Home ATTUALITÀ Frane Roma Nord, Marino: “Cantieri chiusi entro giugno, sulla Tangenziale uno schermo...

Frane Roma Nord, Marino: “Cantieri chiusi entro giugno, sulla Tangenziale uno schermo per seguire lavori””

ignazio-marino.jpgIntervistato da Radio Radio, il sindaco Marino ha parlato dello stato dell’arte dei lavori in corso sulla Tangenziale e in via Cassia Antica dove le due frane dello scorso 31 gennaio hanno messo in crisi la viabilità di Roma Nord. Ha confermato la chiusura dei cantieri per il 30 giugno.

Nulla di nuovo, a che punto fossero i lavori era stato già reso noto la scorsa domenica nel corso di una trasmissione televisiva su Ra1 da Paolo Masini, l’assessore capitolino ai lavori pubblici; oggi Marino, per quanto riguarda la frana di via Cassia Antica,  ha ribadito che “è in corso la costruzione di una paratia di pali e tiranti che devono addirittura penetrare dentro la collina per metterla in sicurezza perché c’era il rischio di un crollo. Le squadre stanno lavorando a un ritmo di 18 pali al giorno, con orari prolungati e anche di sabato”.

Sulla tangenziale invece, “due squadre di operai stanno lavorando con turni prolungati dalle 7 alle 18 e stanno impiantando 20 pali al giorno perché bisogna costruire una paratia di protezione a monte della frana.”

Riprendendo poi la polemica sollevata nel corso della trasmissione televisiva nella quale il conduttore Massimo Giletti denunciava che sulla tangenziale non si vedeva neanche un operaio al lavoro, Marino, confermando quanto anticipato da Masini, ha detto: “non si vedono perché quella dove passano le auto è la parte a valle del cantiere, mentre l’intervento per mettere in sicurezza la zona è a monte”.

Ma la novità è un’altra. Pur mancando poco più di un mese al termine dei lavori, “ho pensato di mettere uno schermo dove passano le macchine – ha annunciato Marino – per far vedere tramite una telecamera che gli operai stanno lavorando anche se da lì non si vedono”.

Visita la nostra pagina di Facebook

22 COMMENTI

  1. Oggi schermo… telecamera… ieri cannabis e quartieri a luci rosse… ma perché non consigliate al sindaco di cambiare spacciatore…. a parte la battuta, ma questo signore non ne azzecca nemmeno una..

  2. In realtá la collocazione del monitor su Corso Francia sarebbe solo l’ammissione da parte dell’amministrazione della propria incapacitá di essere ormai creduta dai cittadini romani.
    E come potrebbe essere altrimenti dopo la profonda #incapacitáamministrativa mostrata dalla mancata informazione sull’avvelenamento dell’acqua passando per i nomadi in albergo per concludere con la paralisi della circolazione su Roma Nord.
    Rimandiamo presto su Marte il marziano Marino !!!
    Sul pianeta rosso, forse … fará meno danni …
    G.Mori

  3. Con le strade che versano in condizioni pietose , condotte idriche in cui scorre acqua contaminata, immondizia per terra nei quartieri, scuole che hanno bisogno di interventi strutturali importanti, venditori abusivi che tolgono guadagni a chi paga le tasse a Roma, carenza di occupazione, assenza di riduzione della spesa pubblica ecc.ecc.ecc. a cosa si pensa?
    Ad investire i nostri soldi per gli schermi e si pensa alla legalizzazione e alla prostituzione?
    Ma una lista di problematiche prioritarie serie da risolvere, c’è l’ha???

  4. A che serve avere uno schermo per seguire i lavori? Li faccia questi lavori!….questa dello schermo mi sembra proprio una gran stupidaggine.

  5. se invece nello schermo venissero proiettati i mondiali 2014 sareste tutti parcheggiati in doppia fila sulla tangenziale…..

    Poichè le persone hanno sempre qualcosa da criticare, e in questo blog, ne leggo parecchie, di fronte ad accuse “gilettiane” che non si vedono uomini a lavoro sulla tangenziale il sindaco non può che mettergli uno schermo davanti al naso, per chi non guarda al di là del proprio naso. Io ho visto camion e attrezzatura che si movimenta pur non vedendo man at work , e una domanda me la sono fatta….

    Comunque fossi il sindaco sarei fiero di ricevere solo critiche da bar piuttosto che critiche su assunzioni di amici e parenti nelle municipalizzate, stipendi dei manager amci,cda corposi e pagati profumatamente, etc. etc…..

  6. @ Dessy, la diretta del consiglio comunale?? e quanti ne ha fatti finora?? ma se finora non ha deliberato quasi nulla,se non l’ordinaria amministrazione…

  7. Mori, purtroppo Marino è stato eletto (con percentuali bulgare) perchè l’amministrazione precedente (di Alemanno) era stata disastrosa.

    La verità è che gli amministratori di sinistra e destra hanno completamente fallito, motivo per cui penso che a questa tornata elettorale il M5S farà il pieno.

  8. Non sono d’accordo sull’operato di Alemanno, Simone.
    L’errore (gravissimo) di Alemanno, tutti lo sanno da noi, è stato aver scelto un gruppo di persone intorno a sé impresentabile. Cose ne erano state fatte, eccome.
    Oltre a questo ha dimostrato incapacità a saper gestire un gruppo umano, come dimostrano le faide di cui siamo stati protagonisti (io tra questi) per 5 anni.
    Io penso che il centrodestra non abbia ancora una classe politica in grado di governare Roma e sono preoccupato per la piega che sta prendendo una certa storia e il 25 maggio sarà lo spartiacque della storia della Destra Italiana. (diventeremo tutti rappresentanti di dentiere e imbonitori alla Wanna Marchi?)
    Penso anche io che il M5S farà il pieno, per colpa dell’incapacità di fare politica di chi governa da tre anni: il PARTITO DEMOCRATICO.
    Il PD è il maggiore responsabile dell’antipolitica dilagante. (PDL complice con precedenti reiterati, anzi in concorso esterno … per l’NCD interno 😉 )
    G.Mori (FDI ROMA XV)

  9. Se devo dire la mia questo sindaco ha un grande potere: riesce addirittura a farmi rimpiangere alemanno. Neppure lui era riuscito a ridurre Roma in queste condizioni pietose, e non mi riferisco solo alla viabilità.

  10. A me piace proprio questa Valentina f. che ha una soluzione per ogni problema e una buona parola per tutti. Ma chi sei la reincarnazione di un certo “professore” che aveva sempre ragione? (almeno però si documentava).
    Come si fa ad accusare gli altri di “chiacchiere da bar” quando al Segretario Generale dell’Organizzazione Mondiale degli Scout si dice che ” AFFERMA DECISAMENTE IL FALSO”. Ma che sei anche il “Gran Mogol degli Scout”?

  11. @ Valentina, sul Tempo di oggi parlava appunto della cannabis e dei quartieri a luci rosse… se poi si riferisce all’Atac , sappia che tutto deve passare in consiglio… per adesso è solo fumo negli occhi dei romani prima delle elezioni… considerando poi che Renzi non lo voleva nemmeno sul palco…mahhh…
    p.s. : si renda conto che ci vuole coraggio misto a dabbenaggine per difendere certe persone..

  12. Marino chi ???? …………a si ….l’allegro chirurgo !!!!!!!!!! 5 mesi per risolvere il problema della viabilita’ (specialmente di un punto cosi’ nevralgico per il traffico di roma nord) mi sembrano eccessivi . Eccessivi perche’ , visto che stiamo parlando di una vera emergenza , in questi casi si dovrebbe lavorare H24 per ripristinare il prima possibile e riaprire alla normale circolazione stradale . E vogliamo parlare delle strade di roma ? Sono anni luce che non vedo piu’ , da nessuna parte , operai al lavoro per il rifacimento dell’asfalto . Le strade sono ridotte ad un colabrodo !!! Marino svegliaaaaa !!!!!

  13. Caro Marino,
    ma veramente credi di poter gabbare in questo modo i cittadini? dovresti vergognarti a raccontare e far credere le tue fandonie. Gli operai di cui parli non si vedono né di giorno né di notte, a meno che non sono stati resi invisibili…
    Se tanto mi da tanto…se di acquazzone ne viene un altro Roma sarà “CAPUT”
    Dopo il 30 giugno i cantieri verranno si chiusi, ma non perché i lavori saranno ultimati: dopo è luglio e gli operai andranno in ferie (al mare…)

    MA E’ INUTILE DIRE VERGOGNA A CHI IL SENSO DELLA VERGOGNA E’ SCONOSCIUTO…!!!!!

  14. Il problema è la capacità di chi amministra il nostro quartiere oggi, semplicemente, senza scomodare questioni di ideologia e colore politici.
    Dopo 4 mesi, oh dico 4 mesi!!, a nessun tecnico, consigliere o assessore è venuta in mente una soluzioncina anche minima per decongestionare il traffico nel quartiere, che so, magari invertire i sensi di circolazione delle immissioni di via Jacini in via Cassia Nuova per evitare l’intersecarsi di due flussi prima del semaforo e favorire il deflusso attraverso via Jacini per chi deve salire verso piazza Giuochi Delfici. E invertire il senso unico, temporaneamente per carità, di via Belloni sarebbe stata una trovata da Nobel?
    Per favore, nessuno mi venga a dire che ci sarebbero state questioni metafisiche a sconsigliarlo, perché dimostrerebbe di non essere tra noi che da 4 mesi per muoverci tra gli stessi due punti del quartiere impieghiamo venti volte il tempo che occorreva fino al 30 gennaio scorso.

  15. Purtroppo gli abitanti del quartiere sono quasi tutti di destra e quindi non sanno essere imparziali. Non sono entusiasta di Marino ma almeno è migliore di molti di quelli che lo hanno preceduto! E i lavori in oggetto sono complessi e richiedono un certo tempo per essere eseguiti bene! Spero solo che lo siano!
    Inoltre i problemi di questa città sono tanti e troppi ne andrebbero affrontati,a partire dal degrado del centro storico! Vi siete mai recati a Piazza Navona? Al confronto la piazza principale di Marrakesh è un modello di ordine!

  16. @ Marina,mi scusi, ma la frana è di destra??? se gli abitanti del quartiere erano tutti di sinistra sarebbero stati entusiasti???
    p.s. : guardi che in 70 anni c’è stato un solo sindaco di destra, quindi se la prenda con i suoi beniamini politici.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome