Home AMBIENTE Rifiuti ingombranti, prorogato al 27 ottobre il ritiro gratuito a casa

Rifiuti ingombranti, prorogato al 27 ottobre il ritiro gratuito a casa

amaE’ stato prorogato al 27 ottobre il servizio Ama gratuito di raccolta domiciliare dei rifiuti ingombranti che vengono ritirati al piano abitazione. Il servizio è riservato alle utenze domestiche, viene fornito su appuntamento e prevede il ritiro degli ingombranti e dei rifiuti elettrici ed elettronici fino a 2 metri cubi di volume.

Ama spiega la prosecuzione della raccolta domestica degli ingombranti con il successo dell’iniziativa: da aprile 2013 ad oggi sono stati circa 40mila i ritiri a domicilio, con oltre 5.300 tonnellate di materiali avviate al recupero.

Fino al 27 ottobre sarà dunque possibile consegnare gratuitamente, ad esempio, un divano a tre posti (2 mc), o un tavolo (1 mc) più un televisore oltre i 29 pollici (1 mc), o ancora una lavatrice (1 mc) e una lavastoviglie (1 mc). Il servizio è attivo dal lunedì al sabato dalle 9 alle 20.

Per prenotare basta chiamare lo Sportello di Roma Capitale 060606, attivo 24 ore su 24, o compilare l’apposito modulo di richiesta, nella sezione Servizi on-line del sito www.amaroma.it. Al momento della prenotazione, è necessario fornire il codice utente riportato in alto a destra nella bolletta della tariffa rifiuti.

 

Visita la nostra pagina di Facebook

5 COMMENTI

  1. A cosa serve prorogare quest’ottima iniziativa se ,sin dall’inizio, tutta la popolazione non è stata avvertita???!! Un plauso alla redazione per l’informazione,ma non tutti possono leggerla,come non tutti leggono i giornali che riportano o meno la notizia. Sarebbe bastato un volantino distribuito per le case o un adesivo informativo sul cassoni dell’immondizia, dato che spesso,se non sempre, è proprio lì che vengono depositati questi “regali ingombranti”.

  2. @ Stefano G. e Nico Ferri: scusate ma mi sembrate un po’ fuori del mondo. La notizia è stata data dal telegiornale del tg3, è stata data dai giornali, ma che volete di più ? Volantini nelle case di tre milioni di abitanti a Roma ?!? Adesivi sulle migliaia di cassonetti ?!? Ma quanto sarebbe costato e quanto tempo ci sarebbe voluto ?? E perchè no far girare una macchina con l’altoparlante tipo donne donne è arrivato l’arrotino ? E poi scusate, la storia dell’adesivo è proprio divertente. Facciamo finta che io sono un’incivile che di notte vado a buttare un materasso vicino a un cassonetto: secondo voi leggendo l’adesivo me lo rimetto sulle spalle e me torno a casa ? Ma dai !!

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome