Home ATTUALITÀ Torquati: “Imbarazzo per dibattito sondaggio sul Sindaco, si lavori in silenzio”

Torquati: “Imbarazzo per dibattito sondaggio sul Sindaco, si lavori in silenzio”

torquati2.jpgSolo due cittadini su dieci approvano il lavoro del sindaco Marino. Lo dice un sondaggio della Swg pubblicato da Repubblica e che, secondo lo stesso quotidiano, è stato commissionato dal PD romano. Il fatto non poteva non avere ripercussioni all’interno dei Democratici creando a chi fastidio, a chi imbarazzo. Fra questi ultimi c’è Daniele Torquati presidente del XV Municipio.

“Provo profondo imbarazzo per il dibattito che c’è in queste ore all’interno del Partito Democratico riguardo un sondaggio” afferma in una nota Torquati sostenendo che “chi è sul fronte a risolvere i problemi della cittadinanza e a mettere mano a problemi irrisolti da parecchi anni non ha tempo per le discussioni.”

“Credo che gli amministratori di Roma debbano lavorare a testa bassa senza perdere tempo dimostrando responsabilità nei confronti dei cittadini e di Roma, per far rivivere alla città momenti migliori. L’impegno e l’abnegazione della nuova classe dirigente dei municipi e le scelte coraggiose del Sindaco e della Giunta capitolina – conclude Torquati – non possono essere messi a repentaglio da un dibattito interno sterile e inutile, dando fiato a chi negli ultimi 5 anni ha massacrato Roma”.

Visita la nostra pagina di Facebook

23 COMMENTI

  1. Torquati, si smarchi da Marino prima che sia troppo tardi….. Non é bravo a comunicare, l’impressione che si ha é che sia arrogante e poco incline al dialogo. Per adesso ha solo preso iniziative impopolari la cui finalità é discutibile e comunque non a vantaggio di chi tutti i giorni vive e lavora a Roma. Lei é una persona sveglia, non si leghi ad un sindaco che presto verrà mandato a casa dal suo stesso partito. Saluti!

  2. Scelte coraggiose???? E quali sarebbero? Le unioni tra omosessuali?
    Roma fa schifo e ora dopo la TASI ogni cittadino che non riceve adeguati servizi potra’ denunciare il comune per TRUFFA!!!!

  3. …caro Torquati, lei è un giovane di “buone speranze” e inesperto…. e dovrebbe sapere che un dibattito interno ad un partito (il P.D., ex D.S., ex P.D.S., ex P.C.I…) è sempre e comunque qualcosa di positivo.
    Anche e soprattutto se ci si interroga sulla validità della scelta di un Sindaco che è crollato nel gradimento dei romani e nell’azione politico-amministrativa

  4. Scrive il segretario cittadino del PD parole che condivido e rilancio : ” Il nocciolo è saper capire la città. Il sondaggio ci dice questo: partite dai problemi. E, se è possibile, alzate lo sguardo oltre il centro storico, alla sofferenza umana e sociale delle periferie. Per esempio quando si tagliano le corse dell’Atac nei quartieri lontani dal centro. Il contributo che il PD può dare è parlare di questo, con gli iscritti e con la gente. Per questo il 28 e 29 novembre organizziamo un convegno importante, sui problemi di Roma, al Teatro Quirino. E’, si parva licet, una piccola Leopolda de’ noantri, un modo per parlare fra noi e con la città. Il Sindaco è invitato.
    Lionello Cosentino

  5. Sinceramente trovo sconcertante che si siano ANCORA 2 persone ogni 10 che apprezzano i danni fatti finora da queste sciagurate amministrazioni comunali e municipali… Ancor di più trovo ipocrita l’affermazione di Torquati quando si dice lui imbarazzato per il sondaggio pagato con soldi pubblici fatto fare dal suo partito : è un tentativo di smarcamento??? NON DIMENTICATE CHE SE MARINO E’ IL KILLER , IL PARTITO DI TORQUATI E’ IL MANDANTE DELL’ASSASSINIO DI QUESTA CITTA’.

  6. Non capisco perche’ i pochi sostenitori di Marino se la prendono tanto; e’ la “politica” che sceglie sindaci, presidenti e commissari in base a quello che puo’ essere l’interesse del partito. In questo caso il PD ha fatto un duplice errore : ha scelto un incompetente (1) e uno che neppure fa i suoi interessi (2). Semplice no?

  7. Pira, il sondaggio dice “andate a casa”, non dice altro.
    La “Leopolda de’ noantri” … ma per favore … voi insistete ad offendere la città e i cittadini … vergognatevi.
    Il Partito Democratico è responsabile assoluto di questo disastro, è inutile che vi inventiate storie.
    L’incapace lo avete scelto voi, popolo del PD e dirigenti del PD.
    Lei Pira, riesce a spiegarci perchè Torquati si imbarazza per questo sondaggio proprio il giorno dopo che Marino lo delega a presentare la sua candidatura a Presidente della Comunità del Parco di Vejo … ?
    http://www.lagone.it/wp-content/uploads/2014/10/documento.jpg
    Nessuno vuole rispondere ….?
    Cavolo ce li avete un po’ di attributi o no ?
    G.Mori – FDI ROMA XV

  8. Perché le regole democratiche vanno rispettate sempre, sia che ci facciano comodo o no. Il sindaco e il presidente del Municipio sono stati eletti per amministrare la città e il territorio per 5 anni. Vi è la possibilità di sfiducia prevista nelle norme vigenti. Il resto sono polemiche di tifoserie poco equilibrate (che difendono interessi molto spesso privatistici che poco hanno a che fare con il bene comune) o critiche costruttive per migliorare le possibilità di sceglier al meglio. E i dati statistici che contano non sono sondaggi (più o meno pilotati) che vanno considerati per quel che valgono ma i voti concreti espressi nelle urne e nei Consigli di Roma Capitale e del Municipio. Le chiacchere stanno a azero, si parli attraverso atti formali di cui ognuno si assuma la responsabilità verso i propri elettori e verso la città.

  9. @Pira…. ringraziate che dall’altra sponda c’è il vuoto assoluto …. altrimenti non avreste MAI governato nulla…. di Alemanno ne capita uno ogni 100 anni, quindi preparatevi bene perchè alle prossime elezioni sarete mandati via alla grande forse anche dal vostro stesso partito….

    PS l’operato di Marino non ha nulla a che fare con il bene comune, ma ha reso la vita dei romani più difficile di quanto lo fosse già.

  10. Va bene signor Pira, lasciamo pure da parte il sondaggio “pilotato”… ma almeno lo vuole ammettere che l’immagine che hanno i romani del sindaco è quella di un estraneo a Roma che non fa proprio niente per farsi accettare ?? Ma lo sa quanti del pd la pensano così quando parlano come romani e non come iscritti al partito ?? Uno che appena eletto la prima cosa che fa è mettersi a pedonalizzare i fori imperiali creando tanto scontento invece di preoccpuarsi del traffico, dei trasporti, dei negozi che chiudono per sempre, dei giovani che non trovano lavoro, è uno che conosce Roma e che può esserne un sindaco amato ??

  11. @ Pira, nel suo post lei dimentica di dire volutamente due cose 1) se il sondaggio è pilotato, a farlo è il suo partito, quindi forse il suo è autogoal (dato che parla di tifoserie); 2) Il SUO SINDACO è stato eletto democraticamente, ma non dice che ad eleggerlo è stato il 51% della metà degli elettori romani che si sono recati alle urne, quindi lo ha votato un quarto dei romani, quindi non dica che ha il suffragio del popolo romano, i suoi voti concreti sono minimi, non lo dimentichi volutamente.

    @ Caro Giorgio Mori, lei dice che il presidente ragazzo è diventato grande?? io continuo a pensare che è sempre come un neonato attaccato imprescendibilmente alla tetta della mamma, quindi Torquati non potrà mai smarcarsi da Marino, pena la scomparsa di entrambi.

  12. @LucaV , da ringraziare sono gli elettori che hanno accordato la loro fiducia scegliendo consapevolmente con il voto. Ragioniamo appunto per costruire futuro e le scelte si fanno anche comparando non solo valutando. Dato che nell’altra sponda appunto vi è il vuoto (io credo che ci siano anche storie e progetti politici che non mi convincono) il centro sinistra resta ancora la miglior scelta, votata anche al di là delle aspettative sia nelle ultime elezioni europee sia nelle diverse elezioni locali.
    @Martina, che tante cose possano funzionare meglio e che meritino correzioni di rota nella gestione della città sono perfettamente d’accordo. Sul merito unisco la protesta (che spesso manifesto pubblicamente) con la proposta che faccio con documenti motivati elaborati con chi milita nel mio partito territoriale. @Mori, non scada a livelli infimi. Gli attributi portano a piazzale Loreto non a costruire politiche intelligenti. Non esiste solo la forza dei genitali ma anche il saper usare l’intelligenza e mettere in funzione anche gli attributi del cervello e del cuore. E in certi dibattiti politici sono spesso quelli più carenti.

  13. Pira dice a Mori di non scadere a livelli “infimi” e poi fa quell’uscita su Piazzale Loreto…..una pessima caduta di stile.

  14. @Vincenzo Pira… forse non è chiaro che ho votato Marino perchè dall’altra parte c’era Alemanno… ovviamente Marino si è ben guardato durante la campagna elettorale di dal raccontarci la “sua ” Roma… alcuni esempi?
    -) pedonalizzare senza pensare agli impatti sul traffico (fori imperiali, tridente)
    -) aumentare in modo vergognoso le strisce blu mettendo in difficoltà i pendolari
    -) aumentare le tasse degli asili nido (per fortuna per ora bloccato da TAR)
    -) pensare di mettere una ZTL intorno all’anello ferroviario….

    un programma che magicamente non era mai stato spiegato in campagna elettorale… chissà perchè!?!?!

  15. @Mori, @Strix, era solo una rimembranza storica. Non voleva essere ne un’offesa e tanto meno una cattiva profezia. Grazie comunque per il richiamo starò più attento a non sintonizzarmi nella linea delle provocazioni a cui spesso non so più resistere. Questione di attributi appunto.

  16. Non gongoli troppo Sig. Pira perche’ se “gli attributi portano a Piazzale Loreto” allora vuol dire che il suo sindaco e altri del popolo della sinistra stanno in una botte di ferro!

  17. Ho riletto con attenzione il commento di Pira e mi rendo conto che in effetti non “poteva “offendere ness uno; tirare in ballo una pagina tragica della storia (e a farlo e’ uno che parla sempre di costituzione, di diritti e di Vangelo) in una banale discussione sul gradimento di Marino da l’esatta misura di chi sono le persone che militano nell’ex PCI.
    Mi dispiace solo di aver risposto ai suoi cmmenti: tempo sprecato.

  18. Ho letto tutti i post di questo argomento, e sempre di piu’ mi capacito del fatto che la sinistra romana con a capo Marino ( volente o nolente e’ cosi’) è ormai al Capolinea. Ma la cosa oiù grave e’ che non ci sono vagoni( fortunatamente) pronti a ripartire. Io non so chi sia il tale Vincenzo Pira, ma sicuramente uno al quale è stato imposto di rispondere in un certo modo, altriemnti un cittadino onesto e obiettivo non avrebbe risposto in siffatti termini aberranti. La politica è una cosa seria e va condotta da persone serie e preparate. Vi pare che Ignazio Marino, il sig. Torquati e via di seguito, siano persone preparate. Sono state mandate alla gogna mediatica,sapendo che avrebbero fallito fin dall’inizio…e noi romani con il solo 51% della popolazione avete diritto al voto…ci siamo beccati sti inetti. Adesso di chi e’ la colpa….di loro che occupano le poltrone in maniera opportunistica e qualunquistica o noi che li abbiamo mandati li?
    Grazie Claudio Martino

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome