Home ATTUALITÀ Cozza-Paris: “Movida Ponte Milvio, che fare? Parliamone in assemblea pubblica”

Cozza-Paris: “Movida Ponte Milvio, che fare? Parliamone in assemblea pubblica”

paris-cozza.jpgAlessandro Cozza, vicepresidente del XV Municipio, ed Elisa Paris, assessore alla Mobilità, danno appuntamento mercoledì 25 giugno, nella sede di via Flaminia 872, a comitati, associazioni e cittadini per discutere di un tema bollente, e non solo per il gran caldo: movida di Ponte Milvio, che fare?

“In previsione del mese di luglio – scrivono in una nota i due amministratori – che è sicuramente uno dei più interessati dal fenomeno della movida notturna che colpisce la zona di Ponte Milvio, abbiamo deciso di convocare un’assemblea pubblica alle 17.30 di mercoledì 25  giugno. Sarà un appuntamento importante durante il quale confrontarci su temi molto sentiti quale la mobilità, la sicurezza e il decoro del piazzale e delle zone limitrofe.”

“Avevamo promesso che avremmo concordato con la cittadinanza le decisioni da intraprendere per Ponte Milvio e così sarà. Sappiamo bene – concludono – che luglio e settembre sono mesi durante i quali la vita di quel quartiere viene sconvolta dalla movida notturna e proprio per questo ci sembra corretto stabilire con i residenti le azioni da realizzare.”

Visita la nostra pagina di Facebook

20 COMMENTI

  1. Cosa fare è presto detto: mantenere l’ordine e la decenza pubblica, la libertà e la sicurezza della circolazione. Sul come… mi rimetto a chi ha maggiore esperienza in materia. Ma mi sfugge come nelle sere d’estate possa diventare lecito quel che nei giorni d’inverno non lo è.

  2. Perchè non cominciamo a mandare i vigili per multare le macchine parcheggiate in divieto di sosta? perchè non si portano via con i carri attrezzi le macchine che invadono i marciapiedi? Qualcuno forse ha paura di disturbare i clienti dei locali? O magari infastidire i parcheggiatori abusivi che si fanno pagare dagli automobilisti maleducati che invadono i marciapiedi e se la cavano con qualche euro pagato all’extracomunitario di turno che presidia la zona? Cominciamo con imporre il rispetto delle regole ! Perchè il Comune permette che le zone della movida diventino terra di nessuno dove tutto è permesso in nome del business ?

  3. Paris & Cozza, giustissimo il confronto con la cittadinanza, sacrosante le decisioni condivise, apprezzabilissimi i “processi partecipativi”, ma voglio sperare che una VOSTRA opinione e una strategia sul fenomeno della “Movida” e un programma di massima da discutere e condividere, ce l’abbiate….o no ??
    Allora, PRIMA di chiamare i cittadini a”a raccolta”, abbiate il buonsenso di far sapere a tutti quali idee e soluzioni avete in mente…. Vi aspetto….grazie!!

  4. Convocare un’assemblea estemporanea su un tema così fortemente emergente con un giorno di preavviso, senza avere dato corso al processo partecipativo più volte sollecitato (su questo e sui tanti altri temi del Municipio), senza avere risposto alle interrogazioni civiche che ponevano l’urgenza anche di questo problema, non ci sembra il metodo migliore di affrontare i problemi del governo del territorio.

    Saremo sicuramente presenti, ma fin d’ora ribadiamo che non è con misure emergenziali che si contrasta un fenomeno che andrebbe affrontato fin nelle radici profonde delle sue cause, dunque con proposte e politiche di lungo periodo e di grande respiro.

    Eduardo Micheletti e Paolo Salonia, Portavoce del Comitato Abitare Ponte Milvio

  5. Salonia, condivido…. ma Cozza e Paris non rispondono….non sappiamo nemmeno che idee hanno in merito…. (se ce l’hanno !!!)

  6. @signori tutti, Cozza e Paris e la giunta Torquati tutta, ovviamente HANNO UNA LORO IDEA…se l’avessimo annunciata prima le accuse sarebbero state quelle di aver già deciso, non dicendole ci si accusa di non avere idee e di brancolare nel buio…convocare i cittadini è una perdita di tempo, non convocarli avrebbe significato essere autoritari e poco attenti ai residenti…. qui mi sembra che lo sport preferito sia criticare sempre e comunque a priori, e sinceramente questo modo di discussione non mi appassiona.
    comunque vi aspetto tutti domani, per confrontarci di persona con proposte reali.
    GRAZIE
    Alessandro Cozza
    VicePresidente Municipio Roma XV

  7. Scusi Cozza ma cosa si aspettava, gli applausi ? Vi presentate a fine giugno dicendo “in previsione di luglio mese della movida”…. ma va ? L’avete scoperto solo adesso che dopo giugno viene luglio ? A gennaio, a febbraio, a marzo non lo sapevate ? E a aprile la movida secondo voi non c’è ? a maggio e giugno nemmeno ? E le bancarelle di giorno quando le sistemate ? La piazza è diventata come Porta Portese ma voi vi preoccupate solo della movida ? Se poi qualcuno vi fa notare tutto questo vi inalberate pure ? Sono sempre più sconcertata e sempre più delusa !!!

  8. Ma oltre alle critiche dei commentatori, ci sono anche delle idee?

    io preferisco dare le mie, non potendo partecipare all’assemblea, che trovo una iniziativa molto valida che spero seguita da altrettanti provvedimenti validi.

    – controlli capillari: non ci sono tanti vigili quanti ne vediamo la mattina ai semafori di corso francia. Sarebbe meglio una piu’ omogenea distribuzione tra giorno e notte
    -non sono applicate sanzioni: chi sporca, parcheggia in divieto di sosta, sa già di rientrare in un campo di tolleranza perchè trattasi di movida notturna: lo stesso principio di tolleranza (su cui intervenire) quando allo stadio ci sono le partite (macchine parcheggiate in mezzo alla strada col benestare dei vigili intasando la città) , che diffonde una cultura sbagliata.
    -restrizioni agli esercenti: multe salatissime per chi vende alcolici ai minorenni o dopo le 22 (esteso a tutti i locali di roma).
    – premi incentivanti per i locali virtuosi (sgravi fiscali, o altro)
    – educazione e comunicazione medico-sanitaria sugli effetti dell’alcool nelle scuole, prima di eventi sportivi e concerti con testimonianze di chi ha subito danni.
    – controlli etilometri a tappeto.
    – bus navetta da Ponte milvio alle stazioni metro per scoraggiare l’uso della macchina.
    – telecamere di controllo sulla piazza.

    infine ricordiamoci che, esattamente come i bambini che si annoiano perchè non impegnati e veicolati verso attività strutturate, anche molti giovani che si annoiano trovano la propria espressioni nel bere, fumare e generare caos, solo per mancanza di idee e di autogestione.
    Allora aggiungerei alla lista promnozione di eventi musicali, teatrali e culturali etc di piazza con regole ferree riguardo al decoro urbeno, mobilità, e comportamenti sociali.

  9. Fantastico Valentina ! Come programma elettorale andrebbe benissimo, peccato che le elezioni ci sono state un anno fa. Allora, premesso che le telecamere già ci sono, premesso che le multe salatissime o gli sgravi fiscali non li può decidere un municipio, premesso che tutte queste belle idee programmatiche non le concretizzi in meno di due-tre anni, mi dici che faresti per ridare QUESTA SERA un po’ di vivibilità a Ponte Milvio ? Mi dici che faresti per levare DOMANI MATTINA banchi e bancherelle e relativi furgoni in divieto di sosta ? Ti rendi conto di QUANTO E’ TARDI pensarci oggi per domani ? E il municipio che dice ? Pensiamoci insieme oggi 25 giugno, visto che luglio è vicino !!
    E sai che ti dico ? Che le idee devono averle loro, li abbiamo votati e sono pagati per questo, ma sono pagati per tirarle fuori il 25 dicembre no il 25 giugno !! Ma dai, lascia perdere, questa assemblea di oggi è indifendibile ! E dire che li votati, e dire che ho creduto in loro perchè sono della mia stessa età, ma che delusione.

  10. Martina,
    premesso che io non faccio il politico per mestiere e quindi non faccio campagna elettorale ma rispondo alla richiesta di partecipazine cittadina con le mie personali idee.
    comunque:
    ti rispondo che ai grandi problemi non si risponde con interventi che hanno effetto immediato e assolutamente non duraturo e che varrebbe solo come spot elettorale;
    Il problema della movida, del mancato rispetto delle regole, del comportamento sociale dei giovani, della violenza, ti pare che si possono risolvere in serata? qualcuno direbbe “chiamo l’esercito” e forse con questa soluzione stasera ponte milvio assomiglierebbe all’oratorio, ma domani ?

    Ho parlato di sgravi fiscali, che certamente competono al governo, ma come esempio di meccanismo inventivante per i comportamenti virtuosi: l’idea che propongo è il meccanismo “premio”, la soluzione in tal senso la lascio a chi ha la competenza per trovarla.

    Non sono d’accordo che le idee devono trovarle solo i politici, perchè la politica, la gestione della cosa comune, riguarda la nostra vita e se permetti io voglio parteciparvi. I politici accolgono le idee, le migliorano e le concretizzano, questo mi aspetto io da loro.
    Questo clima di disfattismo, di critiche a 360 gradi, di polpulismo che trasmettiamo INDUBBIAMENTE ai nostri figli non fa che alimentare la cultura sbagliata e diffuca di indifferenza verso la cosa pubblica e interesse al proprio orticello.

  11. Martina, Valentina e tutti….io penso che Cozza Paris NON abbiano la minima idea di quali provvedimenti prendere, altrimenti avrebbero semplicemente detto: “questo è quello che vorremmo fare e oggi ci confrontiamo con i cittadini…”
    La mia sensazione sulla (assolutamente tardiva, siamo quasi a luglio !!) iniziativa è quella che i cittadini forniscano loro idee, proposte, iniziative soluzioni che loro NON hanno….

  12. Caro Cozza, nessuno utilizza la CRITICA come “sport preferito” ma siete voi ad attirarvi, inevitabilmente, critiche per la confusione, la superficialità e l’incompetenza nel trattare temi così importanti.
    Buona idea convocare i cittadini, ma se pubblicizzate la riunione su questo Blog, aveste dovuto comunicare – e lo DOVETE fare – (per tutti i cittadini che, come me, non potranno partecipare ma che da queste pagine possono esprimere opinioni), quali sono le vostre idee e le azioni che vorreste intraprendere.
    Vede Cozza, governare significa spesso – anzi sempre – assumersi delle RESPONSABILITA’
    Chiudo con una frase del suo segretario di partito, la tenga sempre in mente lei che è giovane ed inesperto: “..Una politica che non decide non è più credibile su niente..” Renzi

  13. L’idea più rivoluzionaria che si possa avere in questa città è l’applicazione delle regole che già ci sono. La municipale deve fare il proprio mestiere senza lasciarsi condizionare da coloro che sono titolari di interessi legati alla cosiddetta movida. Questo purtroppo non l’ho mai visto fare a Roma,e non credo che sia solo un problema di distribuzione dei turni tra giorno e notte come ha scritto Valentina F.

  14. Valentina, tu dici che ai grandi problemi non si risponde con interventi che hanno effetto immediato. Io dico che ai grandi problemi si risponde e basta !
    Domanda: la catastrofica situazione di Ponte Milvio, premesso che è stata ignorata da chi governava il municipio prima di quelli di adesso, era arcinota o no a giugno 2013 quando sono stati eletti i giovani del PD ? E che mi significa l’invito a parlarne a giugno 2014 ? Almeno sul fatto che hanno perso un anno intero sei d’accordo o no ?

  15. COZZA “..IN PREVISIONE DEL MESE DI LUGLIO..” VI SVEGLIATE IL 23 GIUGNO PER PRENDERE DECISIONI COSI’ IMPORTANTI ??
    oh ragassi …siam mica qui a cambiare gli infissi al Colosseo…
    o forse intendevate Luglio 2015 ???

  16. Voglio sperare, senza ironia, che ci considerino degli stupidi…
    Perché se davvero sono convinti che il 25 giugno si possa fare una riunione per decidere come affrontare il problema Movida a Ponte Milvio e le conseguenti “azioni da realizzare” il 1 luglio (dopo cioè 7 giorni…) si dovrebbe internarli in manicomio….

  17. Martina,
    l’Italia ha tanto il primato per immobilismo, per perdere decenni, e non anni, per cambiare qualcosa, che un anno perso sarebbe comunque un risultato!
    Premesso ciò il primo che interviene senza far passare altri decenni e decenni è da incoraggiare, aiutare e premiare. Proviamoci, perchè tanto a sfiduciare, come ribadisco in vari miei commenti, ci si perde ulteriormente, mentre a iniettare fiducia e pressione al contempo forse si arriva a qualche risultato. Ai grandi problemi, risposte efficaci e strutturali e non risposte “di facciata”. Questo è il mio approccio.

    Sono d’accordo anche con Mauro, che le regole ci sono e vanno applicate, e che anche secondo me i vigili di giorno e di notte non hanno lo stesso comportamento.
    Ma questo perchè i vigili rispondono esattamente all’attenzione che il municipio pone sulle questioni (tralasciando fenomeni di “corruzione” che ahimè non risparmiano nemmeno i vigili…). Se da domani passa il messaggio FORTE di intervento sulla movida di Ponte Milvio, sicuramente i vigili saranno investiti di responsabilità e avranno altro tipo di comportamento…poi basta che comincia qualcuno ad invertire la rotta che gli altri non possono che adeguarsi…

    Ma se non se ne parla, non si evince la partecipazione attiva dei cittadini, questo messaggio forte di emergenza sociale a Ponte Milvio non ci sarà. Quindi MEGLIO TARDI CHE MAI !

  18. @ Valentina:….meglio tardi che mai ?? OK ! ma quando è TROPPO TARDI è meglio tacere e non prendere per stupidi le persone…

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome