Home ATTUALITÀ Cassia Antica, confermata riapertura per domenica

Cassia Antica, confermata riapertura per domenica

cassia anticaSarà a senso unico in direzione esterna per almeno due settimane. La notizia anticipata in esclusiva da VignaClaraBlog.it nella serata di ieri trova piena conferma questa mattina. E’ in corso l’allestimento della segnaletica verticale e delle strisce pedonali. C’è grande attesa dopo oltre quattro mesi di stop.

Raggiunta da VignaClaraBlog.it, Elisa Paris, assessore ai lavori pubblici del XV Municipio, così dichiara ai nostri microfoni: “Confermo che l’apertura avverrà domenica mattina alle 8 ma ho il dovere di precisare che verrà aperta una sola corsia a senso unico da Piazza Giochi Delfici a via Pareto. Ciò in quanto il cantiere è ancora pienamente operativo.”

A quando la riapertura a doppio senso di marcia? “Come da programma e come già annunciato pochi giorni fa dal Sindaco, il cantiere dovrebbe chiudere il 30 giugno. E’ d’obbligo però usare il condizionale: per i prossimi giorni è previsto forte maltempo e le piogge annunciate potrebbero condizionare i lavori in corso. Il cantiere è infatti nella fase più delicata e le attività programmate per questi giorni non possono essere svolte sotto la pioggia né tantomeno in presenza di un terreno gonfio d’acqua. Se malauguratamente dovesse piovere forte nelle prossime 48-72 ore è possibile che la chiusura del cantiere slitti di qualche giorno spostando il ritorno del doppio senso ai primi giorni di luglio.”

La notizia lanciata da VignaClaraBlog.it nel tardo pomeriggio di ieri ha letteralmente scatenato gli utenti web di Roma Nord che su facebook hanno “preso d’assalto” la nostra pagina. Se i numeri danno il segnale di quanto fosse attesa la notizia, oltre 19mila le visualizzazioni, quasi 200 le condivisioni, oltre 1200 i “like”, e questo solo nel corso della scorsa serata.

Esultanti e salaci anche i commenti postati sul social.

evvivaaaa sono felice felice felice era oraaa” è il grido di Mascia al quale fa da contraltare l’ironia di Luca ” Ma no,perchè…? si stava così bene in fila a Via Pareto a smadonnà contro Marino!” .

E nonostante le previsioni per domenica suggeriscano di starsene ben tappati in casa, “domenica alle 8 famo ‘na festa!!! prosecchino e cornetto, il brindisi è d’obbligo” scrive Fabio a una Veronica che invece ha il groppo in gola e ammette “ho le lacrime, dico seriamente!

Roberto invece riprende il refrain di qualche mese fa e ipotizza: “se so fatti da ‘na mano da quelli che vanno al mare col secchiello e paletta?” mentre Mario, molto più laconicamente esclama “Deo gratias!“.

E’ solo un piccolo campionario delle tante e variegate reazioni con le quali il popolo di Roma Nord ha accolto la notizia dopo che per 135 giorni di seguito si è sobbarcato ore e ore di fila in più ogni giorno a causa di quella maledetta frana che alle 10.30 di venerdì 31 gennaio ha tagliato in due via Cassia Antica. (red.)

14 COMMENTI

  1. Anch’io aspettavo questa notizia da tanto tempo, ma non me la sento proprio di esultare. In primis, perché abbiamo sofferto per 5 mesi pieni, in secundis, perché continueremo a soffrire, posto che la riapertura sarà fatta nella direzione che – a mio avviso – presenta meno criticità. La fila su via Cassia Nuova e su Via Pareto continuerà ad esserci. Boh.

  2. Aggiungo solo che sul sito del Comune, la fine lavori e l’apertura totale (fino a ieri prevista per 30 giugno) oggi risulta il 15 luglio. Per 3 giorni di pioggia annunciata slitta di 15 giorni la consegna? Veramente i nostri amministratori pensano che i cittadini siano così ottusi?

  3. …”l’Assessore Paris raggiunta da Vignaclarablog…” ma scherziamo ???
    Perchè non ha dato Lei, per prima, la notizia ????
    Quindi dalla Cassia verso la Farnesina-Piazza Giochi-Ponte Milvio ecc… ancora dovremo fare il “giro di Peppe….”
    Non era meglio viceversa ?? Non si poteva fare, visto che gli piace tanto (vedi “dove vorresti il tuo cassonetto”….) un processo “partecipato”..???
    Dopo 135 giorni nemmeno si prendono la briga di fare un comunicato ufficiale…. vergogna !!!!

  4. Diciamo che la capacitá informativa non è il punto forte delle amministrazioni di sinistra di campidoglio e via flaminia. Memento arsenico.
    G.Mori

  5. Eh no ! É proprio da piazza giochi delfici che per andare a via Cassia bisogna fare il giro del mondo e mettersi in coda a via Bodio!!! Una volta tanto hanno fatto la scelta giusta!

  6. Al peggio non c’è mai fine……..riaperta dopo 4 mesi e mezzo ……ad una sola corsia e nel verso sbagliato………così la mattina durante la processione……recitando salmi in onore del sindaco …….dovremo incrociare le macchine che scendono da piazza giochi!!! Ma non si può fare nulla per fermarli??

  7. stai sbagliando Simone è molto più difficile uscire che entrare, ha perfettamente ragione Marina, per uscire dal quartiere (pensa solo a chi va a fare la spesa al supermercato o al discount) deve fare un giro pazzesco scendendo da via Bodio (strettissima) a Corso Francia, farsi Corso Francia in fila, prendere via Pareto e tornare sulla Cassia Antica, è un giro pazzesco e quindi hanno fatto bene a fare il senso unico in quella direzione.

  8. @ Marina… perchè Via Bodio ?? da Piazza Giochi Delfici c’è Vigna Stelluti e via Jacini che arrivano a Corso Francia…..
    Un’altra grave lacuna dei nostri ( inetti ) amministratori è anche non aver previsto una viabilità alternativa durante i lavori…..

  9. Assessore Paris , cortesemente , anzi per atto dovuto, visto che parliamo di euro pubblici , cioè nostri, spero ci renderà edotti del costo finale dei lavori , nonché del tipo di opere realizzate , con relative caratteristiche della sicurezza : a migliaia ritransiteremo quotidianamente in quel breve tratto in via di consolidamento e non vorremmo che al prossimo acquazzone nel medesimo tratto, ovvero un po’ più in su o un po’ più in giù, venisse di nuovo sulla via Cassia una mareggiata di terra , alberi e baraccamenti soprastanti .

    Ci faccia sapere , grazie

  10. E’ sbagliato il senso di marcia. Non solo non si decongestionerà il traffico sofferto dagli abitanti di Via Cortina d’Ampezzo, Trionfale, Cassia e zone limitrofe, ma se possibile si incrementerà ulteriormente dato che, dall’8, ci troveremo a dover far fronte anche alle macchine che scenderanno da Piazza Giochi Delfici, creando sicuramente un ingorgo all’altezza del Ristorante Galletto.
    Complimenti ancora per queste tattiche scelte amministrative, dimostrano demagogia, lungimiranza e un’ottima visione d’insieme degli esperti del Municipio.
    Sono BASITO ( F4 ).
    I 40 minuti nel traffico per arrivare dall’altra parte di Corso Francia e la pazienza persa quotidianamente, non saranno minimamente ripagati da questo FALLIMENTARE intervento.
    Poi in definitiva, solo 153 giorni! Beh ammirevole, considerando che per costruire le fondamenta di un grattacelo, in media, si impiega meno tempo.
    Certo non sarà stato, a livello di sforzi, il classico intervento, o pseudo tale, di copertura delle buche stradali, ma neanche la costruzione di quest’imponente opera ingegneristica.
    Complimenti a tutti.

  11. Renzo ma che non lo sai che alla fine di Via Jacini e Via Vigna Stelluti c’è l’obbligo di svolta a destra ? Se uno deve andare verso l’esterno che deve fare ? Arrivare fino al semaforo di via Bodio (o scendere proprio da via Bodio) e tornare indietro ! Se non conosci le strade che commenti a fà?

  12. complimenti a chi gestisce la viabilità!! comincio a pensare che non abita in quartiere e non si rende conto di quello che abbiamo vissuto ed andremo a vivere con questo provvisorio senso di marcia!

    via pareto ad uscire da cortina/acqua traversa comincia a collassare con buche e dissesto del manto stradale!

  13. Vista da destra e vista da sinistra ma non in senso politico. Ritengo comunque che l’apertura nel senso di marcia verso via cortina d’Ampezzo sia corretta in quanto il tragitto di chi deve andare da vigna clara verso cortina d’ampezzo è stato in questi 4 mesi e mezzo molto più lungo di chi doveva fare il percorso contrario.
    Si tratta comunque di due settimane ed oltretutto con le scuole già chiuse.

  14. @ Cesare: sono nato 45 anni fa sulla Cassia e lì ancora abito… (non so tu…)
    Il “giro di Peppe” che si deve fare lo conosco benissimo, ma cercavo solo di spiegare che Via Bodio (strettissima) NON è l’unica via per arrivare a Corso Francia (un pò più grande..) ci sono, appunto, Via Jacini e Via Vigna Stelluti ( tutte con obbligo di svolta a destra)…
    Proprio per questo i “geni” che ci amministrano avrebbero dovuto studiare, nell’emergenza, una viabilità alternativa… sei d’accordo ??

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome