Home ATTUALITÀ Tennis, apoteosi all’italiana. Almeno… ci si spera

Tennis, apoteosi all’italiana. Almeno… ci si spera

sara-errani.jpgUna tennista azzurra, Sara Errani, torna in finale agli Internazionali di tennis dopo 29 anni (ma si giocava a Perugia) e 68 anni dopo l’ultima volta al Foro Italico. Nella domenica del sesto “Libera la Lazio” anti-Lotito, non mancheranno comunque i tifosi dalle parti dell’Olimpico.

Ultima giornata di campionato per la serie A: sarà pur vero che l’Olimpico verrà disertato dalla frangia di tifosi ostile a Claudio Lotito per la sfida fra la Lazio e il Bologna (almeno a scartabellare i social network), ma è altrettanto vero che non mancherà l’affluenza da quelle parti domenica pomeriggio, vista anche e soprattutto la presenza di una tennista italiana nella finale degli Internazionali di tennis.

Battendo in semifinale la serba Jelena Jankovic, Sara Errani ha infatti conquistato l’ultimo atto del torneo, riportando l’Italtennis femminile in finale 29 anni dopo l’ultima impresa, quando la regina fu Raffaella Reggi seppure a Perugia, visto e considerato che in quegli anni la sede del torneo era stata spostata; e qui, per la cronaca, va aggiunto che un’italiana in finale al Foro Italico mancava invece da 68 anni.

Sul filo di lana la Errani – che ha conquistato anche la finale del doppio con Roberta Vinci, e insieme affronteranno la coppia formata dalla ceca Kveta Peschke e dalla slovena Katarina Srenotnik – se la vedrà con l’americana Serena Williams, numero 1 del tennis mondiale e campionessa in carica che in semifinale ha battuto per 6-1, 3-6, 6-1 l’altra serba, Ana Ivanovic.

Non solo calcio e tennis, ci sono i motori accesi al “Taruffi”: sempre domenica tornano a rombare i motori sulla pista di Vallelunga con le gare della Sportproduction e dei trofei al mattino. La gara2 della Moto3 scatterà alle 14, a seguire Superbike alle 15, Supersport alle 16 e PreMoto3 alle 17.

Moremassi

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome