Home ATTUALITÀ Dalla mucca a Ponte Milvio

Dalla mucca a Ponte Milvio

latte240.jpgDalla mucca al consumatore. Dalla stalla al dispenser. Accade da qualche mese a Ponte Milvio dove ogni mercoledì pomeriggio, dalle 15 alle ore 17, all’incrocio via Orti della Farnesina con Via della Farnesina, un furgone bianco aspetta i clienti per fornire latte biologico. Lo slogan? “Qui mungi il latte dal distributore”.

Come funziona l’acquisto? Semplice. Un addetto eroga il latte sfuso crudo, munto la mattina, attraverso un distributore automatico. 1,20 euro il costo di un litro di latte, cui si devono aggiungere 25 o 50 centesimi per la bottiglia di plastica o di vetro, entrambe riutilizzabili.

Il latte, che ha una consistenza e un sapore più intenso rispetto a quello che siamo abituati a bere, è rigorosamente biologico, rispetta tutti i controlli igienico-sanitari e, quindi, è assolutamente sicuro.

Ma il “caseificio mobile” non si limita a vendere solo il latte ma anche pacchetti preconfezionati di carne, formaggi, yogurt, mozzarella, primosale, ricotta,uova, miele e, da quest’estate, anche il gelato artigianale che ha avuto un grande successo.

latte4702.jpg

Un’idea originale che è nata nel 2006 dalla mente di Giuseppe Brandizzi, proprietario di Biolà, un’azienda agricola rigorosamente biologica ubicata a Aranova, una frazione del Comune di Fiumicino.

“E’ un ritorno ai sapori del passato – ci dice Brandizzi – , un contatto diretto tra produttore e consumatore che abbassa notevolmente i prezzi e dà la garanzia della tracciabilità dei prodotti. In questo modo ogni persona sa cosa porta in tavola a un prezzo più contenuto visto che non ci sono tanti passaggi.”

latte4701.jpg

“Il panorama alimentare degli ultimi anni, infatti, è allarmante e desolante: pensiamo, tanto per fare un esempio, alle intossicazioni per la mozzarella blu, alla mucca pazza ecc..ed io – continua Brandizzi – che credo nella genuinità delle materie prime e nei prodotti biologici ,anche per dare una “spinta” all’azienda di famiglia, visto che sono la terza generazione dopo nonno Giuseppe e papà Giovanni, ho cercato nuove risorse e nuove idee.
Alcuni allevatori del Nord vendevano latte crudo e così mi sono detto: ci provo anche io, visto che ho un buon prodotto”.

Finora ci sono più di 40 postazioni dislocate in vari punti della capitale. Ma visto il successo che sta ottenendo pensiamo che non finirà qui.

Ilaria Galateria

riproduzione riservata – proprietà EdiWebRoma

Visita la nostra pagina di Facebook

5 COMMENTI

  1. bella iniziativa analoga per certi versi al furgone che, da alcune settimane, staziona su Viale Cortina d’Ampezzo (altezza Via Roccaraso) e vende prodotti orto-frutticoli “locali”. Ancora non ho avuto modo di provarlo ma pare interessante, qualcuno ne sa di più? Prezzi? Qualità e origine dei prodotti? Assortimento?

    Riguardo gli altri punti vendita di Biola basta una rapida ricerca su internet:

    http://www.biola.it/come-acquistare/distributore-mobile

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome