurezza degli appartamenti dove sono installate le caldaie.
    In particolare sottolineo il problema della sicurezza per Lei e per chi abita
    nel Suo Condominio.

    Paolo Cortesi Architetto Socio ANACI 15831
    ALFAGEST ROMA Gestione Immobili
    Amministrazione Condomini
    tel 06 393.66.577 mob 335 611.33.77
    email : alfagest.roma@gmail.com web : http://www.alfagestroma.it

  39. Novità dalla Legge Stabilità 2016

    Novità : bonus mobili per giovani coppie under 35 che acquistano un’abitazione
    L’articolo 42 della Legge di Stabilità 2016 ha introdotto questa facilitazione per le giovani coppie.
    Oggetto : l’acquisto di mobili nel 2016 per arredare l’immobile,acquistato nel 2016,
    destinato ad abitazione principale della coppia
    . La detrazione : del 50% su un importo massimo di € 16.000.= speso per
    l’acquisto di mobili nel 2016
    . l’importo va’ diviso tra gli aventi diritto e recuperato suddiviso in 10 quote
    annuali di pari importo
    . Condizioni : . i beneficiari sono le giovani coppie ” costituenti un nucleo familiare”
    composto da coniugi o da conviventi more uxorio che da almeno 3 anni
    abbiano costituito un nucleo.
    . almeno uno dei due componenti della coppia non deve aver superato 35
    anni
    . la coppia deve essere acquirente di un’unità immobiliare da adibire ad
    abitazione principale
    . Dubbi :
    . il certificato di residenza dovrebbe essere sufficiente a documentare la
    convivenza per i 3 anni richiesti ;
    . la norma per uno dei due under 35 si presume verificata al momento del
    rogito notarile
    . andrebbe precisato se l’abitazione debba essere acquistata nel 2016 o
    se pure nel il 2015
    . andrebbe fissato un termine entro cui adibire la casa ad abitazione
    principale: potrebbero essere i 18 mesi per prendervi la residenza,
    come per l’agevolazione della prima casa
    . per quanto riguarda i beneficiari la Legge richiede “coppie acquirenti”,
    ma bisognerà verificare se sarà ammissibile che solo uno dei due acquisti
    la casa al 100% o se,pur comprando insieme l’abitazione,solo uno dei due
    paghi i mobili ;
    . quest’agevolazione riguarda solo l’acquisto di mobili e non gli elettrodomestici
    ( in attesa di futuri chiarimenti ).
    Per ulteriori info visita http://www.alfagestroma.it sezione Press

    Paolo Cortesi Architetto Socio ANACI 15831
    ALFAGEST ROMA Gestione Immobili
    Amministrazione Condomini
    tel 06 393.66.577 mob 335 611.33.77
    email : alfagest.roma@gmail.com web : http://www.alfagestroma.it

  40. Arch Paolo Cortesi , in realtà:

    1. Il giorno in cui dicono di essere venuti a fare ispezione, hanno lasciato il verbale nella cassetta delle lettere nonostante noi fossimo presenti in casa.
    2. Non possediamo la caldaia bensì lo scaldabagno elettrico. In base al decreto legislativo n. 192 del 2005, attuativo di una direttiva europea del 2002, è obbligatorio per il cittadino trasmettere all’ente competente (nel nostro caso il Campidoglio) l’auto dichiarazione di avvenuta manutenzione della caldaia, controllo che deve essere fatto ogni quattro anni per chi ha un impianto di riscaldamento autonomo. Non possedendo un impianto di riscaldamento autonomo non siamo tenuti a inviare alcuna dichiarazione né a sottostare ad alcun controllo.
    3. Quella specie di foglio che chiamano Verbale è nullo mancando della prova di notifica. (vedi Suprema Corte di Cassazione sezione VI sentenza n. 10689 del 26 giugno 2012)
    4. Quella specie di foglio che chiamano Verbale è nullo mancando l’indicazione delle modalità per opporre la sanzione, requisito fondamentale per qualsiasi verbale.
    5. Quella specie di foglio che chiamano Verbale è nullo poiché non sono rispettati i termini di legge cui fate riferimento senza peraltro citare la legge stessa nel verbale.

    Ovviamente non pago nulla e li aspetto in giudizio,
    peraltro “La cartella di pagamento non si notifica per raccomandata a.r.” http://www.laleggepertutti.it/109655_la-cartella-di-pagamento-non-si-notifica-per-raccomandata-a-r#sthash.75xFbrSY.dpuf

    Saluti

  41. Controllo Impianti Termici -. Bollino Blu

    L’affidamento a CON.TE è scaduto ed è in corso( in ritardo naturalmente) la preparazione del Bando di Gara per il nuovo affidatario : si prevedono ricorsi
    vari,quindi è presumibile che nella migliore ipotesi l’aggiudicatario si conoscerà
    entro la fine del 2016.

    Di seguito le disposizioni emanate dal Comune di Roma .

    In breve se il 4° anno per la verifica tecnica e l’emissione del Bollino Blu scade nel 2016 dovreste trovare un manutentore che abbia disponibili i bollini blu del 2015 , che sono comunque riconosciuti validi, altrimenti fate eseguire solo la manutenzione annuale e rimandate “il controllo tecnico – Bollino Blu” al momento in cui sarà indicata la nuova Ditta responsabile incaricata dal Comune di Roma od al prossimo anno (non sono previste sanzioni vista l’interruzione del servizio di controllo).

    Avviso Pubblico ‘Servizio di Verifica e controllo impianti termici presenti nel territorio di Roma Capitale’
    Premesso che, in data 31/12/2015 è giunto a scadenza l’affidamento in concessione alla A.T.I. SEA Con.Te del servizio di verifica e controllo degli impianti termici presenti nel territorio di Roma Capitale si formula il presente AVVISO:

    1) L’invio dei rapporti di controllo tecnico è sospeso fino a nuova determinazione di quest’Amministrazione. L’attività di ricezione dei rapporti suddetti riprenderà da parte del nuovo concessionario.

    2) L’attività svolta dai manutentori nei confronti dei proprietari degli impianti termici dovrà essere nel frattempo effettuata regolarmente.

    3) L’acquisto dei bollini è sospeso dal 01/01/2016 e riprenderà con la nuova concessione.

    4) Per quegli utenti per i quali era previsto il rilascio del bollino blu in coincidenza con l’intervento di manutenzione si specifica che:

    – I manutentori che dispongono ancora di bollini della Con.Te. dovranno redigere i rapporti di controllo tecnico e conservarli sino all’affidamento del servizio al nuovo concessionario, al quale dovranno inoltrarli entro 60 giorni dall’affidamento;

    – I manutentori che non dispongono più di bollini dovranno invece eseguire la sola manutenzione annuale prevista.

    Dal momento dell’affidamento del servizio al nuovo concessionario, potranno acquistare i bollini dal nuovo concessionario e riprendere la normale attività di controllo fumi.

    Anche per gli utenti per i quali era previsto il rilascio del bollino blu in coincidenza con il suddetto intervento di manutenzione, i manutentori dovranno eseguire il controllo dei fumi in occasione del primo intervento manutentivo utile applicando sullo stesso i bollini emessi dalla nuova concessionaria.

    5) Si precisa che il futuro aggiudicatario riconoscerà i bollini blu venduti dalla CON. TE. nell’anno 2015.

    Paolo Cortesi Architetto Socio ANACI 15831

    ALFAGEST ROMA Gestione Immobili
    Amministrazione Condomini
    tel 06 393.66.577 mob 335 611.33.77
    email : alfagest.roma@gmail.com web : http://www.alfagestroma.it

  42. Buonasera, ho affittato un appartamento nel 2013 e l’inquilino ha effettuato tramite un centro specializzato la prima accensione della caldaia ed il controllo fumi. In questi giorni l’inquilino sta lasciando il mio appartamento, mi ha restituito il libretto d’impianto e non ci sono le ricevute del bollino verde pagato e nemmeno le raccomandate inviate. Lui dice di averle fatte ma non le ritrova. Volevo sapere in caso di controlli la multa verrà fatta al vecchio inquilino oppure al proprietario per la mancanza delle ricevute oppure per non aver fatto il bollino? A quanto ammonta la multa? Grazie

  43. Salve io sono inquilina di un appartamento in Abruzzo dove il bollino blu è obbligatorio ogni due anni.Nel 2014 ho pagato e avuto controllo e bollino blu.Per il 2015 non era necessario nulla vista la legge; ora devo lasciare l’appartamento e siamo nel 2016, mi ha contattato il tecnico della caldaia( Settembre: mese in cui annualmente il tecnico ci contatta),dunque mi chiedo se io vado via cioè lascio l’appartamento, a chi tocca la manutenzione della caldaia?

  44. Buona sera, vorrei chiedere indicazioni in merito alla mia condizione:
    – prima accensione caldaia fine dicembre 2012
    – viene il tecnico a fine marzo 2014 e mi fa una revisione
    – fine 2016 viene la nuova assistenza tecnica a cui mi son rivolto e mi fa i test fumi e mi rilascia la certificazione con il bollino

    Ora arrivo al dunque: il nuovo tecnico, mi dice che la vecchia assistenza tecnica nella revisione 2014 mi doveva rilasciare il bollino, e invece NON C’E’… a farla breve i delinquenti mi hanno fatto pagare una revisione retrodatata 2013 (scritta in una nota in calce al foglio) del tutto inutile e quindi contavano di rifarmi un ulteriore revisione nel 2014….

    Ora mi domando: La caldaia è in perfetto stato e il bollino 2016 è ora in regola, ma non posso fare nulla per recuperare la condizione passata ???? Devo restare in attesa di un controllo che mi possa multare per il bollino mancante ?

    Grazie mille e complimenti per il blog.

  45. buongiorno,
    devo fare il controllo della nuova caldaia con relativo bollino blu essendo passati i primi 4 anni, ma la ditta che ho contattato mi ha avvisato che non hanno i bollini blu perché ancora non c’è il nuovo concessionario che li emette.
    Il mio dubbio è che per un eventuale controllo da parte del comune sono in regola o no per quanto riguarda il bollino blu?

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome