Home ATTUALITÀ Torquati: “Discarica a Cesano? Centrodestra allarmista irresponsabile”

Torquati: “Discarica a Cesano? Centrodestra allarmista irresponsabile”

torquati5.jpg“Come al solito il centrodestra del XV municipio ha un comportamento ridicolo ed oltremodo irresponsabile e come avvenuto per la vicenda dell’arsenico getta nel panico la nostra comunità senza avere la minima contezza di quanto viene detto” Questa la lapidaria risposta di Daniele Torquati ai comunicati che lo hanno preceduto sul tema ecodistretto a Cesano.

“Sono state volutamente e coscientemente travisate le parole del Presidente dell’Ama Daniele Fortini (pronunciate tra l’altro all’interno di una conferenza stampa per la presentazione di un libro), che non ha mai parlato di “discarica” – afferma Torquati – ed ha oltretutto smentito il fatto che nuove discariche potranno essere costruite nel Comune di Roma. Espressioni e frasi come “arrivano sempre più indiscrezioni”, “sembra abbia indicato” e “come confermato da numerose indiscrezioni giornalistiche”, dimostrano la totale assenza di informazioni certe da parte degli esponenti politici del centrodestra che utilizzano ogni situazione per strumentalizzare tutto quello accade.”

“Non c’è nulla di ufficiale, non c’è stata alcuna riunione e non è stata indicata nessuna area – afferma categoricamente Torquati spiegando che “di vero c’è solamente che ci stiamo adoperando per trovare delle aree per le isole ecologiche, come quella dell’Olgiata, che accolgano materiali riciclabili e grandi oggetti affinché si possa realizzare la raccolta differenziata e dare un’opportunità in più ai cittadini per conferire i materiali ingombranti al fine di contrastare il fenomeno delle discariche abusive.”

“Fossi negli esponenti del centrodestra mi vergognerei anche del fatto – conclude Torquati – che nel nostro territorio la raccolta differenziata è ferma da oltre 5 anni all’8 %, contribuendo di fatto ad abbassare la percentuale della raccolta differenziata di tutta Roma”.

Visita la nostra pagina di Facebook

19 COMMENTI

  1. Si parla di Ecodistretto per il trattamento dei rifiuti e guarda caso si sta trattando con il vaticano nelle vaste aree del parco antenne. L’unico che ha smentito è stato Torquati raccontando cose non vere. Lui parla di Isola Ecologica come quella di Olgiata… ma chi vuole prendere in giro. Per fare una cosa del genere basta utilizzare qualsiasi terreno di dimensioni modeste. Uno è già pronto e di proprietà comunale tra Cesano e Osteria Nuova. Perché non farla li l’isola ecologica? Invece no… si sta trattando addirittura con uno Stato estero. … che c’è dietro? Quale garanzia abbiamo noi cittadini di Cesano? Strano che per una cosa del genere, noi che siamo consiglieri del municipio interessato lo abbiamo appreso dai giornali. Perché per fare una semplice isola ecologica si è così riservati? Troppi interrogativi senza risposta in questa vicenda… E poi quello che dice Torquati non è assolutamente vero. Il Presidente di Ama ha parlato di Distretto Ecologico. Il termine distretto è ben diverso da Isola
    Ad Olgiata si raccolgono i rifiuti, mentre nel distretto ecologico che propongono avviene il trattamento. Voi immaginate soltanto il problema del traffico dei camion che portano i rifiuti da trattare quanti disagi porterà a Cesano….? Strade come Via Stazione di Cesano, Via Baccallo e Via Braccianese che già non sono a norma andrebbe subito al collasso. In quel quadrante di città sono sufficienti i problemi che già ci sono …. Radio Vaticana, Enea Casaccia con le scorie nucleari etc. etc. etc.

  2. caro presidente Torquati riprendo le sue ultime dichiarazioni riguardo alla raccolta differenziata per sottolineare che ad un anno dalla sua elezione la situazione non è granché cambiata.La notizia diffusa istericamente in questi giorni spero non sia vera come lei afferma perché la zona di Cesano che conosce benissimo non merita un’ulteriore aggravamento per i già martoriati abitanti. Le parlo di isole ecologiche perchè come comitato di quartiere Karol Wojtyla avevamo proposto di istituirne una in zona Labaro-Primaporta ed iniziare una sperimentazione di raccolta porta a porta nel nostro territorio,Valle Muricana,essendo limitrofo ai comuni di Sacrofano e Formello che gia’ la praticano.Cittadini i quali non rispettandola riversano sul nostro territorio la loro monnezza.

  3. Ne parla l’ansa ne parla il corriere, il tempo. Basta cercare santa Maria di galeria marino ed esce. Il sindaco cita ipotesi più volte e anche la sua assessora. Si sono tutti inventati tutto? O aspettano solo fine elezioni per fare annuncio ufficiale…

  4. Incredibile! Per decenni se ne sono fregati tutti, politici di destra e di sinistra, della monnezza di Roma consentendo a Malagrotta di diventare la discarica più grande d’Europa e di avvelenare residenti e territorio. Oggi, sempre più incredibile, tutti paladini del territorio. Certo che ci vuole una bella faccia tosta!
    Ma dove eravate mentre Cerroni intascava quattrini per ogni quintale di monnezza scaricata a Malagrotta? Dove eravate mentre i residenti di Roma Nord utilizzavano acqua all’arsenico? Se questa è serietà………….

  5. E da quando i giornali sono diventati la Bibbia? L’informazione è quanto di meno serio ci sia in Italia (mica i giornalisti delle varie testate sono come quelli di VCB!)!…

    Rispondo poi a ROCCOFRAGASSI, che sottolinea come la situazione, ad un anno dall’elezione di Torquati, non sia granchè cambiata: il Municipio XV sarà purtroppo uno degli ultimi (se non l’ultimo) in cui verrà attivata la raccolta differenziata. E questo per decisione di ALTRI (le competenze, purtroppo, quelle sono…), non del Presidente. Da parte di quest’ultimo, in ognuno dei suoi interventi sull’argomento, s’è sempre avvertito il rammarico e l’impotenza per una raccolta differenziata che, nel nostro Municipio, partirà soltanto nel 2015…
    A Mocci, infine…: qual’è la garanzia dei cesanesi? Torquati.

  6. @Diamante
    Non metto affatto in discussione la professionalità dei giornalisti di VCB. Di cialtroni nella categoria ce ne saranno pure, ma con quale competenza fa di tutta un erba un fascio? Come fa a scrivere che l'”informazione è quanto di meno serio ci sia in Italia”? Non sono l’avvocato difesore della mia categoria, ma le sarei grata se fosse un po’ più cauto.
    Giuliana Sanzani, giornalista da 40 anni ed oltre.

  7. @Diamante, “…garanzia … cesanesi…”. Chi scambia un’isola ecologica tipo quella di Olgiata con un Distretto Ecologico per il trattamento dei rifiuti? Allora stiamo freschi… Speriamo bene.

  8. Ma lei e’ quel Giuseppe Mocci assessore all’ambiente al XX Municipio nell’era Giacomini al quale abbiamo chiesto piu’ volte di spiegarci come mai non ha informato i suoi concittadini che nell’acqua di Roma nord c’era l’arsenico??!!

  9. @Strix, sono Giuseppe Mocci, sono stato assessore nell’era Giacomini ma non sono mai stato delegato all’ambiente, delega che si era tenuto il Presidente. Riguardo alle richieste che lei dice, mai mi sono state fatte, da nessuno. Forse perché non rientravano tra le mie competenze.

  10. @ DIAMANTE: il rammarico lei e Torquati dovreste averlo per quello che non riuscite a fare! Il Presidente di questo Muncipio accetta i dictat del sovrano Marino come se fossero Bibbia (visto che lei ne parla, l’ho voluta usare anche io). E’, in sostanza, un cucciolo al servizio del potere del Sindaco. Nella precedente amministrazione, che era di altro colore se ricorda, furono in molti ad andare a sbattere i pugni sul tavolo in Comune per far vaòlere le ragioni del territorio. Torquati e la sua giunta si limitano ad annuire e a chinare la schiana. Per quanto riguarda la stampa e i giornalisti… non sono seri? Questo è quello che lei asserisce. La stampa è di “gestione” della Sinistra – qualora non se ne fosse accorto, glielo faccio notare – quindi, questo vuol dire che la Sinistra non è seria! Mi scusi ma, da una “facile” inferenza estrapolata dalle sue parole viene fuori questo. A lei le dovute conclusioni. In merito, in fine, alla sua ultima “riga” diretta a Mocci, c’è da fare poca ilarità… Cesanesi o non, il Municipio XV e la sua amministrazione devono attenzioni a tutti i cittadini di questo quadrante di Roma nord. Torquati è la garanzia dei Cesanesi? Ma se non ha fatto nulla né a Cesano né altrove!!! L’unica garanzia venuta da Torquati fino ad oggi è quella di aver assoldato nella sua Giunta una schiera di persone inesperte (in merito al ruolo che sono andate a ricoprire) e di aver garantito sussistenza a un gruppo di consiglieri “scolaretti”. Come vede non c’è affatto da stare allegri…

  11. Sig. Mocci, lei non aveva la delega all’Ambiente? allora forse ce lo deve spiegare l’ex presidente Giacomini? Mi lasci dire che a mio avviso non è sufficiente dire “mai mi sono state fatte” o “non rientrava nelle mie competenze”. Perchè altrimenti ci deve dire a che serve un Municipio: Presidente, Vice, Assessori, 24 consiglieri per decidere di cambiare una caldaia in una scuola, asfaltare un pezzo di strada, raccattare un po’ di rifiuti per la strada, istituire un registro….per fare queste cose basta un impiegato.
    Non facciamo altro che leggere che non è di vostra competenza: i rifiuti sono dell’AMA, il verde del Sevizio Giardini, i fossi della Provincia, le sponde del Tevere del Demanio, l’acqua e aria dell’ARPA, le aree protette della Regione, i lampioni dell’ACEA, il trasporto pubblico dell’ATAC, le frane del Comune……perfino per far mettere delle giostre su di un prato non avete competenza. Ma che cosa serve allora il vostro “parlamentino” con indennità e gettoni di presenza? Per fare quello che viene fatto è sufficiente un bravo funzionario ed l’ufficio tecnico. Il fatto che i residenti di Roma Nord non abbiano mai saputo che l’acqua che utilizzavano conteneva percentuali elevate di Arsenico è un fatto gravissimo anche se ora si cerca di far passare la questione sotto silenzio. Ora, alla vigilia delle elezioni europee, è inutile che vi agitate tanto per una discarica a Cesano….tanto mica è di vostra competenza!

  12. @Strix, la mia risposta era riferito a quanto da lei sollevato. In passato come ora mi sono sempre impegnato per il territorio, al di là di competenze o meno. Se oggi si parla del problema dell’arsenico in parte è anche merito nostre che nel 2011 i sieme ai cittadini di Osteria Nuova abbiamo sollevato il problema. Proprio dopo quel periodo la ASL ha dato seguito ad una serie di acxertame

  13. @Strix … accertamenti che sono state consegnati a Roma Capitale nel 2013. Il resto è storia recente. Per questo e per tutto quello che è stato fatto (cose fatte, problemi risolti e lavori avviati che ancora non sono stati conclusi) ho cartelline piene di documenti che lo testimoniano. Se vuole e non ha problemi a svelare la sua vera identità mi può contattare e le dimostro la “fondatezza” di ciò che dico. Dipende da lei, io problemi del genere non li ho, non mi sono mai nascosto dietro un nichname.

  14. Sig. Mocci la ringrazio in ogni caso per la risposta ma le faccio notare che la situazione degli acquedotti ARSIAL era nota a tutti fin dal 1998 (Mauro: Arsenico e malgoverno) ovvero 13 anni prima del vostro intervento. Non dubito che le sue cartelline siano piene di documenti ma chi segue da anni questo interessante Blog (dove si affacciano spesso presidenti, assessori e consiglieri) non sa proprio di “problemi risolti” (traffico? smog? mezzi pubblici? manutenzione strade? apertura parchi? apertura biblioteche, centri sportivi, centri anziani? viabilita? discariche abusive? rifiuti?……..). La Regione Lazio, come costi della politica brucia annualmente 3.000.000.000 di Euro (quanto l’intera Francia): anche voi, come Municipio, partecipate a questo spreco di denaro pubblico con modestissimi risultati. Quanto all’uso di un ‘nomignolo’ e’ un mio pieno diritto; cosa che non puo’ valere per lei.
    Comunque puo’ sempre portare alla luce, per la delizia di tutti, il contenuto di queste “cartelline”. Buona serata, Strix.

  15. @Strix, sicuramente la situazione degli acquedotti era nota da tempo, ma è anche vero che il nostro mandato amministrativo è iniziato nel 2008. Appena ci siamo resi conto di tale situazione, a seguito della rottura di alcune tubazioni da parte di Acea IP per la realizzazione di impianti di illuminazione di Via Barbera e Via Zanichelli siamo intervenuti tempestivamente su Arsial. Ripeto il fatto che comunicazione alla cittadinanza non era opportuno farla prima della relazione di Asl.
    Riguardo ai problemi del territorio, chi si occupa di politica municipale non può non conoscerli. Il problema sono le difficolta che si incontrano per risolverli. Noi nei cinque anni passati abbiamo fatto la nostra parte, abbiamo “riempito molte cartelline di carta” e tale lavoro è stato utile per ottenere dei risultati. Purtroppo non siamo riusciti a fare tutto, molti problemi che sono stati affrontati ancora non sono stati risolti, ma non possiamo dire che l’impegno non è stato messo. Tanto per fare alcuni esempi sulle cose realizzate e su ciò che hanno prodotto i “contenuti delle famose cartelline” (pubblicare i contenuti sarebbe impossibile, mentre è più opportuno e interessante dire quali risultati sono stati ottenuti con queste carte):
    Spostata la sede del Municipio nel nostro territorio dopo un anno dalla nostra elezione (non è questo un contributo per migliorare la situazione del traffico, riducendo gli spostamenti per circa 160 mila abitanti?); Sgomberati e bonificati centinaia di insediamenti abusivi come ad esempio il tunnel pedonale di Via Cassia, la Strada di Fondovalle, gli immobili di Via Baccanello 111 e Via Ponte degli Incastri 100, Via del Baiardo etc. etc.; Illuminate circa 70 nuove strade del Municipio in 5 anni; Scongiurato il pericolo di una discarica a Pian dell’Olmo e di un Campo Nomadi ad Osteria Nuova; Realizzato il parcheggio pubblico in viale di Tor di Quinto (Ponte Milvio) e Via Casalattico (Grottarossa); Realizzato un nuovo Centro Anziani ad Isola Farnese; Incanalate le acque meteoriche in alcune strade tipo Zona Cerquetta e Via Orrea; Realizzata la rete idrica e Fognaria in Via Baccanello e strade limitrofe (intervento in fase di realizzazione); Attivate le procedure per la realizzazione del collettore fognario di Isola Farnese e del Borgo di Cesano (opere già inserite nel piano investimenti acea 2011/2013); Riqualificato il Borgo di Cesano con diversi interventi tra cui il rifacimento dei selciati; Consolidamento e mesa in sicurezza dei costoni tufacei, Via Villa di Livia, Via S. Corneli, Via Grottarossa, Via Borgo di Sotto, Via della Giustiniana etc. etc.; Sollecitata la pubblicazione del Piano d’Assetto del Parco di Veio (lettere del Presidente del Municipio – 2012 – a tutti i Sindaci interessati, alla Regione Lazio e al Parco); Avviate le procedure per il PrInt Tomba di Nerone; Ricezione della Dia Onerosa presso gli sportelli del nostro Municipi, prima i cittadini erano costretti ad arrivare all’Eur con tutti i problemi di traffico che si creavano; Avviate le procedure per la rimozione dei container in cemento amianto della scuola di Osteria Nuova (intervento che si è concluso da pochi mesi); Aperta la Cassi Antica a doppio senso di marcia; Aperto un nuovo sportello anagrafico a Ponte Milvio; Approvati dal Consiglio Comunale alcuni Piani di Recupero (Toponimi), tra cui quello di Via Baccanello e di Via Anguilarese etc. etc.
    Queste sono alcune delle cose realizzate, tante altre sono state programmate e tante altre ancora non siamo riusciti a farle nonostante il lavoro fatto (tanto per essere obiettivi), ma non possiamo dire che non ci siamo impegnati.

  16. Apprezzo la sua disponibilità nel rispondermi e non ho difficoltà nel credere che ci siano persone che si ipegnano…..ma non mi ha convinto. Non si può parlare “di inoopportunità di rendere edotta la cittadinanza” dal momento che i rischi da assunzione da arsenico sono molto elevati (cancro, lesioni cutanee, malattie cardiovascolari..). La questione è stata palleggiata dal 2001 al 2004.
    Quanto alle “cose realizzate” concorderà con me che per farle (parliamo di rimozioni di container, interventi sui selciati, apertura dela Cassia Antica, sgombero di campi, incalanamento di acque……) non serve certo un “parlamentino”: un ingegnere, forse un geometra, insieme ai VV.UU. sarebbero stati più che sufficienti.
    Certo il Municipio c’è e ce lo dobbamo tenere così com’è.

  17. @Strix, di quest’ultima sua affermazione non sono convinto. Senza la polita quei risultati mai sarebbero stati raggiunti.

  18. Carissimo Strix, nei suoi commenti si denota un forte scetticismo nei confronti degli organi amministrativi minori (vedi municipi); lei li considera come quasi inutili e costosi, questo mi pare di capire.
    Le posso dire che è da 5 anni che io ho a che fare con i Municipi, a volte il XV° e a volte il XIV°, e tutte le problematiche ed i disagi che gli ho sottoposto come cittadino, ancor prima che come membro di un comitato di quartiere, hanno sempre ottenuto ascolto e spesso sono state anche risolte.
    Non sempre i tecnici, come sostiene lei si assumono la responsabilità di procedere, quello è un aspetto che compete alla parte politica qualunque essa sia.
    Ad esempio nella questione arsenico nell’acqua, per mia esperienza le posso dire che senza l’intervento della politica locale sarebbe difficile risolvere e mediare
    con i cittadini, tanto Arsial, quanto l’ Acea, la Regione, il Comune di Roma si troverebbero in forte difficoltà ad agire senza qualcuno del municipio che facesse da collante e si prendesse di volta in volta in carico le proposte e il malcontento della gente.
    Chiedere di migliorare i propri quartieri è dovere di noi cittadini, fare in modo che ciò avvenga spetta agli amministratori.
    A chi ci dovremmo rivolgere se non ci fossero i consigli municipali?
    Lei sostiene ai tecnici, come?

  19. Carissimo Gianni non sono scettico nei confronti degli “organi minori” ma ritengo del tutto inutile e costosi gli “organi politici”; se va sul sito di Roma Capitale e controlla l’organigramma del XV Municipio trova una organizzazione complessa alle dipendenze di un direttore apicale in grado di assolvere a quelle che sono per Legge le competenze. Non serve altro.
    Quanto al fatto che gli organi politici facciano da “collante” mi sembra tesi ardita…..

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome