Home ATTUALITÀ Mercoledì nero: sciopero trasporti e stop al traffico nella Fascia Verde

Mercoledì nero: sciopero trasporti e stop al traffico nella Fascia Verde

vigili urbani Mercoledì 19 marzo, un mercoledì nero, dal punto di vista traffico e mobilità, si prospetta per i romani. Allo sciopero di 24 ore del trasporto pubblico locale si aggiunge lo stop ai veicoli più inquinanti nella Fascia Verde dalle 7.30 alle 20.30 disposto dal Campidoglio vista la situazione di particolare criticità atmosferica attestata dal superamento dei limiti delle PM10 negli ultimi giorni. E per giovedì di parla già di targhe alterne. Ma andiamo con ordine.

Lo sciopero

Lo sciopero nazionale di 24 ore del trasporto pubblico locale si terrà con rispetto delle fasce di garanzia. I mezzi circoleranno quindi da inizio servizio alle 8.30 e dalle 17 alle 20, mentre tra le 8.30 e le 17 e dalle 20 a fine servizio, sono a rischio autobus, tram, metro e ferrovie urbane Roma-Lido, Termini-Giardinetti e Roma-C.Castellana-Viterbo. Già da questa notte saranno a rischio le corse delle linee notturne da N1 a N27.

Lo sciopero è stato indetto da Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti, Ugl-Fna, Faisa-Cisal.

Stop nella Fascia Verde

Vista la situazione di particolare criticità atmosferica in atto attestata dal superamento dei limiti delle PM10 negli ultimi giorni e nella maggior parte delle centraline di monitoraggio di Roma, l’Amministrazione capitolina, come spiega una nota del Campidoglio, “ha deciso di adottare per mercoledì 19 marzo il solo divieto della circolazione veicolare privata nella zona ‘Fascia Verde‘ dalle ore 7.30 alle ore 20.30.”

Lo stop riguarderà le seguenti categorie: autoveicoli a benzina ‘euro 0’, ‘euro 1’; autoveicoli diesel ‘euro 0’, ‘euro 1’ e ‘euro 2’; motoveicoli e ciclomotori a due, tre, quattro ruote a 2 e 4 tempi ‘euro 0’ e ‘euro 1’; microcar diesel ‘euro 0’ e ‘euro 1’.

“Come noto – spiega l’assessorato all’Ambiente – dal suddetto divieto sono esentate e derogate alcune categorie di veicoli alle quali si aggiungono “gli autoveicoli utilizzati per il trasporto di persone sottoposte a visita medica, esami diagnostici precedentemente prenotati, terapie indispensabili e indifferibili o trattamenti sanitari per la cura di malattie gravi, in grado di esibire la relativa certificazione medica o adeguata attestazione delle strutture medico/sanitarie”.

E da giovedì, forse, targhe alterne

“Qualora la valutazione dell’evoluzione dell’inquinamento atmosferico, basato prioritariamente sulle previsioni micro-metereologiche fornite dai modelli previsionali di Arpa Lazio per le prossime ore confermasse il persistere della criticità in atto – conclude la nota dell’assessorato all’Ambiente – l’Amministrazione Capitolina, in ottemperanza al Piano di Intervento Operativo, potrebbe ritenere necessaria l’adozione del provvedimento emergenziale di limitazione della circolazione a “targhe alterne”.
Tale provvedimento, alla luce del concomitante sciopero del Trasporto Pubblico Locale previsto per la giornata di mercoledì 19 marzo, sarà eventualmente disposto a partire da giovedì 20 marzo”.

Visita la nostra pagina di Facebook

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome